Robbie Williams completamente nudo sulla cover del nuovo album

Mentre allo Stadio Bentegodi di Verona è tutto pronto per accoglierlo, il 14 luglio per l’attesissimo concerto già tutto esaurito, Robbie Williams sorprende i suoi fan mostrandosi completamente nudo sulla cover del suo nuovo album “Under The Radar Volume 2” in uscita entro l’anno e in pre-order sul suo sito. L’irriverente popstar lo ha annunciato con un video su YouTube: “È una raccolta di canzoni di cui sono estremamente orgoglioso ma che non ho incluso nei precedenti album…”.

C_2_articolo_3083518_upiImagepp (1)

Uno scatto da dietro, senza veli, mentre si arrampica su un enorme albero, così Robbie Williams si presenta ai fan sulla copertina di “Under The Radar Volume 2” e nel video in cui ne annuncia l’uscita spiega che si tratta di canzoni mai pubblicate, di cui va molto orgoglioso: “Sono straordinarie, ma non sono mai state pubblicate perché succede che ci si perda nei vicoli del ‘questa dev’essere per forza una hit o tutti moriranno’. Così, preso da questi stati d’animo, molte grandi canzoni vanno perse. Ma ora eccole qui!”.

Gianni Morandi precipita giù dal palco mentre canta “Mi fai volare” con Rovazzi

PALERMO – Brutta caduta per Gianni Morandi, volato giù dal palco mentre cantava “Mi fai volare” con Fabio Rovazzi.
Al concerto di Radio Italia a Palermo il cantante stava indietreggiando sulle note della canzone quando con un piede è precipitato nel vuoto.

fabio-rovazzi-e-gianni-morandi-a-radio-italia-live-1-e1498844001922-740x349.jpg.pagespeed.ce.44dzFiCRD6

Morandi è uscito indenne dall’incidente dopo che le persone lo hanno aiutato a risalire e da vero showman ha continuato a cantare. Dopo l’esibizione sul palco del Foro Italico a Palermo ha anche accennato qualche verso di alcune sue storiche canzoni.
Secondo indiscrezioni circolate successivamente nel backstage, Morandi potrebbe essersi slogato una caviglia. Nel frattempo sui social la notizia e le immagini non sono passate inosservate. “Gianni Morandi prende troppo sul serio le sue canzoni”, “Morandi interpreta le canzoni… alla lettera”, e poi “Gianni insegnaci a essere immortali”.

Jennifer Lopez resta piegata durante lo show: non riesce a rialzarsi dopo il casquet

Gli anni passano ma a guardare lei non si direbbe: Jennifer Lopez, 47 anni e non sentirli, continua a brillare nel firmamento dello showbusiness. Attrice, cantante e ballerina, Jenny from the Block ha conquistato il mondo grazie a talento e bellezza (e un lato B “no filter” che a Kim Kardashian fa un baffo ancora oggi).

2490590_1733_jlo (1)

Ma non sono più gli anni Novanta: il fisico c’è e si vede ma l’età pure e qualcosa, durante una recente performance, è andata storta, a cominciare dalla sua povera schiena. In minidress e stivali glitterati (che lasciavano poco spazio all’immaginazione delle sue forme) Jlo si stava esibendo in un medley di grandi successi in quel di Las Vegas, un live impeccabile nonostante le coreografie a perdifiato, con tanto di scivolata sulle ginocchia da vera rocker. Eppure, il finale della coreografia le è costato più di qualche livido: Jennifer, infatti, non è riuscita a risollevarsi dal casquet. Ci sono voluti pochi secondi perché i ballerini intorno a lei si accorgessero che qualcosa non andava. Nonostante il crampo, Jlo è rimasta sul palco e portato a termine il concerto: the show must go on.

Manchester, gaffe in diretta della Rai sul concerto ‘One Love’ con Ariana Grande: ecco cosa è successo

Operazione riuscita solo parzialmente quella di trasmettere One Love Manchester su Rai 1 domenica 4 giugno: a stonare, scorrendo i cinguettii sui social, qualche gaffe di Franco Di Mare e Andrea Delogu, chiamati a commentare l’evento.

Manchester gaffe in diretta della Rai sul concerto One Love con Ariana Grande ecco cosa è successo_05094519

Il concertone fortemente voluto da Ariana Grande dopo l’attentato di due settimane fa è stato pieno di emozioni e migliaia sono state le persone accorse all’Old Trafford per gridare ‘Io non ho paura’. Peccato che mentre il resto delle televisioni mandava in onda lo show alle 19.55, in Italia si è preferito dare priorità al tg1 e poi dare la linea a Di Mare e Delogo alle 20.35. Il giornalista e la speaker non sono apparsi del tutto a loro agio, spesso i commenti alle performance di One Love Manchester sono stati giudicati eccessivi o fuori luogo e il ritmo che la coppia ha tenuto non ha rispettato la dinamicità e il brio percepiti sul palco: così almeno si percepisce dando uno sguardo ai tweet.

Ariana Grande a Manchester: biglietti finiti in 20 minuti per il concerto ‘One love’ con Coldplay e Justin Bieber

Tutto esaurito in tempi lampo per il concerto di beneficenza per le vittime della strage terroristica di Manchester e le loro famiglie in programma domenica 4 giugno nel grande stadio del cricket di Old Trafford, nella città inglese: mega evento promosso dalla pop star Ariana Grande, protagonista suo malgrado dell’attentato del 22 maggio avvenuto al termine d’una sua esibizione, e numerosi altri idoli dei giovanissimi (Justin Bieber, Katy Perry e Miley Cyrus fra i tanti).

2479035_1613_ariana

Lo rende noto l’ente incaricato di vendere i biglietti e di destinarne il ricavato per conto dell’amministrazione locale di Manchester, precisando che i tagliandi emessi sono andati “sold out” nel giro di una ventina di minuti. Aggiungendo che un numero di posti (l’impianto ne contiene 50.000) resta riservato per chi era presente al concerto della Grande del 22 e volesse esserci allo show domenica, ribattezzato “One Love Manchester”.
Guerra senza quartiere invece, ha detto un responsabile del servizio di biglietteria interpellato dalla Bbc, ai tentativi di piazzare qualche tagliando individuati su eBay.

Fedez e Chiara Ferragni, gli amici contro il rapper: “Per te è troppo tamarro”

Fedez e Chiara Ferragni, dopo la dichiarazione d’amore con richiesta di matrimonio durante un concerto, sono diventati la coppia del momento.

5d7a6c8a-0102-4fd0-80a4-dcd9156b5869

I due sono seguitissimi sui social, ma sembra che ci sia qualcuno che remi contro il loro amore: “Sono i “Giulietta e Romeo” dell’era social – fa sapere Novella2000” a firma di Carlo Mondonico – amatissimi e seguitissimi, ma c’è qualcuno che rema contro il grande amore che lega Chiara Feragni a Fedez .
E sono proprio alcune delle persone più vicine alla bionda blogger che ha seguaci in tutto il mondo. Alcuni amici di Chiara, che come lei spopolano su Instagram come influencer di look e tendenze, non fanno altro che parlare male di Fedez, ritenuto troppo “tamarro” per una ragazza come lei, famosa nel mondo per i consigli di stile e moda. Questi amici, alcuni presenti ai festeggiamenti del trentesimo compleanno della Ferragni a Venezia, e anche all’Arena di Verona quando il rapper le ha chiesto di sposarlo, sono gelosissimi perché da quando è arrivato lui nella vita di Chiara per loro c’è sempre meno posto. E per qualcuno di questi “amichetti” c’è un pizzico di invidia: anche loro subiscono il fascino di Fedez e dei suoi tatuaggi e spesso fanno di tutto per dimostrarglielo. Chissà se lui si è accorto?”

Matrimonio Fedez-Ferragni, Selvaggia su Fb: “Invidiosa? Siete nel giusto ca**o…”

La notizia del giorno, nel mondo della cronaca rosa, è ovviamente la spettacolare proposta di matrimonio fatta ieri sera da Fedez a Chiara Ferragni, durante il concerto all’Arena di Verona. E sul web i commenti impazzano.

2424855_1534_lucarelli_ferragni_fedez (1)

Tra tutti, quello che ha attirato di più l’attenzione è il post ironico di Selvaggia Lucarelli, che su Facebook ha commentato in punti il matrimonio dell’anno.
“Se il compleanno della Ferragni va avanti da una settimana, mettiamoci l’anima in pace: il matrimonio probabilmente comincerà il primo giugno e a capodanno ci sarà il taglio della torta”, questo uno dei simpatici commenti.
E a chi la definisce invidiosa, Selvaggia risponde: “Cioè, fatemi capire, davvero pensate che vorrei avere 30 anni, vivere a Los Angeles, guadagnare 8 milioni di euro l’anno, dovermi occupare solo di come vestirmi e truccarmi? No perché sappiate che se lo pensate, se solo lo pensate … siete nel giusto cazzo. (Fedez e ‘ste pagliacciate però no, non gliele invidio)”.

Chiara Ferragni e Fedez, l’anello di fidanzamento

Chiara Ferragni ha detto sì. Un trentesimo compleanno impossibile da dimenticare quello della blogger, che dopo i festeggiamenti organizzati nei minimi dettagli si è vista travolta da un imprevisto sorprendente: Fedez, suo compagno da meno di un anno, le ha chiesto di sposarlo interrompendo il concerto all’Arena di Verona.

2424622_1059_fedez_chiara_ferragni_anello (1)

Come era facile aspettarsi per la coppia più social del web, l’hashtag #FedezeChiara è subito entrato nelle tendenze di twitter.
E sempre tramite i social, ecco svelato il pegno d’amore del rapper per la sua futura sposa: un anello con diamante che non passa inosservato.

“Guidavo io, poi ho sentito la mia faccia coperta di sangue…”. Paola Turci dalla D’Urso racconta il suo grave incidente

“Stavo andando dalla Sicilia alla Campania perché dovevo fare un concerto. Guidavo io. L’unica volta in trent’anni di carriera che ho guidato io andando a un concerto. Ero in un momento infelice della mia vita ma mi sentivo onnipotente. A un certo punto, ho guardato il telefono”.

1431338191_paola_turci_dichiarazioni_incidente

Paola Turci a Domenica Live, racconta l’incidente avvenuto nel 1993.
“Quel giorno avevo chiamato tutti. Ero al telefono ma si staccava spesso. Ho guardato un istante la spina del telefono. Il mio driver ha urlato: attenta! Ho visto il guardrail che stavo per sfiorare, ho sterzato, ho visto un fosso. Non andavo veloce, ero a 120. Sterzo. Ho pensato: Vado a sinistra e sbattere la macchina al guardrail, si fermerà. Non lo ha fatto. Ho chiuso gli occhi. La macchina ha cappottato. Ho sentito tutta la faccia aperta, come quando l’acqua batte sul viso sotto la doccia, sentivi gli zampilli di sangue sulla faccia. Mi sono detta subito: Calmati. Sentire la faccia aperta e il sangue era surreale. Tutte le cartoline con il mio nome e cognome, che erano in auto, hanno cominciato a invadere la strada. Passavano poche persone ma hanno capito e hanno cominciato a fermarsi. Io non vedevo nulla ma li sentivo urlare: Paola Turci, Paola Turci”. Un incidente tremendo ma già venti giorni dopo la Turci mostrava di nuovo tutta la sua energia.
“Per due anni mi sono usciti vetri dalla faccia. Mi definivo la vetraia. Ho avuto tredici operazioni: 12 solo nell’occhio, una sulla guancia”.
In quel periodo, la cantante si è trasferita a Milano per le operazioni frequenti.
Poi si parla di musica.
“Mi avevano proposto di cantare Almeno tu nell’universo. Quando ho saputo che la cantava Mia Martini, che io adoravo, sono stata molto contenta. Poi abbiamo vinto il premio della Critica insieme. È stato così emozionante”.
In studio la sorella di Paola.
“Io ero Calimero da piccola però ero simpatica – racconta la cantante – Mia sorella era il mio riferimento di bellezza”.

Aereo russo caduto nel Mar Nero: ancora viva ipotesi terrorismo

Si seguono tutte le piste, inclusa quella dell’attentato terroristico, nelle indagini sull’aereo militare russo precipitato nel Mar Nero con 92 persone a bordo. Tutti morti i passeggeri, tra i quali i componenti del Coro dell’Armata Rossa. Il velivolo, un Tupolev 154 del ministero della Difesa in viaggio verso la Siria dove il coro avrebbe dovuto tenere un concerto nella base russa di Latakia per le truppe dislocate nel paese, si è schiantato all’alba, due minuto dopo il decollo da Sochi.

download-29

«È prematuro fare qualsiasi speculazione al momento» sulle cause del disastro, ha dichiarato in una conferenza stampa il ministro dei Trasporti russo Maxim Sokolov. Tuttavia, ha aggiunto, gli investigatori «stanno valutando tutte le piste, inclusa quella terroristica». In precedenza il capo del commissione Difesa del Senato russo, Viktor Ozerov, aveva escluso «totalmente la tesi dell’attentato». Vladimir Putin ha promesso «un’inchiesta approfondita sulle cause del disastro» e ha proclamato per domani, 26 dicembre, il lutto nazionale. Il presidente siriano Bashar al Assad ha inviato un messaggio di condoglianze al leader del Cremlino esprimendo «profondo dolore e tristezza». Circa 3.000 soccorritori sono al lavoro sul luogo dell’incidente nel Mar Nero con elicotteri, droni e imbarcazioni. I rottami sono sparsi in un’area di 1,5 km lungo la costa, alla profondità di circa 50-100 metri, fino ad ora sono stati recuperati dieci cadaveri.
La lista delle vittime include 8 membri dell’equipaggio, 8 militari, due civili, un membro di un’organizzazione umanitaria internazionale, 9 giornalisti e i 64 membri del Coro dell’Armata Rossa. Fondato nel 1928, è conosciuto in tutto il mondo. Nel 2004 si esibì in Vaticano per i 26 anni del pontificato di Giovanni Paolo II e nel 2013 accompagnò Toto Cutugno al Festival di Sanremo. A bordo c’era anche Yelizaveta Glinka, in Russia nota con il soprannome di Dottor Liza per il suo impegno umanitario nell’est dell’Ucraina e in Siria. La sua fondazione Spravedlivaya Pomoshch (Just Help) ha fatto sapere che si trovava sul volo militare per portare un carico di medicine in un ospedale siriano.