Download!Download Point responsive WP Theme for FREE!

Latest

Jane Fonda senza trucco a 80 anni, il post su Instagram è divertentissimo

Jane Fonda bellissima e – soprattutto – spiritosa a 80 anni. L’attrice ha usato il suo profilo Instagram per condividere una foto della mattina dopo il red carpet del Lacma. La sera prima, truccata e vestita di tutto punto, sorrideva ai fotografi con un abito da urlo e i capelli perfetti.

Schermata-2018-01-22-alle-14.21.05-1090x550 (1)

Ma la vera sorpresa è la foto della mattina dopo che mostra una Fonda sconvolta mentre si prepara un toast. Niente trucco e capelli in disordine: «Non sono riuscita a tirare giù la lampo del vestito così ci ho dormito… non ho mai sentito il bisogno di un marito nella mia vita fino a questo momento». La foto, ovviamente è stata ritwittata centinaia di volte per la gioia del popolo di internet. Qualcuno si chiede se il profilo Instagram sia realmente quello di Jane Fonda. Per tutto il resto (look senza trucco e ironia), a Jane possiamo solo dire “chapeau”.

Primo robot licenziato: Fabio lavorava in un supermercato

Per chi temeva che i robot potessero sostituire l’uomo sul lavoro arriva una notizia incredibile: anche le macchine possono essere licenziate. È accaduto in Gran Bretagna, in Scozia, dove il robot Fabio era stato impiegato in un supermercato di Edimburgo per accogliere i clienti gentilmente e rispondere alle loro richieste.

3500229_1736_robot_fabio1 (1)
«Dove posso trovare la birra?», gli domandavano, ma la risposta di Fabio lasciava un po’ spiazzati: «nel reparto alcolici». La sua carriera ha quindi cominciato un rapido declino, come riferisce il quotidiano britannico “The Telegraph”. Il primo passo è stato un demansionamento: il nuovo incarico di Fabio era invitare i clienti ad assaggiare dei cibi, ma non ha retto il confronto con i colleghi umani. Mentre questi ultimi riuscivano ad attirare circa 12 clienti in 15 minuti, Fabio non riusciva che ad attirarne due.
«Sfortunatamente le prestazioni di Fabio non erano quelle attese», hanno detto al quotidiano i proprietari del supermercato. «Le persone lo evitavano». Non è accaduto lo stesso per i colleghi di lavoro, alcuni dei quali hanno pianto per il licenziamento di Fabio. Una reazione che ha sorpreso lo stesso laboratorio della Heriot-Watt University di Edimburgo, che aveva programmato il robot.
«L’episodio dimostra come sia sempre più necessario programmare i robot sulla base delle esigenze dell’ambiente e delle persone del suo luogo di lavoro», ha osservato l’esperto di Robotica sociale Filippo Cavallo, della Scuola Superiore Sant’Anna di Pisa. «Si tratta – ha aggiunto – di programmare i robot in modo da ottimizzarne le prestazioni e prolungarne l’uso».

Punto da un’ape al volante del Tir in autostrada: autista sotto shock

Punto da un’ape mentre è al volante del suo tir, un autotreno pesante, lungo la autostrada A4, un autista è riuscito a stento ad accostare dopo essersi sentito male a causa del veleno dell’imenottero entrato in circolo nel sangue.

2452373_1803_punture_4
È successo nella giornata di oggi, lunedì 22 gennaio, nel primo pomeriggio. Il conducente dell’autotreno accosta in una piazzola di sosta, prima dell’uscita del casello di Porpetto. Non perde conoscenza e riesce a chiamare aiuto da solo con il telefono cellulare. È all’interno della sua cabina di guida quando lo raggiunge l’equipe medica di una ambulanza inviata dal Sores dall’ospedale di Palmanova.
L’uomo, un cittadino croato che sta conducendo un mezzo pesante targato Zagabria trema come una foglia e viene accolto subito, in codice rosso, nel nosocomio di Palmanova. Riceve tutte le cure del caso.
Nel frattempo contatta un collega camionista connazionale che si occuperà poi del recupero del camion, mezzo pesante che trasportatava profilati di legname da consegnare a Mantova. Sul posto è intervenuta a supporto la polizia stradale di Palmanova.
Il camionista straniero per fortuna non ha subito un shock anafilattico fatale, ma la puntura gli ha causato comunque un grave malessere per cui non era in grado di guidare.
Cosciente, ha insistito con il personale medico del nosocomio per poter essere subito dimesso e tornare alla guida del suo camion nell’arco di mezz’ora, per proseguire il suo viaggio per consegnare la merce in tempo. Aveva paura di perdere il lavoro.

Tiziana Cantone, la mamma: “Femminicidio virtuale. ‘Stai facendo un video? Bravo’ ovunque, aberrante e vergognoso”

Sono passati quasi due anni e mezzo da quando la sua storia è finita, in maniera tragica, con un suicidio. Tiziana Cantone aveva 33 anni quando si è tolta la vita nel settembre del 2016, dopo mesi di inferno dovuti ad un video h0t girato e messo sul web e che le aveva rovinato il nome e la reputazione.

tiziana_cantone_suicida_645

La mamma di questa giovane e bella ragazza, uccisa dalla crudeltà di chi ha messo in giro quelle immagini togliendole la dignità, ha raccontato la storia a La Vita in Diretta. «Non mi sembra vero siano passati oltre due anni – dice – Continuo a combattere per mia figlia perché mi sento in dovere di far capire chi era davvero Tiziana Cantone, che è la vittima di quello che chiamo femminicidio virtuale e che sta prendendo sempre più piede nella nostra società».
«Tiziana sentiva molto la mancanza di suo padre, che non ha mai conosciuto e che non l’aveva mai cercata – continua – Lei soffriva doppiamente, perché sentiva il bisogno di quella protezione che solo un padre poteva darle, e io non ero in grado di farlo. Era una ragazza dolce e sensibile, ha sofferto tanto quando è morto mio padre, suo nonno, al quale era molto legato».

«Sergio, il suo compagno, a me non era mai piaciuto. La misi in guardia, le dissi che non mi piaceva, percepivo in lui qualcosa che non andava – dice ancora la mamma – quando quel video ha iniziato a girare su internet, non fu Tiziana a dirmelo ma lui. Mi disse di non preoccuparmi, di non prendere iniziative e di cancellarci da Facebook: affermò di aver individuato un responsabile».
Le indagini, racconta ancora, hanno poi accertato altro sull’uomo: «Era iscritto ad alcuni siti di scambisti, aveva amici di Forlì da cui si recava spesso insieme a mia figlia – conclude – Ciò che mi fa pensare è che spesso si dice che bisogna denunciare, non bisogna avere paura, ma mia figlia aveva presentato tre denunce. La Polizia Postale e gli inquirenti sono stati disponibili, ma l’attività investigativa è stata carente, anche perché i loro mezzi sono limitati: spesso questi siti sono registrati all’estero, bisogna fare delle rogatorie, e i tempi si allungano».
«Quello che è capitato a mia figlia non è cyberbullismo, ma un crimine. Questo della p0rn0grafia non consensuale è una violenza, una nuova forma di femminicidio: quella frase, “stai facendo un video? bravo”, è finita ovunque su internet, anche in alcune fiction, in televisione si sentiva di continuo, una cosa vergognosa, aberrante».

Belen Rodriguez, il Grande Fratello si allontana: “Si cerca un volto di maggiore esperienza”

Dopo l’Isola dei Famosi Mediaset darà al via a una versione breve del Grande Fratello, che inizialmente non era previsto ma è stato poi messo in palinsesto anche grazie agli ottimi ascolti della versione Vip, condotta da Ilary Blasi.

capelli-belen-rodriguez
Al timone della versione Nip, secondo molte indiscrezioni, doveva esserci Belen Rodriguez, ma sembra che il cammino per la showgirl si sia fatto più duro: “Il prossimo aprile, subito dopo L’Isola dei Famosi, Canale 5 trasmetterà, come annunciato dal direttore Scheri – svela Giuseppe Candela per Dagospia – la nuova edizione nip del Grande Fratello.
In queste settimane si sono rincorsi diversi nomi per la conduzione, con Belen Rodriguez in pole position. La showgirl argentina, come Dagoanticipato, avrebbe sostenuto anche un provino con la produzione. Nelle ultime ore le sue quotazioni sarebbero calate di molto, si starebbe cercando un volto di maggiore esperienza. Quale?”.

Isola dei Famosi, ecco il cast al completo. E dal passato risbucano Gaspare e Giucas Casella

Presentato da Alessia Marcuzzi, con Mara Venier e Daniele Bossari come opinionisti e un inviato in Honduras (Stefano De Martino), il 22 gennaio inizierà la quarta edizione targata Mediaset dell’Isola dei famosi.

cast-isola-696x398 (1)
Da Giancarlo Scheri, direttore di Canale 5, è arrivata la conferma ufficiale del cast: sarà un un mix esplosivo di belloni e bellone, (Francesco Monte, Marco Ferri, Paola Di Benedetto, Rosa Perrotta, l’influencer Chiara Nasti), di ex gieffini (Filippo Nardi, Francesca Cipriani e Jonathan Kashianian), di maghi e sensitivi (Giucas Casella e Craig Warwick).
Ci sono poi l’ex pornostar Eva Henger, l’ex di Max Biaggi Bianca Atzei, le showgirl Alessia Mancini Cecilia Capriotti e l’attrice Nadia Rinaldi (magrissima per l’occasione), l’olimpionico di pallanuoto Amaurys Pérez e Nino Formicola, che insieme al compianto Andrea Brambilla formava il duo “Gaspare e Zuzzurro”.

De Martino a Verissimo: vorrei altri dieci figli

C_2_box_52273_upiFoto1F (2)Non è ancora il momento di pensare agli outfit per L’Isola dei Famosi: beccato qualche giorno fa per le vie di Milano, Stefano De Martino stava scegliendo il look per Verissimo.
Una bella intervista per l’inviato in Honduras, che con la conduttrice Silvia Toffanin ha ripercorso le tappe fondamentali della sua carriera e soprattutto della vita privata. L’ottimo rapporto con l’ex moglie Belen Rodriguez non lascia spazio ad altro gossip: Stefano De Martino è single e si gode la vita. “Me la godo come quando uno va in pensione” ha dichiarato riferendosi alle tante esperienze, matrimonio, figlio e divorzio inclusi.
Santiago (“Il più bel regalo che Belen mi ha fatto”) potrebbe però non rimanere figlio unico: il bel napoletano ha confessato di avere intenzione di diventare padre di ben 10 figli. “Almeno una decina, se no che faccio da vecchio?” ha scherzato il 28enne: “Ho ancora un sacco di tempo!”.

Bello e impossibile, il suo stile casual piace a molte, ma Stefano De Martino sembra essere sbrigativo nelle sue scelte di look. Il giorno prima di Verissimo, è stato paparazzato nella boutique di Maison Margiela in Via della Spiga, mentre sceglieva l’outfit per la puntata.
In merito all’Isola, De Martino ha detto: “Non ho ancora fatto la valigia, la farò come sempre il giorno prima di partire. Dimenticher

Loredana Lecciso lascia Al Bano dopo 18 anni. Oggi: “C’è lo zampino di Romina”

Dopo 18 anni di unione e due figli, proprio quando sembravano a un passo dal matrimonio, Al Bano e Loredana Lecciso si sono lasciati. Secondo quanto anticipa il settimanale “Oggi”, in edicola domani, a mettere la parola fine al loro amore sarebbe stata la stessa Lecciso.

al-bano-romina-e-loredana

Il tutto sarebbe scaturito dopo le immagini pubblicate da Romina di lei e Al Bano in giro per mercatini di Natale tra cuori e frasi d’amore.
Decisive anche le mancate risposte chiare di Al Bano: mentre un paio di mesi fa aveva dichiarato «Amo Lory, chiedo rispetto per la nostra famiglia», oggi preferisce tagliare corto: «Non voglio entrare in questa bolgia».
Il 12 dicembre, scrive dettagliatamente il settimanale, da Amburgo (dove Al Bano e Romina Power si trovavano per un concerto) Romina posta foto di lei e Al Bano in giro per mercatini di Natale tra cuori e frasi d’amore. In quei giorni Loredana è tra Milano e Pavia (dove vive suo fratello) e decide di restarci. Poi l’escalation, con il Natale e il Capodanno da separati, e le mancate risposte chiare di Al Bano: mentre un paio di mesi fa aveva dichiarato «Amo Lory, chiedo rispetto per la nostra famiglia», oggi preferisce tagliare corto: «Non voglio entrare in questa bolgia».
Secondo Oggi, la decisione della Lecciso è anche a difesa dei figli Jasmine e Bido: hanno 16 e 15 anni, stanno sui social, guardano la tv e leggono i giornali. Traducendo: subiscono questi exploit, i messaggi trasversali, le foto postate solo per sfruculiare nervi e rancori. Li subiscono tre volte: quando li vivono in casa, quando diventano argomenti da talk e quando uscendo di casa hanno conferma che sì, tutti ne parlano.

Chiara Ferragni e Fedez, la foto del bacio al pancino fa il giro del web. “Il più bel Natale di sempre…”

È un Natale speciale quello di Chiara Ferragni e Fedez. La coppia più popolare dei social è infatti in attesa del piccolo Leone. E a Natale hanno deciso di condividere la gioia con i fan con una foto tenerissima…

3448028_1114_schermata_2017_12_25_alle_11.13.51

Nello scatto pubblicato su Instagram, il rapper milanese bacia il pancino di Chiara, che cinguetta felice: “Il più bel Natale di sempre…”.
Neanche a dirlo, i fan apprezzano lo scatto. E salutano i propri beniamini con una pioggia di like.

Vittorio Cecchi Gori colpito da ischemia e problemi cardiaci, ricoverato al Gemelli: è gravissimo

Vittorio Cecchi Gori, storico produttore cinematografico ed ex presidente della Fiorentina, è stato ricoverato in rianimazione al policlinico Gemelli di Roma in prognosi riservata per un problema cerebrovascolare. Secondo quanto si apprende, le sue condizioni sono state definite serie ma stabili. Cecchi Gori è giunto in ospedale a causa di una ischemia cerebrale. In conseguenza di questa condizione si sarebbero verificati, si è appreso in seguito, anche alcuni problemi cardiaci.

Foto Virginia Farneti / LaPresse 28-10-2008 Roma Spettacolo Trasmissione Maurizio Costanzo Show Nella foto Vittorio Cecchi Gori Photo Virginia Farneti/Lapresse 28-10-2008 Rome Entertainment Tv Show Maurizio Costanzo Show In the photo Vittorio Cecchi Gori

È ora ricoverato in terapia intensiva. I figli Mario e Vittoria Cecchi Gori con la madre Rita Rusic, ex moglie, sono in partenza da Miami per Roma dove arriveranno domani in tarda mattinata. I figli chiedono il massimo riserbo per la privacy per le condizioni di salute del padre, rende noto all’ANSA l’ufficio stampa della famiglia, Angelo Perrone. Vittorio Cecchi Gori, nato a Firenze 75 anni fa, insieme con il padre Mario ha scritto una pagina della storia del cinema italiano: decine di film, dai cinepanettoni di successo al botteghino agli Oscar vinti con Il Postino (migliore colonna sonora) e La vita è bella (tre premi: miglior film straniero, colonna sonora e attore protagonista Roberto Benigni).
Un impegno forte anche nello sport con la presidenza della Fiorentina dal 1993 al 2002 (con due Coppe Italia e una Supercoppa italiana) e in politica con l’elezione a senatore nel 1994 nelle file del Partito Popolare Italiano. Ma dalla fine degli anni Novanta iniziano anche i problemi economici e giudiziari che porteranno Cecchi Gori a perdere gran parte del suo patrimonio e la stessa Fiorentina (dichiarata fallita) e a dover passare un periodo in carcere per il crac Safim (condanna a sei anni per bancarotta nel febbraio 2013). Per l’altro crac, quello della società «cassaforte» del suo gruppo, la Finmavi, Cecchi Gori ha avuto una condanna a 7 anni nell’ottobre 2013 per un fallimento da 600 milioni di euro.
L’ex produttore era tornato a Firenze solo alcune settimane fa. In un bar del centro aveva avuto un’accoglienza sorprendente da parte dei tifosi viola. «Vittorio, ricomprala tu la Fiorentina», era stato l’invito dei tanti venuti a salutarlo. Aveva sorriso quando avevano intonato in coro: «Un presidente, abbiamo un presidente….». «Come sto? Lei come mi vede?’, aveva risposto a chi gli chiedeva come si sentisse. »Bene«. »Infatti, sto bene….«, aveva affermato, mentre aspettava un pò di vecchi amici in piazza della Repubblica, la stessa dove fin da bambino veniva con i genitori, Mario e Valeria.