Amanti fanno sesso in auto, multati dai carabinieri: «Non riusciamo a vivere senza vederci»

«Non riuscivamo più a vivere senza poterci vedere»: con questa giustificazione due amanti, entrambi veronesi 40enni, si sono giustificati con i Carabinieri di San Bonifacio (Verona) implorando di non essere puniti. I militari li hanno invece multati per violazione alle restrizioni legate al coronavirus, dopo averli scoperti a consumare un rapporto sessuale in auto.

Coronavirus-sesso-1

I carabinieri, riferisce il quotidiano veronese L’Arena, li hanno scoperti mentre consumavano un rapporto sessuale in auto: quando sono intervenuti, i due erano seminudi e la vettura era parcheggiata in aperta campagna. A quel punto si sono giustificati con i militari dell’Arma implorando di non multarli. «Abbiamo una storia da mesi, non riuscivamo a vivere senza vederci, non dateci la multa, per favore», avrebbero detto, scrive L’Arena. Una preghiera che è però rimasta vana.

Coronavirus, positivo il ragazzo che aveva leccato il water di un bagno pubblico per seguire la challenge su TikTok

Si è filmato mentre leccava un water per “sfidare” il coronavirus e ora è in ospedale. Un ragazzo britannico, subito dopo il diffondersi della pandemia, ha risposto a una challange in cui si invitava tutti a sfidare il virus e a leccare tutti quegli oggetti pubblici che potevano essere regno di batteri e virus. Ora però pare che il giovane sia stato ricoverato in ospedale, in condizioni critiche, proprio perché positivo al covid-19.

coronavirus-lecca-water-positivo_25132102

La challange fu subito considerata dagli esperti “irresponsabile” e sono stati fatti diversi appelli affinché non si seguisse quell’esempio che avrebbe potuto avere delle conseguenze gravi non solo sui soggetti stessi, ma anche sui loro contatti che sarebbero poi potuti essere contagiati. A lanciarla è stata una ragazza, ma purtroppo molti sul web hanno deciso di emularla pubblicando i loro filmati.

Da ieri, #CoronavirusChallenge è stato visto che è stato visto 931,6 milioni di volte su TikTok, tuttavia, l’hashtag viene utilizzato anche dalla Croce Rossa britannica e dall’Organizzazione mondiale della sanità per condividere consigli sulla pandemia. Il social intanto ha annunciato che rimuoverà tutti i video considerati irresponsabili in questa situazione di emergenza. I casi ufficiali della Gran Bretagna ieri sono saliti a 8.077 e il bilancio delle vittime è di 422.

Il giallo del video del Tg Leonardo del 2015 in cui si raccontava del Coronavirus creato nei laboratori cinesi per attaccare i polmoni dell’uomo

Il video del programma Rai Leonardo che racconta la nascita del coronavirus in un labroatorio della Cina. Ormai impazza su tutti i telefoni d’italia in questo preciso istante. Un video che inquieta, soprattutto se visto in questi giorni. Si tratta di un video del Tg Leonardo della Rai, andato in onda il 16 novembre 2015, quasi cinque anni fa.

5132859_1903_schermata_2020_03_25_alle_19.03.40 (1)

Nel video si parla di un “super virus” polmonare creato in laboratorio in Cina, un virus creato da “pipistrelli e topi”.
Poi il conduttore, entrando nello specifico racconta: «Si tratta di una proteina presa dai pipistrelli innestata sul Virus della Sars – la polmonite acuta – ricavato dai topi e ne esce un supervirus che potrebbe colpire gli uomini». Vale la pena si chiede creare un pericolo così grande per motivi di studio?

Nel servizio si parla proprio di un «coronavirus trocato nei pipistrelli su un virus che provoca la Sars» Poi ancora più inquietante si aggiunge: «L’ibrido è adatto ad attaccare l’uomo: una precisa molecola permette al coronavirus di attaccarsi alle nostre cellule respiratorie scatenando la sindrome».

Parole che fanno impressione, che scatenano alcune domande. Innanzitutto va precisato che il video è originale, non è contraffato e non è un fake. Tutto è andato in onda normalemente.

Certo è difficile non porsi delle domande: quel virus creato in laboratorio quasi cinque anni fa, è quello con cui stiamo combattendo in questo momento in tutto il mondo? Il virus – creato proprio in Cina – è in qualche modo “scappato” dal controllo dei laboratori cinesi?

Fino ad ora – va specificato – tutte le risultanze scientifiche hanno escluso la possibilità che il SarsCov2 venga da un laboratorio, e tutti gli scienziati parlano di un contagio e di un salto di specie del Coronavirus grazie ad un ospite che ha traghettato il virus dal pipistrello all’uomo.

Ma questo video, sinceramente, lascia aperte molte domande sulle quali è lecito avere approfondite risposte.

Coronavirus, Rana aumenta stipendio ai dipendenti: «Più 25%, anche 400 euro per la babysitter»

Buone notizie per i lavoratori Rana. In un momento difficile come questo per via della pandemia di coronavirus, i pastifici dello storico marchio Giovanni Rana aumentano lo stipendio ai dipendenti: l’amministratore delegato di Rana, Gian Luca Rana, ha infatti varato un piano straordinario di aumenti salariali per 2 milioni di euro, come speciale riconoscimento dell’impegno dei 700 dipendenti presenti nei cinque stabilimenti in Italia che stanno garantendo la continuità negli approvvigionamenti alimentari.

Pastificio-Rana-coronavirus

 

Il piano, che decorre retroattivamente dal 9 marzo, coprirà anche il mese di aprile. Secondo quanto comunica l’azienda veronese, tra le misure previste vi sono una maggiorazione dello stipendio del 25% per ogni giorno lavorato e un ticket mensile straordinario di 400 euro per le spese di babysitting. Rana ha inoltre deciso di stipulare una polizza assicurativa a favore di tutti i dipendenti, compresi quelli in smart working, in caso di contagio da Covid-19, a integrazione del rafforzamento delle procedure di sicurezza e prevenzione già messe in atto dall’azienda.

Grande Fratello Vip, Paola Di Benedetto choc: «Coronavirus? Per fortuna prende solo gli anziani». Fan furiosi: «Fuori»

Grande Fratello Vip, Paola Di Benedetto choc: «Coronavirus? Per fortuna prende solo gli anziani». Fan furiosi: «Fuori». A poche ore dalla puntata di stasera del Gf Vip, su Twitter è esplosa la polemica su una presunta frase pronunciata da Paola di Benedetto sull’emergenza coronavirus.

paola

Secondo quanto riporato dai follower, dopo il comunicato di Alfonso Signorini con i dati aggiornati sui contagi e decessi in Italia, l’ex madre natura avrebbe detto: «Per fortuna prende solo i nonni che già non stanno bene. Come siamo fortunati? Pensa se avesse preso bambini e adulti».

Su Twitter, pioggia di commenti di protesta sulle presunte dichiarazioni di Paola Di Benedetto. «Quindi mia nonna che ha altre patologie può morire tranquillamente?», scrive una follower. E c’è anche chi ci va giù pesante: «Sei una str***. Pensa se prendesse ai tuoi nonni. E comunque prende anche ai bambini, devi stare zitta». Provvedimenti in vista stasera per Paola Di Benedetto? Staremo a vedere.

Così Naomi Campbell affronta il coronavirus: «Lo faccio da 15 anni, nulla di nuovo»

Anche Naomi Campbell combatte l’emergenza coronavirus: ma affrontare i germi ed evitare ogni contagio è sempre stata una sua prerogativa, dal momento che la storica top model ora 49enne è sempre stata una maniaca dell’igiene. «Non è un bel momento. E non lo faccio per farvi ridere», afferma in un video su YouTube in cui posta le precauzioni che ha preso di recente per proteggersi dal Covid19.

5118752_1601_naomi_campbell_coronavirus (1)

Non è da oggi che la diva delle passerelle è particolarmente attenta a evitare contaminazioni, specialmente quando viaggia – è dagli anni ’90 che indossa la mascherina – ma durante una recentissima trasferta da Los Angeles a New York la Venere nera della moda ha sfoderato l’artiglieria. In «Protecting Myself Against Coronavirus» la Campbell ha portato i suoi fan dal terminal del Los Angeles International all’aeroporto newyorkese JFK fornendo passo passo consigli su come evitare il contagio durante il viaggio. «Ero nervosa per il fatto di viaggiare in mezzo a una pandemia. Sono 15 anni che quando salgo su un aereo disinfetto il mio posto. Non è nulla di nuovo per me, ma questo è completamente nuovo».

Il video mostra Naomi ancora in casa vestita con una tuta di Tyvec bianca DuPont che può essere acquistata su Amazon: «Dicono che la cosa più importante è non toccare le superfici», spiega la diva della moda: «È un po’ drammatico ma è anche importante coprirsi gli occhi», ed ecco dunque che spuntano un paio di occhiali trasparenti di sicurezza consigliati dall’amica e altra top Linda Evangelista.

Seguono i guanti, indossati prima di salire in macchina per l’aeroporto e un mantello Burberry color cammello. «Viaggiando così mi sento più a mio agio. Se proprio devo viaggiare. Cerco di evitarlo al massimo ma se succede, viaggio così». In aeroporto la Campbell mette la mascherina N95: «Dicono che non serve, ma non sono d’accordo», spiega la modella ammettendo che anche lei, che pure è ipocondriaca, a fatica resiste all’urgenza di toccarsi la faccia.

Naomi non è l’unica star ad aver recentemente preso precauzioni quando ancora era possibile viaggiare agevolmente: a fine febbraio Gwyneth Paltrow e Bella Hadid lo hanno fatto mettendosi la mascherina in viaggio per la Fashion Week di Parigi. «Paranoica? Prudente? Nel panico? Placida? Stanotte dormirò cosi sull’aereo. Sono già stata in questo film. State al sicuro, non stringete mani, lavatevi le mani spesso», ha detto la Paltrow a corredo di un selfie su Instagram che fa riferimento a «Contagion», la sua pellicola del 2011 che racconta di un virus mortale che si diffonde per il mondo.

Toglie la mascherina, sputa sulla frutta e ride: la stupidità social in tempi di coronavirus

Fino a che punto arriva la stupidità sui social, ai tempi del coronavirus e dell’emergenza sanitaria che stiamo vivendo? Tra chi ignora le disposizioni del decreto e continua ad andare in giro, spunta invece chi va in un supermercato con la mascherina, la toglie e sputa sulla frutta. Il tutto per pubblicare il video delle proprie ‘gesta’ sul suo profilo Instagram, con tanto di scritta «Infettiamo».

5118844_1708_5118844_1632_coronavirus_toglie_mascherina_sputa_sulla_frutta

Il genio del giorno arriva dalla provincia di Caserta e le immagini, dopo aver fatto il giro dei social, sono state postate su Facebook dal consigliere regionale della Campania Francesco Emilio Borrelli. «Neanche l’emergenza sanitaria da Coronavirus sembra fermare la stupidità di alcuni individui che amano mettersi in mostra sui social con atti scellerati», scrive Borrelli su Facebook a corredo del video. «L’imbecillità sta raggiungendo limiti mai neanche pensati prima, il cattivo utilizzo dei social e la mania di voler essere protagonisti sta aiutando in tal senso».

«L’idiota che compie questo gesto, – spiega Borrelli – che vediamo nel video, sputa sulla frutta con il sorriso stampato sul volto, crede forse di essere divertente invece è un incosciente ed un criminale, in un momento come questo cospargere saliva e liquidi corporei è estremamente pericoloso, farlo volontariamente equivale ad attentare alla vita altrui. Abbiamo segnalato il video alle autorità in modo che questo individuo possa essere denunciato e punito in maniera severa».

IDENTIFICATO E DENUNCIATO La Polizia di Stato ha identificato e denunciato l’autore del video, diventato virale: è un 25enne casertano, a cui gli investigatori contestano il reato di procurato allarme e inosservanza ai provvedimenti dell’autorità. La denuncia è giunta dopo alcune segnalazioni, raccolte nel tardo pomeriggio di ieri dagli investigatori della Squadra Mobile. Il giovane è stato raggiunto nella sua abitazione stamattina dagli agenti della sezione «Falchi» della Squadra Mobile che lo hanno accompagnato in Questura, a Caserta, dove è stato denunciato.

«È stata una ragazzata», si è giustificato il 25enne davanti agli agenti della Squadra Mobile che l’avevano identificato. Il giovane, disoccupato, vive con la madre. Brevissima è stata l’indagine della Sezione Falchi che dopo averlo identificato se lo sono andati a prelevare nella sua abitazione. Lì è stato subito sottoposto a tampone per verificare la sua eventuale positività al Coronavirus. Il suo telefono cellulare smartphone è stato sequestrato.

Maria Elena Boschi in libera uscita… per fare la spesa

“Esco solo per fare la spesa”. Maria Elena Boschi è stata fotografata dal settimanale Chi al supermercato mentre si aggira tra gli scaffali alla ricerca di cereali, frutta e verdura. Indossa un abitino corto, stivaloni e gambe nude, cappottino blu e capelli sciolti. Ha l’aria tesa e preoccupata la deputata di Italia Viva che fa la scorta e poi sparisce in una Roma deserta.

094259282-e2df41e0-7614-42e8-b3c1-1a5e400228c8-1-768x438 (1)

Ha proposto di attrezzare le navi da crociera in ospedali galleggianti per far fronte all’emergenza coronavirus e ha aderito subito alla campagna “restiamo a casa” e “andrà tutto bene”. Il suo buon esempio è nel fare velocemente la spesa, caricare la dispensa del necessario e dileguarsi nella Capitale deserta.

Solo poche settimane fa la Boschi era stata pizzicata in compagnia di Giulio Berruti durante un pranzo romantico a Fregene. Già in passato la coppia era stata beccata insieme, ma questa volta entrambi single e molto affiatati avevano fatto pensare alla nascita di un vero amore. Chissà se in tempi di coronavirus il loro rapporto si rafforzerà e finito l’isolamento usciranno allo scoperto…

Coronavirus, Rugani e Persico positivi e in dolce attesa

“Sto bene ma invito tutti a rispettare le regole perché questo virus non fa distinzioni. Facciamolo per noi stessi, per i nostri cari, per chi ci circonda”. Così Daniele Rugani racconta di essere positivo al coronavirus e insieme alla fidanzata, Michela Persico, anche lei positiva, aspetta il suo primo figlio. “Non ho sintomi, sono sola, al momento non posso vedere nessuno. Ma ce la farò” racconta al settimanale Chi Michela Persico che ha appena superato il terzo mese di gravidanza.

123705379-23be469d-dab7-4785-ac7d-a26c60410e39

“Daniele non aveva sintomi, poi improvvisamente due linee di febbre, quasi niente, ma è partito il controllo. Positivo. Ma stava bene” racconta la Persico al settimanale Chi. Così i due ragazzi hanno deciso di vivere separati, anche se lei ora spiega: “Lui sta bene e anch’io, anche se mi è appena arrivato il risultato del test: positivo”.

Michela però ha molta paura perché prima del risultato del coronavirus aveva una splendida notizia da dare: lei e il calciatore aspettano il loro primo bebè. “Non riesco ancora nemmeno a parlarne. Ma al momento devo capire cosa succederà – spiega la Persico – Spero che il virus non incida sulla gravidanza. I medici mi hanno assicurato che non dovrebbero esserci problemi. Ma mettetevi nei miei panni: ho una paura infinita”.

Carla Bruni, il video choc: «Non abbiamo paura del Coronavirus». E finge una crisi respiratoria

Polemiche per un video «rubato» dalla tv RMC dietro le quinte della fashion week parigina, un paio di settimane fa, e finito on line, nel quale la ex premiere dame Carla Bruni scherza sul Coronavirus e sembra prendere in giro le cautele o la paura di ammalarsi. Nel video si vede la Bruni scherzare con un gruppo di amici, fra i quali Benjamin Biolay: «non siamo femministe, non abbiamo paura del coronavirus!» grida ridendo, lontano dalle passerelle.

5112626_1153_carla_bruni_coronavirus

Poi la si vede abbracciare affettuosamente Sidney Toledano, presidente del gruppo Louis Vuitton, aggiungendo ironica: «ci diamo un bacio, è pazzesco! Perché noi siamo la vecchia generazione! Non abbiamo paura di niente, non siamo femministe e non abbiamo paura del Coronavirus, nada!». Tornando verso il suo posto in platea, la ex modella e cantante dice poi ridendo: «allora guarda che faccio..» poi comincia a far finta di tossire. Le immagini hanno provocato le proteste di molti frequentatori di social network francesi.