Download!Download Point responsive WP Theme for FREE!

Latest

Ilona Staller, gaffe su Facebook: «Addio er Monnezza, sono triste». Ma è morto da due anni

IlonaStaller_5-640x640Può succedere di scoprire che è morto qualcuno che conosciamo, e di scoprirlo dopo qualche giorno, o dopo qualche settimana, persino dopo qualche mese. Ma quanto accaduto oggi ad Ilona Staller, in arte Cicciolina, ex attrice hard e icona negli anni ’80 (diventò anche deputata col Partito dell’amore), è qualcosa in più. La Staller questa mattina ha infatti scritto un post sul suo profilo Facebook dicendosi addolorata per la morte di un attore che lei conosceva.

Peccato che l’attore in questione fosse Tomas Quintin Rodriguez, meglio conosciuto come Tomas Milian, morto ormai da quasi due anni. «Sono molto triste della notizia della tua morte carissimo amico Thomas Millian – scrive Cicciolina – Sei stato un grande e fantastico attore oltre che un uomo meraviglioso! In lutto tutta l Italia tutto il mondo per la perdita di questo storico e meraviglioso persona, attore indimenticabile per sempre!! Riposa in pace». E in tanti ovviamente, tra i commenti, non hanno mancato di farle notare l’errore, anche in maniera poco gentile.

Isola dei Famosi 2019, Taylor Mega e il sesso «Cinque volte al giorno»

160809185-9bd01713-7002-43ee-ba35-ca1ee1e4a1c1“Non vivo senza sesso. Mi piace farlo e non me ne vergogno. Anche cinque volte al giorno. Dipende dal partner”, Taylor Mega è pronta a sbarcare in Honduras per la nuova edizione dell’Isola dei Famosi 2019, che partirà giovedì 24 gennaio su Canale 5 con la conduzione di Alessia Marcuzzi, e fidanzata col trapper Tony Effe della Dark Polo Gang dovrà rinunciare per un po’ (a meno di imprevisti) all’attività sessuale: “Di Tony mi sono innamorata anche per questo. Tiene ben il ritmo. Il sesso mi piace in tutte le sue sfumature, anche le più estreme. In passato ho provato le donne, ho avuto qualche storiella, ma ora solo uomini”.

In rete è stata molto criticata (“Li ringrazio, più mi insultano più divento famosa”) e accusata di essere rifatta: “Solo labbra e tette – ha svelato in unintervista a “Diva e donna” – Come tutte! Lo ammetto e non me ne vergogno. Ma il resto è tutto naturale zigomi, sedere … Pensano che sia finta solo perché ho i tratti da russa. Non mi tingo nemmeno i capelli: sono bionda vera. Anche dentro!”.

Torna anche sulla sua passata storia con un altro trapper, Sfera Ebbasta: “Abbiamo litigato quando un giorno all’improvviso sono partita per Dubai e le Maldive. In realtà ero folle ed “eccessiva” anche per lui. Non è stata una botta e via, ma una storia vera. Mi scriveva da un anno… poi ha ceduto al corteggiamento”.

Emiliano Sala, la fidanzata choc: «Non credo a un incidente, indagate sulla mafia del calcio»

emiliano_sala_fidanzata_mafia_incidente_23111917

«Non credo a un incidente, indagate sulla mafia del calcio». Parole scritte da Berenice Schkair, fidanzata di Emiliano Sala, il calciatore disperso dopo che domenica notte l’aereo che lo stava portando da Nantes e Cardiff è scomparso dai radar mentre sorvolava il canale della Manica. Un’accusa forte lanciata tramite un tweet, poi cancellato, che getta ombre sul destino del 28enne italoargentino.

Berenice Schkair è andata all’attacco dei soccorritori, colpevoli secondo la bionda fidanzata di Emiliana Sala di aver sospeso le ricerche (in realtà riprese questa mattina alle 7,30) troppo presto: «Incredibile che abbiano sospeso le ricerche proprio al momento del ritrovamento dei primi detriti».

La modella argentina resta comunque aggrappata alla speranza di ritrovare il suo Emiliano. «So che sei da qualche parte», scriveva ieri sempre su twitter. Oggi una sola parola, una preghiera: «Esperanza».

LE RICERCHE

Nel frattempo «Sono riprese questa mattina alle 7.30 le ricerche del Piper scomparso a bordo del quale c’erano il pilota ed Emiliano Sala, neo acquisto del Cardiff. Le condizioni sono migliorate e vengono utilizzati due aerei da ricerca». Lo ha fatto sapere la polizia di Guernsey. «La zona su cui si concentrano ora le ricerche è quella di Alderney, un’area mirata che riteniamo abbia la più alta probabilità di trovare qualcosa, in base alla revisione delle maree e del tempo da quando il velivolo è scomparso», ha proseguito la polizia, che ha spiegato in alcuni tweet come «e ricerche aeree si svolgeranno anche sulle aree costiere intorno a Alderney e le rocce e le isole poco distanti».

I soccorritori si stanno muovendo in base a quattro possibilità: che il Piper sia atterrato altrove, che sia atterrato sull’acqua e sia stato soccorso da una qualche barca ma in nessuno dei due casi ci sia stata la possibilità di mettersi in contatto; che i due passeggeri, una volta atterrati sull’acqua, abbiano abbandonato il velivolo sulla zattera di salvataggio che era a bordo, ed è l’ipotesi principale sulla quale si stanno basando le ricerche; che il Piper si sia schiantato in acqua, lasciando il pilota e Sala in mezzo al mare.

Lory Del Santo a Vieni da me: «Sono finita in carcere e lì ho rischiato di morire»

4248709_1945_vienidame_lorydelsantoLory Del Santo si racconta a Vieni da Me, il programma del primo pomeriggio di Rai Uno condotto da Caterina Balivo. E svuotando i cassetti della “cassettiera” svela alcuni aneddoti mai raccontati in televisione come la sua detenzione in carcere quando aveva 19 anni ed era appena arrivata a Roma da Verona. “Lady of Verona”, come l’aveva ribattezzata Eric Clapton in una sua canzone, era stata arrestata per errore.

«Mi hanno scambiata per un’altra e sono stata in cella per dieci giorni. Non sapevo neanche che dovevo avere un avvocato. Quando la donna accusatrice non mi ha riconosciuto mi hanno rilasciato all’istante. Nel frattempo però ho rischiato di morire, sono uscita nel cortile durante l’ora d’aria e avevo al collo una collanina della comunione», racconta. Delle zingare a quel punto le si sono avvicinate per rubargliela strandolandola. Una donna che non conosceva l’ha salvata minacciandole. «C’è sempre qualcuno che ti difende anche se non lo conosci nella vita. Quindi bisogna avere fiducia nel prossimo».

In studio Lory ha ripercorso brevemente tutta la sua vita e anche il no che disse a Donald Trump. Toccanti i ricordi dell’infanzia e della povertà e soprattutto quelli dei figli. «C’è un destino che bisogna amare per sopravvivere – dice ancora l’attrice, che ricorda: «Presi la polmonite e mi misero nella stalla in cui ero nata, mentre mio padre è morto in un incidente stradale quando avevo tre anni e mezzo». Dopo un’adolescenza molto dura arrivò la carriera nella televisione. «La felicità a volte ti colpisce così velocemente che non ti rendi conto di essere stata felice», le parole della showgirl. Sul figlio morto suicida quest’estate trattiene le lacrime, non parla esplicitamente ma ricorda: «Nella vita ho sempre cercato di essere forte e ce l’ho sempre quasi fatta».

Francesca Cipriani: «Salvini? Gli scrivo su Instagram e lui mi risponde ‘gnam gnam’»

foto_775930_550x370“Salvini? L’ho sempre stimato, gli scrivo su Instagram e lui mi risponde, spesso quando posta foto in cui mangia. Io magari gli scrivo ‘che buono, gnam gnam’ e lui mi risponde simpaticamente, con frasi carine, e con uno ‘gnam gnam’ di risposta. Ma lui risponde a tutti, è molto semplice, alla mano”.

La showgirl Francesca Cipriani, ai microfoni di Un Giorno da Pecora, su Rai Radio1, risponde così alle domande dei conduttori sul vicepremier e Ministro dell’Interno. Le piace Salvini come uomo? “E’ un vero uomo, coraggioso, con gli attributi, è affascinante, anche se non l’ho mai visto dal vivo, lui ha una personalità vera”.

Muore di freddo sulle montagne di Taiwan Gigi Wu, la “scalatrice in bikini”

4248338_1452_gigiLa chiamavano “Bikini Hiker”, escursionista in costume, perché amava scalare le vette delle montagne in bikini. Gigi Wu è morta per sospetta ipotermia, dopo una brutta caduta nella contea di Nantou. Un banale incidente che si è trasformato in tragedia. La ragazza scalatrice aveva 14.000 follower sui social. La trentaseienne, infatti, pubblicava le foto di se stessa sulle vette indossando costumi da bagno.

Wu era arrivata nella contea di Nantou di Taiwan l’11 gennaio. Voleva percorrere il sentiero storico di Batongguan nel Parco nazionale di Yushan fino al 24 gennaio. Ma l’escursionista durante il tragitto è caduta in una gola profonda 30 metri. Sabato aveva chiesto assistenza con il suo telefono satellitare. Diceva di essere in difficoltà e incapace di muoversi, probabilmente a causa di qualche frattura. Ma le cattive condizioni meteorologiche hanno ostacolato il suo salvataggio.

La squadra di alpinisti non è stata in grado di usare l’elicottero per arrivare al luogo dove la 36enne era caduta. Lunedì, 43 ore dopo la chiamata di soccorso, l’alpinista è stata trovata morta dai soccorritori. L’ipotesi più probabile è che sia morta per ipotermia.

Bebe Rexha, la popstar non trova stilista che la vesta ai Grammy: “Sono troppo… grassa”

E’ poco conosciuta, almeno in Italia, ma Bebe Rexha sui social ha quasi 8 milioni di follower e il prossimo 10 febbraio, durante la manifestazione per l’assegnazione dei Grammy Awards concorre con ben due nomination “Best New Artist” e “Best Country Duo / Group Performance”. Ma proprio per quella data la cantante non ha ancora trovato nessuno stilista che la voglia vestire: “La mia 44 è considerata eccessiva”, spiega in uno sfogo su Instagram. E per lei si fa avanti Michael Costello, designer di Beyoncé…

Sul suo profilo Costello ha mandato un inequivocabile messaggio social a Bebe: “Ti vesto io, chiamami… renderemo i Grammy un momento storico…”. La cantante americana ha sollevato un polverone proprio su Instagram postando un video in cui spiega il suo “calvario”: “Ho ricevuto due nomination ai Grammy Awards 2019 ed è la cosa più cool che mi potesse capitare”, spiega Bebe: “Di solito gli artisti si affidano a degli stilisti per personalizzare il proprio look in occasioni come quella della serata dei Grammy, il mio team ne ha contattati alcuni ma nessuno vuole vestirmi perché… sono troppo grassa!!!”.

La popstar sottolinea anche qual è la taglia considerata dagli stilisti “eccessiva”, ovvero la 44 e poi aggiunge: “Se pensate che la 44 sia una taglia grossa e le donne che ce l’hanno non siano belle allora io i vostri schifosi vestiti non li voglio indossare e non li indosserò mai!”. Nel post accanto al video poi Bebe rincara la dose e scrive:”Se non vi piace il mio stile o la mia musica è una cosa. Ma non dite che non potete vestire qualcuno se la sua taglia non è nei vostri parametri. Consentite alle donne di amare il proprio corpo invece di costringerle a ridurre la loro taglia. Siamo belle con qualsiasi taglia! Piccola o grande che sia! E… con la mia 44 andrò ai Grammy…”

Oltre mezzo milione le visualizzazioni del video e tanti i commenti di sostegno.
Bebe Rexha è diventata famosa nell’ultimo anno, il suo singolo “Meant To Be” è al primo posto nella classifica degli Stati Uniti e con il suo primo album “Expectations” è diventata una delle popstar più acclamate del panorama internazionale. Come autrice ha scritto canzoni anche per Eminem, Rihanna e Selena Gomez.

Emiliano Sala, ricerche dell’aereo riprese. La famiglia: «Perse le speranze di trovarlo vivo»

4250288_0915_emiliano_sala_incidente_aereo_predettoL’aereo che domenica notte stava trasportando Emiliano Sala da Nantes a Cardiff è decollato solo al quarto tentativo dopo tre andati a vuoto. Il pilota scomparso insieme al calciatore italoargentino ha provato per tre volte di fila a decollare il Piper PA-46 del presidente della squadra di Premier League, fallendo a causa del maltempo. Poi, al quarto tentativo è riuscito a partire prima di scoparire dai radar sul canale della Manica. Nel frattempo questa mattina ale 7,30 sono ripartite le ricerche.

Il papà Horatio si è detto «disperato» per le sorti del figlio. La famiglia, informata dai soccorrittori delle difficoltà nel ritrovare l’aereo «ha perso le speranze» di ritrovare Emiliano Sala ancora vivo. La Guernsey Police sta lavorando nell’area del Canale della Manica dove ieri sono stati ritrovati dei detriti, ma con il passare delle ore diminuiscono le possibilità di un miracolo.

«L’aereo cade a pezzi, ho paura». È il contenuto di audio choc che Emiliano Sala ha inviato agli amici mentre era in volo. «Sono qui sull’aereo che sembra che sia sul punto di cadere a pezzi e sto andando a Cardiff – le parole riportate dal Clarin – Se entro un’ora e mezza non avete mie notizie, non so se manderanno qualcuno a cercarmi perché non mi troveranno ma… lo sai. Che paura che ho».

Il calciatore anche prima di salire a bordo aveva predetto l’incidente aereo. Lo ha ammesso un suo ex compagno di squadra, Diego Rolan, ora in forza al Leganes ma che con l’ex Nantes aveva condiviso gli anni a Bordeaux. «Sono sotto choc – ha detto il centrocampista a ‘The Voices of Soccer’ – ho ricevuto un messaggio che Emiliano aveva inviato a un amico e gli ha detto che era molto spaventato dall’aereo, che se non l’avessero trovato sapevano cosa gli era capitato. Ha predetto cosa gli sarebbe successo».

Anna Tatangelo… nuda, relax sotto la doccia

C_2_articolo_3187291_upiImageppCome mamma l’ha fatta sotto la doccia. Basta una serie di scatti da vedo-non vedo in cui appare di spalle con una bella porzione di pelle nuda in vista per mandare in visibilio i follower. Anna Tatangelo sa come catturare l’attenzione dei fan e gli ultimi post in cui compare in fase di relax fanno impazzire i suoi ammiratori. Si scorge la schiena e un accenno di fondoschiena, tanto basta.

Bellezza disarmante e sex appeal da vendere, la cantante di Sora, che ha compiuto 32 anni pochi giorni fa, alterna sul suo profilo immagini materne, a shooting mozzafiato passando per scatti professionali, video e perfino momenti intimi. Come quello sotto la doccia che ha conquistato tutti. I follower sono unanimi: “Beato Gigi (D’Alessio, ndr)”.

Lino Banfi all’Unesco: «Porterò il sorriso tra i plurilaureati. La Bizona? No, farò uno schema diverso»

«Il mio primo incarico politico? Veramente sono stato anche l’onorevole Binetto con Checco Zalone (nel film Quo vado): anzi, forse è davvero tutta colpa sua se ho detto di sì a questo incarico».
Lino Banfi è felice ma pure un po’ incazzeto. «In poche ore ho scaricato due volte il telefonino, mi hanno chiamato da tutta Europa».lino banfi unesco_23090623

Quando l’hanno chiamata cosa ha risposto?
«La verità? Gli ho detto checchezzo c’entro io con la cultura… Poi mi sono detto che invece poteva essere una buona opportunità per me e per la nostra amata Italia. Porterò all’Unesco quello che mancava: un po’ di sorriso e voglia di vedere la vita in modo diverso. E poi come potevo di no a un governo guidato da Conte?».
Cioè?
«Lui è pugliese come me, nel suo sangue scorre il fuoco del Sud come nel mio».
Come l’ha convinta Di Maio?
«Venne una volta al mio compleanno all’orecchietteria (della figlia, ndr) e mi regalò un mazzo di fiori. A me Di Maio disse non me ne frega niente per chi voti, ma io ti devo questo tributo, perché hai fatto sorridere tre generazioni. Con una dichiarazione d’amore come questa, come potevo dire di no?».
C’è anche chi sta attaccando il vicepremier per questa scelta…
«La mamma degli invidiosi, chiamiamoli così, è sempre incinta. E poi, se posso dire una cosa: porterò il sorriso tra questi plurilaureati».
Una filosofia alla Oronzo Canà?
«Beh diciamo che lì giocavo con la Bizona: all’Unesco userò uno schema diverso».
E sarebbe?
«Potrei portare un bel piatto di orecchiette in commissione. Scherzi a parte, non ho ancora chiaro quello che mi aspetta ma so che mi impegnerò al massimo per ottenere risultati concreti per la nostra nazione. In Italia tutto dovrebbe essere patrimonio Unesco, solo che troppo spesso noi italiani non rispettiamo questo bene che abbiamo, forse io potrò aiutare in questo senso».
Tra i suoi film qual è il vero patrimonio che andrebbe tutelato?
«Non ho dubbi: L’allenatore nel pallone è entrato di diritto nel cuore di tutti gli amanti della risata. Chissà che anche all’Unesco non proporrò un bel 5-5-5, magari chiedendo Pippo Baudo come ala fluificante».