Carabiniere ucciso a Foggia, Salvini pubblica la foto del killer: «Un infame, non merita di uscire di galera»

4427732_1543_carabiniere_ucciso_salvini«Io sono contro la pena di morte, ma un infame che ammazza un uomo, un Carabiniere, che sta facendo il suo lavoro, non merita di uscire di galera fino alla fine dei suoi giorni». Lo ha scritto il ministro dell’Interno Matteo Salvini pubblicando la foto di Giuseppe Papantuono, il pregiudicato 64enne che ha ucciso il carabiniere Vincenzo De Gennaro a Cagnano Varano (Foggia).

La faccia insanguinata, tenuto a terra sull’asfalto da un agente che gli pone un ginocchio sulla schiena. È la foto che ha postato sul suo profilo facebook il ministro dell’Interno Matteo Salvini commentando la vicenda del carabiniere Vincenzo De Gennaro.
Un’altra foto postata dal ministro stringe sul primo piano dell’uomo arrestato per l’omicidio sempre a terra.

Imbrattata con la vernice rossa la sede della Lega Nord. Salvini: “Questi compagni mi fanno pena”

I muri della sede della Lega Nord in via Bellerio sono stati imbrattati all’alba con vernice rossa da un gruppo di persone che poi hanno diffuso il video.

SEDE LEGA NORD VIA BELLERIO  IMBRATTATA

Secondo il segretario provinciale di Milano Davide Boni si tratta di un’azione messa in atto «dai soliti, beceri, usurpatori di democrazia e proprietà altrui, quelli che da cinque anni stanno facendo il bello e il cattivo tempo nella nostra città, gli stessi che esprimono atti intimidatori verso chiunque la pensi diversamente da loro, come nel caso delle minacce ricevute per il convegno con Marie Le Pen di domani sera».«Questa volta avremo una presa di posizione ufficiale da chi governa Milano, o un silenzio complice? – continua Boni – Qualunque sia la risposta, la nostra resta: avanti, senza paura».
«La democrazia dei kompagni contro la sede #Lega di Milano. Mi fanno paura? No, mi fanno pena». Così il leader della Lega Nord Matteo Salvini, ha commentato con un tweet l’imbrattamento dei muri di via Bellerio.