Latest

FaceApp ora ti fa cambiare sesso: dai Ferragnez a Jovanotti, tutte le foto dei vip

Qualche mese fa FaceApp aveva avuto un vero e proprio boom di download, con milioni di utenti che sui social condividevano le loro foto “invecchiate”: una moda che iniziò a scemare dopo qualche settimana, ma dopo l’ultimo aggiornamento è tornata in voga per via della nuova opzione disponibile, il cambio di sesso.

5290930_1213_fedez_ferragni_faceapp

Oltre infatti ad invecchiare (o ringiovanire) il proprio viso, la nuova versione della app consente alle donne di diventare uomini, e viceversa. Perciò se una ragazza vuol vedere come sarebbe da uomo, ha varie opzioni da poter usare: può aggiungere la barba, cambiare il taglio di capelli, e anche qualche ruga. A sua volta un uomo può truccarsi o rendere la sua acconciatura più morbida e femminile.

Questo solo nelle opzioni base, perché il ventaglio di possibilità diventa ancora più largo nella versione pro a pagamento. E sui social è boom di condivisioni: su Instagram sono già migliaia le foto postate negli ultimi giorni sotto gli hashtag #faceapp e #faceappchallenge. Compresi tantissimi vip, come Fedez e Chiara Ferragni, Jovanotti, Alessandro Cattelan (e tutta la squadra di Radio Deejay, compresi Nicola Savino e Linus) e i The Jackal. Lo avete fatto anche voi?

Coronavirus in Cina, torna la paura. A Pechino aumentano i contagi: «Situazione estremamente grave»

I contagi di coronavirus spaventano di nuovo Pechino. Nella città ssi sono registrati 27 nuovi contagi portando a 106 il numero dei casi registrati negli ultimi giorni, tanto da far parlare di una situazione «estremamente grave». In un incontro con i giornalisti, il portavoce della municipalità della capitale cinese, Xu Hejian, ha detto che Pechino è impegnata «in una lotta contro il tempo» per fermare il contagio, attraverso «le misure più strette, decisive e determinate».

5290855_0919_21.21185439

In totale, secondo quanto riferito dal ministero della Sanità cinese, in tutto il Paese si registrano 40 nuovi casi di coronavirus, di cui otto importati. Salgono così a 83.221 i contagi in Cina, mentre il numero dei decessi resta fermo a 4.634. Il nuovo focolaio a Pechino sarebbe partito nel mercato all’ingrosso di Xinfadi, uno dei più importanti del paese. Olre 10 quartieri della città sono diventati nuovamente zone rosse nel tentativo di arginare il contagio.

Conte ascoltato tre ore dal magistrato: «Non avrebbe avuto senso chiudere solo i comuni di Alzano e Nembro»

«Ai pm ho spiegato tutto per filo e per segno. Sono assolutamente tranquillo…». Lo dice, in un colloquio con il direttore della Stampa, Massimo Giannini, il premier Giuseppe Conte. «Ho chiarito tutto quello che c’era da chiarire – spiega Conte -, ho illustrato tutti i passaggi di quei terribili giorni in cui combattevamo contro un nemico invisibile. Non ho nulla da temere».

5285464_0818_conte_inchiesta_zone_rosse

«Come ho detto ai magistrati – afferma Conte -, la cronologia dei fatti è chiarissima: alla luce del quadro epidemiologico di cui disponevamo in quella prima settimana di marzo, non avrebbe avuto alcun senso chiudere solo i comuni di Alzano e di Nembro. Il nostro problema, già in quelle ore, era studiare soluzioni drastiche e immediate per tutta l’Italia. Ed è quello che abbiamo fatto. Perché – continua -, c’è una grande differenza tra le scelte che facemmo nei due comuni della bergamasca e quelle che invece prendemmo a Codogno e Vò Euganeo. In questi ultimi due casi eravamo agli inizi della pandemia, e non avevamo ancora alcuna contezza dell’esistenza di altri focolai nel resto del Paese. Viceversa, quando abbiamo affrontato il caso di Alzano e Nembro eravamo già di fronte a un’emergenza nazionale. E l’abbiamo affrontata come tale – sottolinea – , applicando la zona rossa, o arancione, in tutto il territorio italiano».

Alla domanda se teme il pensiero che prima o poi possa scattare anche l’avviso di garanzia, risponde: «Assolutamente no, io non sono ovviamente responsabile delle indagini, ma non mi aspetto alcun avviso di garanzia, né l’ho mai temuto. Come ho già detto più volte, ho la consapevolezza di aver agito in scienza e coscienza, ed ho la serenità di chi ha sempre concordato ogni passo con il Comitato Tecnico Scientifico».

Sugli Stati Generali il premier risponde: «Ma quale passerella! Questi non sono gli Stati generali del presidente Conte, io sarò lì insieme ai miei ministri, non per smania di protagonismo, non per parlare ma per ascoltare. Dobbiamo ricostruire questo Paese», «noi non possiamo accontentarci di tornare come stavamo prima. Questa crisi deve essere l’occasione per dare finalmente il colpo di reni, con le grandi riforme che ci mancano da troppi anni. Stavolta abbiamo le risorse finanziarie per farlo, abbiamo una cornice europea che ce lo consente. È un’occasione che non dobbiamo sprecare».

Il presidente del Consiglio parla anche del centrodestra: «Quando avremo finito gli Stati generali, e avremo fatto una sintesi delle idee per il rilancio, tornerò ad offrire un patto per le riforme a Salvini e Meloni, nella speranza che vogliano lavorare insieme a noi, in uno spirito di coesione nazionale».

Omicidio Luca Sacchi, sul telefono di Anastasiya i messaggi tra la “Dea Anais” e i suoi schiavi: «Sono una padrona pretenziosa»

Nuovi dettagli emersi sull’omicidio di Luca Sacchi, il ragazzo di 24 anni ucciso lo scorso ottobre con un colpo di pistola alla testa a Roma. A tornare a parlare del giallo è stata la trasmissione di Rete 4 “Quarto Grado – Le Storie”, che ha mostrato degli screenshot salvati sul telefono di Anastasiya Kylemnyk, fidanzata della vittima e coinvolta nell’inchiesta sull’omicidio.

5285509_0928_anastasiya_kylemnyk (1)

Le immagini riportano conversazioni tra dei money-slave, uomini disposti a pagare per essere sottomessi da una padrona che si fa chiamare “Dea Anais”. La trasmissione mostra anche delle fotografie di una ragazza mascherata e vestita di pelle e calze a rete, mora e provocante, e si chiede se dietro quelle immagini possa esserci la stessa Anastasiya o se la ragazza avesse salvato quei messaggi proprio perché affascinata da quel mondo e dal denaro che vi circolava.

Sabrina Salerno, foto hot su Instagram: seno e maglietta bagnata. I fan: «Chi dice di non aver fatto zoom è bugiardo»

Sabrina Salerno regala una foto hot ai suoi fan su Instagram e dimostra che per lei il tempo sembra non passare mai. Nell’ultimo periodo la showgirl, leggendaria negli anni ’80, ha pubblica sui social diversi scatti in costume, ma con l’ultima condivisione ha definitivamente conquistato i suoi follower.

Uno scatto che ha il sapore del passato con lei, sempre in grande forma, in canottiera seguita dalla didascalia: “Black And White”, conquistando velocemente diversi like e riempendo la bacheca di commenti positivi, soprattutto da parte del pubblico femminile che la vede “Bella e libera”, mentre quello maschile nota che “Chi dice di non aver fatto zoom e’ un bugiardo”.

5283906_1508_sabrina_salerno

Un rapporto con i social molto vivo quello di Sabrina, che ha avuto il suo da fare durante il lockdown da coronavirus: “Chi esagera e mi scrive cose strane lo blocco – aveva raccontato a “I lunatici” sulle frequenze di Rai Radio2 – Questa quarantena deve aver dato un po’ alla testa ad alcune persone. C’è gente che crede di essere sposata con me, mi trattano come se fossi la moglie. Mi mandano cinquanta messaggi al giorno, mi chiamano amore mio, mi chiedono cosa faccio, come sto.

Ma sono dei casi. C’è un cinque percento di persone che blocco, che esagerano e credono che tramite social possano permettersi di dirsi la qualunque. E’ una cosa da scemi. Ma secondo me alcuni non sanno neanche che possono essere bloccati. Con la maggior parte dei follower però il rapporto è di grande rispetto”.

Belen, la confessione hot: «Quanto sesso ho fatto in quarantena? Tutti i giorni…»

Belen, la confessione hot: «Quanto sesso ho fatto in quarantena? Tutti i giorni…». La showgirl argentina, ai margini di un set fotografico, ha messo in scena una sorta di intervista hot all’amico e parrucchiere Lollo e perfino a papà Gustavo.

belen_rodriguez_intimo_sexy_hot_645

Come riporta Il Giornale, Belen su Instagram ha posto delle domande hot all’amico e al papà. «Quante volte hai fatto sesso in quarantena?», chiede Belen a Lollo. La risposta del parrucchiere spiazza tutti: «Tutti i giorni». Lei lo incalza: «Dopo quanti anni di fidanzamento ti sei sposato? 24? Lo sai che tanto poi divorzi subito».

Non è tutto. La showgirl argentina avrebbe intervistato anche papà Gustavo: «Quante volte hai fatto sesso in quarantena?». La risposta del papà: «Due volte alla settimana». Nella bizzarra intervista, i fan avrebbero colto qualche frecciatina a Stefano De Martino. Sarà così? Staremo a vedere.

Belen incontra Cecilia per la prima volta dopo la crisi con Stefano, il tenero abbraccio commuove i fan: «Stalle vicino»

Belen incontra Cecilia per la prima volta dopo la crisi con Stefano, il tenero abbraccio commuove i fan: «Stalle vicino». Veronica Cozzani, mamma di Belen, Cecilia e Jeremias, ha pubblicato su Instagram un tenero scatto che ha fatto immediatamente il giro del web.

5282278_2101_belen_cecilia

Nell’immagine, il primo incontro tra Belen e Cecilia. La sorella minore della showgirl ha trascorso infatti la quarantena a Trento nella tenuta del fidanzato Ignazio Moser. Nel frattempo, la crisi tra Stefano e Belen. Adesso, Cecilia è tornata a Milano ed è corsa subito dalla sorella. Ieri, la prima serata insieme immortalata da mamma Veronica.

Il tenero abbraccio commuove i fan e piovono commenti: «Siete sempre unite». E ancora: «Cecilia stai vicino a Belen». «Siete bellissime». Boom di like.

Alessandra Mussolini e il pacco Leroy Merlin: «Pupazzo a testa in giù con scritta “fascista di m…”, chiesto il risarcimento»

Brutta sorpresa per Alessandra Mussolini nel suo pacco Leroy Merlin. L’ex parlamentare ha ricevuto insulti e minacce su un foglio che recava la scritta “fascista di mer**” e il disegno di un pupazzo a testa in giù. La nipote di Benito Mussolini era andata al centro commerciale Porta di Roma per acquistare alcuni mobili per il suo giardino e aveva chiesto la consegna a casa. Quando ha aperto il pacco ha avuto la sorpresa. È successo il 5 giugno.

5284065_1734_alessandra_mussolini_leroy_merlin_pacco_fascista_pupazzo

Il legale della Mussolini ha raccontato l’episodio a Repubblica spiegando di aver presentato una richiesta di risarcimento a Leroy Merlin per quanto accaduto. «All’interno di una delle scatole – spiega l’avvocato – La mia assistita ha trovato un foglio con la scritta ‘fascista di m…’ e un disegno con un pupazzo a testa in giù, un chiaro richiamo ai fatti di piazzale Loreto’».

«Subito dopo – continua – Mussolini è andata a sporgere denuncia ai carabinieri di piazza Bologna e sta procedendo per chiedere un risarcimento a Leroy Merlin per quanto accaduto». Contattata da la Repubblica, l’azienda ha fatto sapere che è dispiaciuta per quanto accaduto: «Condanniamo e ci dissociamo da questo increscioso episodio. Abbiamo già avviato un’indagine interna per ricostruire l’accaduto, individuare gli eventuali responsabili (siano interni o nostri partner) e nel caso applicare provvedimenti disciplinari in merito».

Adriano Pappalardo, il figlio Laerte colpito da malore durante le riprese di uno spot: è in ospedale

Si trovava a Marina di Camerota perché impegnato nelle riprese di uno spot televisivo nel Cilento. Ma per Laerte Pappalardo, attore e figlio del noto cantante Adriano, il relax che stava provando a trascorrere sul lungomare della cittadina Costiera, è durato poco.

5283504_1333_laerte_pappalardo

Il 44enne, infatti, intorno alle 22:30 ha accusato un improvviso malore. Sul posto erano presente il padre e alcuni membri dello staff. Immediatamente attivata l’ambulanza del 118 che ha prestato i primi soccorsi all’attore. Successivamente è stato trasferito all’ospedale San Luca di Vallo della Lucania per accertamenti. Le sue condizioni non sembrano gravi.

Nancy Brilli, il dolore segreto a Io e Te: «Non mi ha mai amato, ho una voragine…». Pierluigi Diaco si commuove

Nancy Brilli, il dolore segreto a Io e Te: «Non mi ha mai amato, ho una voragine…». Pierluigi Diaco si commuove. Oggi, l’attrice romana è stata ospite nel salotto estivo di Rai1 e si è raccontata a cuore aperto, dall’infanzia al successo nel mondo dello spettacolo. Nancy Brilli ha parlato anche di un momento molto duro della sua vita.

nancybrilli_vienidame_pierluigidiaco_04175131

«Ho perso mia madre quando ero molto piccola – racconta -. Non ho mai sentito la sua presenza, ho pregato di sentirla, ma non ci sono riuscita. Convivo con la mia malinconia, è il mio troll. Quando mia madre è morta, la famiglia è esplosa, sono iniziati i litigi. Mi ha cresciuto una nonna che non mi ha mai amato particolarmente, mi vedeva come un peso. Ho una voragine per una mancanza d’amore. C’era anche una zia che mi diceva che ero volgare. Poi, il provino al Sistina per uno spettacolo di Enrico Montesano e la mia vita è cambiata».

Poi Nancy Brilli conclude parlando della fine della storia d’amore con Roy De Vita: «È stata una brutta sorpresa, avevo investito tutto in quella storia. Era il mio progetto famiglia. Sono contenta che i nostri figli siano ancora molto legati».