Genitori Renzi, il file Lalla e i segreti di Tiziano e Laura: «Nipoti e amici tra i prestanome»

4310396_1009_renzi_genitori_domiciliari_ultime_notizie (1)Una rete di prestanome e, per la procura, la certezza che a gestire il giro di cooperative progressivamente fatte fallire per favorire la Eventi 6 ci fossero i coniugi Renzi. Un piano «professionale», scrive il gip nell’ordinanza d’arresto. E ripercorre le accuse a carico dei genitori dell’ex premier citando le parole dei testimoni, le mail trovate sul computer di Laura Bovoli e le intercettazioni. Un teste ha dichiarato, a proposito della coop Marmodiv, che «era governata da prestanome… tutti nel settore sanno che è riconducibile ai Renzi, in particolare a Tiziano Renzi e alla moglie… Poi c’era anche Andrea Conticini, cognato di Matteo Renzi, che guidava Eventi 6».

E ancora: «Le fatture che mi avete esibito sono false. Mi fu chiesto di aprire una partita Iva ed emettere le fatture». Carlo Fontanelli, sentito nel 2016, ha detto che gli era stato proposto di assumere la carica di addetto agli automezzi per Delivery. Si sarebbe ritrovato nominato amministratore, a sua insaputa: «A maggio 2010 la signora Bovoli mi dice che l’azienda è stata ceduta a una nuova compagine sociale e che volevano confermarmi addetto agli automezzi… Io volevo prima conoscere i nuoci soci. Lei mi dà il numero di tale Pasquale Furii, ho provato a mettermi in contatto… si rese irreperibile». Fontanelli ha aggiunto di avere poi scoperto «di essere stato nominato a sua insaputa consigliere di amministrazione e che, dunque, aveva sporto querela».

LE MAIL
Agli atti le mail che, per l’accusa, dimostrano il ruolo di gestione svolto dai Renzi. Quasi tutte nel file chiamato Lalla – per gli inquirenti Laura Bovoli – nel computer di Roberto Bargilli. Come quella inviata dalla Bovoli a Simone Verdolin: «Ti allego nota credito e mastrino…. Zipoli quando lo riterrete opportuno convocherà l’assemblea dei soci». Il gip sottolinea anche che le modalità di costituzione della società Delivery sono state sospette: «Alcuni dei soci costitutori hanno riferito di non conoscere neppure il nome della società ricordando solo di essersi recati da un notaio in Firenze per apporre delle firme». Come Lavinia Tognaccini, all’epoca studentessa di Belle Arti. Ha detto «di essere stata contattata da Tiziano Renzi, amico di famiglia» e che «si era recata su sua indicazione dal notaio senza chiedere spiegazioni». È stata sentita anche Cristina Carbot, nipote dei Renzi». Ha detto «di aver partecipato alla costituzione della coop su richiesta di un uomo di cui non sapeva le generalità».

E poi le intercettazioni: nel marzo 2018, Daniele Goglio racconta di avere acquisito la gestione della Marmodiv «in virtù di un favore personale». Di quel favore parla con un altro interlocutore. Dice che Renzi senior gli avrebbe detto «capisco che ti ho messo in una situazione di disagio… per me è un grossissimo piacere…. in qualsiasi modo posso fare per ricambiare do la precedenza a te su qualsiasi cosa». Mentre Tiziano Renzi in persona, parlando con Conticini della Eventi 6, dice: «bisogna mandar via Pino e mettere quell’altro». Parole che, per l’accusa, dimostrano «l’interessamento» nelle decisioni legate alla coop.

Per Emma un amore Mondiale

4102828_1437_emma_marroneEssere qui non è mai scontato. Non per Emma Marrone. Non per chi continua a inseguire qualcosa di nuovo, per chi non si accontenta. Essere qui – BooM Edition, giura, «è l’atto finale di un progetto che ho voluto portare avanti in prima persona». Quattro canzoni d’amore (Mondiale, Incredibile voglia di niente, Nucleare e Inutile Canzone, brano che segna il ritorno di Emma come cantautrice) e ora anche una rivista. Boom, un’esplosione di emozioni, racchiusi in otto racconti dove Emma si racconta nel profondo, senza segreti. La musica resta al centro, il resto ruota intorno.
«L’amore muove tutto: muove la voglia di farcela nella vita».

Non si rischia mai di essere banali scrivendo d’amore?
«Si può risultare banali parlando anche di politica. Sono sempre i modi a fare la differenza. Ascolto un sacco di brani di denuncia, che di intelligente e di interessante non hanno niente».

Per Emma cos’è l’amore?
«È saper aspettare. Perché quando dai amore, lo ricevi anche. Magari ci mette un po’ più di tempo, fa tutti i giri che vuole, ma quando torna, arriva in una maniera così potente, che ci fa ripaga di tutti i sacrifici che abbiamo fatto, delle battaglie che abbiamo perso, di tutte le volte che siamo cascati per terra. Io aspetto, aspetto da tanto…».

Quando è il momento migliore per scrivere una canzone?
«Io do sempre il meglio di me quando sono nella merda. Anche questa rivista, questi 8 capitoli, tutto il lavoro che ho fatto, è uscito quando mi sono sentita alle strette».

A gennaio disse che Essere qui era il lavoro più bello della sua carriera.
«Continuo a pensarlo, continuo a credere che sia il disco più ispirato. Perché devo cambiare idea? Mi devo omologare per dire che va tutto bene? Voglio continuare a fare quello che sogno di fare, a modo mio…».

Se ne frega ancora di tutto come ha scritto sul suo braccio?
«Tutto ciò che ho addosso mi rappresenta. Sono un’impunita, lo dico sempre, ma quel me ne frego (je m’en fous, ndr) non significa essere una persona arrogante e fregarsene di quello che dicono gli altri. Io ascolto, ma me ne frego nella forma in cui non mi faccio piegare dall’opinione degli altri, anche se so che è difficile quando fai questo mestiere. Con il tempo ho imparato a leggere tutto, ma a mantenere il mio equilibrio e la mia coerenza».

In Mondiale scrive che: Esiste un’altra vita, esiste un’altra strada. Qual è la sua?
«Ci potrebbero essere tante strade, bisogna solo avere il coraggio di imboccarle. Ormai scegliamo quelle che sappiamo dove vanno a finire. Abbiamo smesso di desiderare e di rischiare. Io sono nata storta e l’autostrada mi annoia: l’abitudine è la tomba dei sentimenti per questo non mi voglio accontentare. Se una si lascia andare all’abitudine, vuol dire che ha perso la voglia di riscoprirsi».

Tante strade, ma la direzione è sempre la stessa?
«La direzione non cambia mai. Il rispetto per il mio lavoro, la voglia di fare musica, di collaborare con i migliori musicisti, portare la qualità sul palco. Per quella che è uscita dai talent e non avrebbe fatto molta strada, queste sono grandi soddisfazioni…».

I grandi vecchi della musica credono che venga premiato più il personaggio che la musica…
«Io voglio ricordare ai grandi vecchi della musica, che per fortuna non sono tutti, che alla loro epoca c’era il Cantagiro, Castrocaro e Sanremo che era l’Amici di oggi. Prima i cantanti per diventare famosi passavano da Sanremo, non dimentichiamocelo…».

Ha qualche insicurezza?
«Da morire. Però è giusto che la gente pensi che non ne abbia. Quando la gente si fa un’idea di te, da una parte è un limite, dall’altra hai tante possibilità di stupirla magari con una canzone, con un racconto».

Indossa mai maschere?
«Non porto maschere. Le mie fragilità le tiro fuori quando voglio, quando sono pronta a farlo e con chi voglio io».

Che cos’è la felicità?
«Non lo so. Non l’ho ancora toccata. A volte magari ti sembra di averla raggiunta, ma è una cosa talmente effimera, che nemmeno te ne rendi conto. La felicità potrebbe essere anche quello che ho mangiato poco fa, ma è già passato. Credo di più nella serenità».

E come va con quella?
«Ci sto lavorando. Quando si è abbastanza turbolenti come me, è abbastanza normale avere degli alti e bassi, però fondamentalmente sono molto serena, perché so di essere una persona fortuna a cui non manca niente».

Fortunata?
«Ci sono tanti giovani che non hanno nemmeno più la forza e il coraggio di sognare. Io invece no, ho un sogno nella vita, l’ho sempre avuto e non smetterò di averlo soprattutto ora che l’ho portato a casa…».

Grazie alla pubblicità abbiamo scoperto anche un lato sexy di Emma…
«La femminilità è una cosa che ho scoperto negli anni con la maturità e con la consapevolezza e anche iniziando ad amare di più il mio corpo. A 34 anni mi vedo più bella di come mi vedevo a 20, quindi adesso mi faccio molto meno problemi a mostrarmi».

Si aspettava di piacere?
«In realtà no. Avevo molta paura del giudizio delle donne che spesso sono più cattive degli uomini e spesso con me non sono mai molto carine. Per fortuna hanno apprezzato l’aver visto in me una ragazza normale. In ogni caso, anche nel tempo dei like, non ho paura di non piacere».

Claudia Galanti ritrova l’amore: «Fidanzata con Luca Baronchelli». E’ lex di Cecilia Rodriguez ed Elenoire Casalegno»

claudia-galanti-luca-baronchelli_07151218Un nuovo amore (segreto) per Claudia Galanti, Luca Baronchelli. Da tempo infatti, come riportato da Leggo.it, la showgirl, ex naufraga dell’Isola dei Famosi, era uscita dal miro degli obbiettivi fotografici dei paparazzi nostrani per ritirarsi in Francia a fianco del suo ex marito Arnaud Mimmran. Ora Claudia lasciato Arnaud ed è tornata in Italia, sembra per un nuovo corso di cucina, ma pare che la buona tavola non sia l’unico motivo del suo ripensamento.

Nel cuore della Galanti ci sarebbe infatti un nuovo fidanzato, già noto alle cronache gossip: quel Luca Baronchelli che già aveva rapito i cuori di Cecilia Rodriguez ed Elenoire Casalegno. A svelare i segreti d’amore dell’ex isolana “Chi”: “Torna in Italia Claudia Galanti. Con il pretesto di un nuovo corso di cucina la showgirl – fa sapere la rivista diretta da Alfonso Signorini – ne ha approfittato per trascorrere del tempo con il suo nuovo amore italiano: il giovane imprenditore Luca Baronchelli, già ex di Cecilia Rodriguez ed Elenoire Casalegno. I due si frequentano in gran segreto da un mese.

Fedez, Chiara Ferragni e e il linguaggio in codice: «Quando lasciamo il rubinetto del bagno aperto, vuol dire che…»

4028061_2114_fedez_chiaraferragni_bagno_rubinetto_apertoFedez e il linguaggio in codice con Chiara Ferragni. I Ferragnez, novelli sposi, sembrano avere un’intesa perfetta e, a loro dire, avrebbero sviluppato anche dei “messaggi segreti” per scambiarsi informazioni nel corso della loro vita quotidiana. In una delle ultime stories di Instagram, Fedez avrebbe spiegato cosa vuol dire quando lasciano il rubinetto del lavandino del bagno aperto.
Nel filmato Fedez e Chiara Ferragni sono nel bagno della loro casa di Los Angeles. Lui è in piedi a torso nudo di fronte al lavandino con il rubinetto aperto e lei è in ginocchio davanti a lui. Fedez spiega malizioso: «Vorrei chiedere alle coppie se anche voi avete questo messaggio in codice. Noi quando lasciamo il rubinetto dell’acqua aperto vuol dire che sta succedendo qualcosa…». Il rapper probabilmente si starebbe riferendo ai “bisogni fisici”. Chiara, imbarazzata, nega subito. Ma Fedez rincara la dose: «Ma è appena successo quel qualcosa…».
«Non è vero», ribatte l’influencer, mentre il cantante ride divertito. Insomma, i Ferragnez con le loro stories di vita quotidiana continuano a far impazzire i fan.

Aida Nizar, svelati tutti suoi segreti: dal carcere al bullismo verso i concorrenti del reality spagnolo

aida-nizar-grande fratello_10200523Su leggo.it le ultime notizie su Aida Nizar, tra polemiche e consensi, è stata l’ultima concorrente eliminata dalla casa del Grande Fratello. Questa nuova edizione Nip è nata tra moltissime polemiche e scandali, anche provocati dalla stessa Aida. Personaggio pruriginoso, scomodo a volte, da alcuni odiato da altri amato e supportato a causa degli atti di bullismo subiti nella casa, ma chi è in realtà Aida?
Alberto Dandolo nel suo articolo su Dagospia racconta la storia di una delle concorrenti più chiacchierate del GF. Lei stessa aveva detto che non sarebbe mai spuntato fuori nulla della sua vita privata, ma non è proprio così. Dandolo ha scoperto che Aida avrebbe preso un cachet pari a 60 mila euro per partecipare al reality, ma la sua vita è fatta anche di qualche ombra. Aida ha avuto problemi legali: ha falsificato un documento all’università per far fare alla sorella i suoi esami, escamotage che le è costato 6 mesi di reclusione e oltre 5 mila euro di multa. Ma l’ex gieffina pare ci abbia anche riprovato, almeno ha tentato, con la dichiarazione di una falsa data di nascita per la partecipazione a un reality che le ha causato altre beghe legali.

Pare Aida sia stata amante di importanti uomini della politica spagnola. Dandolo, ritrovando articoli di El Pais, sostiene che la donna sia stata anche motivo di scompiglio nel mondo politico iberico. Dopo il GF spagnolo partecipa al L’isola dei famosi spagnola e si rende protagonista di un incidente diplomatico tra Spagna e Messico, tanto che a causa del suo atteggiamento irriverente Mediaset fu costretta a chiedere in modo ufficiale scusa all’ambasciata spagnola in Messico.

Non migliora la situazione quando Aida partecipa al Grande Fratello Vip spagnolo. In quella edizione, oltre agli scontri con Marco Ferri, la Nizar si sarebbe resa protagonista di teatrini che non le fanno molto onore, e tra i tanti colpi di scena, avrebbe addirittura gettato le sue feci contro un altro inquilino.

Barbara dʼUrso: “Pomeriggio 5 e Domenica Live sono mie creature, non le lascio”

Instancabile e innamorata del suo lavoro, Barbara d’Urso alla presentazione del suo libro ‘Quanti anni mi dai? I miei segreti per essere bella sempre’ (Mondadori) ha ribadito l’affetto nei confronti delle sue ‘creature’, come le chiama lei: “Le casalinghe si rivedono in me e io cerco di rispecchiarmi in loro, faccio la tv che mi piacerebbe vedere, Pomeriggio 5 e Domenica Live nascono con me e non le abbandonerò mai”.

13245225_1095222470550514_7217026495107884333_n

La conduttrice ha i suoi piccoli segreti per mantenersi in forma e macinare ore di diretta: “Sono sempre stata salutista. Inoltre tutte le mattine mi rubo un’ora e mezza (mi sveglio 6.45) per fare danza o pilates e restare tonica. Danzare è la mia passione, lo faccio da quando ho 5 anni.
Nonostante le critiche “agli haters non rispondo, spero che prima o poi siano più sereni”; la d’Urso può contare su un pubblico fedele che la segue ogni giorno: “Sono 40 anni che faccio tv e con Pomeriggio Cinque faccio ancora il 20% degli ascolti: non si vedevano questi dati da dieci anni. La gente capisce che sono come mi vede. Le mie faccette sono così, la mia faccia è questa. Il mio viso entra in empatia con le emozioni di chi ho davanti, io vivo di emozioni”.

Belen Rodriguez e Corona, riesplode la passione: “Incontri segreti di notte a casa di Fabrizio”

Con la conduzione di “Piccoli Giganti”, proprio a fianco dell’ex marito, sembrava esserci uno spiraglio di riavvicinamento fra Belen Rodriguez e Stefano De Martino.
Quando si parla di Belen i gossip sono tanti e ora ci sarebbe un nuovo colpo di scena.

belen-rodriguez-fabrizio-corona-foto-maldive

Secondo “Diva e donna” infatti la showgirl starebbe frequentando il suo storico ex, Fabrizio Corona, e i due si sarebbero visti in gran segreto di notte a Milano per ben due volte: “Belen – scrive la rivista – si dice single e a Milano rivede, di nascosto, proprio Fabrizio. È già successo. Per due volte. “Diva e donna” può svelare, in esclusiva, questi incontri, confermati da fonti certe e vicinissime a Corona; lui e la bella argentina finora si sono visti solo in piena notte, a casa di Fabrizio. E ora assumono nuova luce anche gli intrecci delle scorse settimane. Lei che si era ravvicinata al calciatore Marco Borriello, definito “il primo amore”; e lui che aveva deciso di uscire con Mariana Rodriguez, proprio la “rivale” di Belen. Lo avevamo già scritto e il cerchio si sta chiudendo: sembra tutto un gioco della gelosia”.

Gabriel Garko e il mistero dell’esplosione della villa: “Indagano i servizi segreti dell’est”

L’esplosione della casa in cui abitava Gabriel Garko ha fatto molto parlare.
L’attore ora è sul palco di Sanremo ma lo choc per lui, come ha fatto sapere appena accaduto il fatto, è stato grande.

Gabriel-Garko

Quello che è successo è ancora avvolto nel mistero e secondo “Novella2000” il fatto avrebbe interessato addirittura i servizi segreti: “L’esplosione avvenuta nella villa di Gabriel Garko – fa sapere la rivista – ha messo in allarme i sevizi segreti dei Paesi dell’Est che starebbero indagando sulla vicenda. Pare siano coinvolti alcuni personaggi legati ai commerci con la Russia, ma tutti sembrano non volerne parlare. Compreso Garko”.