Giulia De Lellis e il presunto sfogo contro Belen: «Se parlo rovino famiglie». E la showgirl argentina lancia una “frecciatina”

«Se parlo rovino famiglie». Parole molto forti da parte di Giulia De Lellis, che si è sfogata in alcune stories su Instagram. Non è la prima volta che l’influencer usa i social per lanciare “frecciatine” e i fan sospettano che questa volta si riferisca a Belen Rodriguez. Non fa nomi, ma i diretti interessati molto probabilmente hanno capito di aver scatenato la furia di Giulia. Proprio lei che da persona tradita (da Andrea Damante) ha avuto la sua rivalsa pubblicando un libro di successo dal titolo “Le corna stanno bene su tutto”.blog-italia-news-belen-rodriguez-giulia-de-lellis-gossip-italia-news-660x330 (1)

«Devo stare zitta, perché se parlo io rovino famiglie, rovino un sacco di cose, quindi io continuerò a stare zitta per il bene di tutti quanti», ha detto lasciando intendere che dietro ci siano avances o presunti tradimenti. «Potete dormire sonni tranquilli perché non ho voglia di rovinare nessuno, di fare polemiche. Ovviamente questo messaggio è per persone che sanno perfettamente di cosa sto parlando», ha aggiunto.
Felicemente fidanzata con Andrea Iannone, ex della showgirl argentina, ha concluso con ironia: «Vorrei solo essere lasciata in pace a fare le mie cose. Mi dispiace per voi quando provate a farle come le mie e vi riesce malissimo, in una maniera alquanto imbarazzante. Ma comunque in bocca al lupo per tutto, per me è un grandissimo onore essere un esempio anche per voi. Quindi anche se fate delle figure di merda incredibili continuate a farlo, vi fa onore, è bello. Comunque non vi arrendete».

I fan di Giulia De Lellis non hanno perso tempo e si sono messi alla ricerca di chi avrebbe fatto arrabbiare il loro idolo. C’è chi ha pensato a una ex fiamma di Andrea Damante, ma diversi indizi farebbero propendere per Belen . La showgirl argentina ha pubblicato una stories insieme al figlio Santiago in cui critica il filtro “Top Model”: «Va bene tutto, ma vi pare normale parlare con questo filtro? Anche mio figlio appare deformato». Queste parole sono sembrate una ripicca nei confronti di Giulia. A ricorrere a questo filtro, infatti, è la De Lellis.

Fabrizio Corona in carcere, appare un messaggio su suo profilo Instagram: «Insieme…»

4387430_1733_fabriziocorona_carcere_messaggio_instagramFabrizio Corona in carcere, sul suo profilo Instagram appare un presunto messaggio di incoraggiamento. Poco fa, sulle storie di Instagram dell’ex re dei paparazzi è apparso un video in cui scorreva questo messaggio in inglese: «L’unione ci rende forti. Insieme». Lo stesso messaggio era stato condiviso ieri come post. Ecco cosa sta succedendo.

Si tratta di un messaggio firmato con il marchio Adalet, firmato dallo staff. Apparentemente un messaggio pubblicitario, le parole sembrerebbero però dedicate al brutto momento che sta passando Fabrizio Corona, titolare del marchio. Una sorta di incitamento ai fan a stringersi attorno all’ex re dei paparazzi. E i commenti dei follower non si fanno attendere. «Ormai lo mettono in carcere anche se butta una sigaretta». E ancora: «Se la legge si fosse accanita contro i mafiosi e i politici corrotti come ha fatto con Fabrizio Corona, l’Italia sarebbe un posto migliore».

Il giudice ha deciso lo stop dell’affidamento, concesso più di un anno fa, per una serie di violazioni delle prescrizioni anche legate a sue apparizioni in tv. L’avvocato Chiesa ha precisato che il magistrato che ha preso questa decisione, Simone Luerti, «è una gran brava persona e non poteva fare altro».

Rosa Perrotta, nuovo attacco a Giulia De Lellis: «Deve stare al suo posto, non sa niente»

pietro-tartaglione-e-rosa-perrotta-contro-giulia-de-lellis-e-andrea-damante-scontro-social-volano-gli-insulti-l-avvocato-ma-la-smettete-di-fidanzarvi-solo-per-le-copertine-e-scoppia-il-caos__730__000181154Qualche giorno fa c’era stata una lite social che aveva coinvolto Pietro Tartaglione e Rosa Perrotta da una parte e Giulia De Lellis assieme al ritrovato fidanzato Andrea Damante dall’altra. Tutto era iniziato per una battuta di Pietro sulle coppie che tornano insieme per le copertine e poi era partito il botta e risposta sulla rete.

Tutto sembrava archiviato ma ora Rosa è tornata sull’argomento Giulia De Lellis. L’ex tronista ed isolana ha difeso il fidanzato: “È stata offensiva nei nostri confronti – ha fatto sapere in un’intervista a “Nuovo Tv” – io sono dovuta intervenire: non deve permettersi. Ha detto a Pietro che era un disperato perché è andato in tv a raccontare della gravidanza, facendo credere che tra noi ci fosse una crisi, cosa non vera. Lei non sa niente di noi, deve stare al suo posto”.

Poi ha parlato anche di Andrea Damante: “Si è intromesso, ha insultato Pietro via messaggio. Il mio fidanzato gli ha detto di darsi una ridimensionata, perché non è il caso di offendere le persone e di credersi chissà chi. Ognuno ha il diritto di esprimere la propria opinione ma con rispetto”.

La figlia di Giuliano Gemma a Vieni da me, Creig Warwick: «Oggi ho visto il fantasma di tuo padre, ho un messaggio per te»

giuliano-gemma-vera-balivo-creig-warwick_19152830«Mio padre mi manca». Si commuove Vera Gemma, figlia del grande Giuliano a “Vieni da me” su Rai Uno. Ospite di Caterina Balivo nel giorno della festa del papà ricorda l’attore scomparso in un incidente nel 2013. Alla fine dell’intervista il sensitivo Creig Warwick ha sorpreso il pubblico e l’attrice mostrando il bigliettino che lo spirito di Giuliano Gemma avrebbe lasciato per la figlia.

«Oggi ho visto tuo padre – ha spiegato in diretta Warwick – mi ha detto di prendere l’auto dieci minuti dopo. Se l’avessi prima sarei stato coinvolto in un incidente che è avvenuto questa mattina. Poi mi ha detto di dirti di non piangere perché lui sta bene ed è sempre con te. Siede sul divano davanti alla televisione». Il sensitivo ha a quel punto consegnato un bigliettino con delle parole in inglese e dei disegni.

La conduttrice e Vera Gemma, colte di sorpresa, hanno poi entrambe commentato. «Sul biglietto che ti darà in privato c’è un disegno e non ho mai visto Craig lasciare questo tipo di messaggi», ha dichiarato la Balivo. «Mio padre faceva così ovunque. Prendeva dei bigliettini e ci disegnava sempre. Grazie di tutto», ha concluso Vera Gemma sorridendo.

Giuliano Gemma ha interpretato oltre cento film ed è stato lanciato nel cinema grazie al genere western. «Tutte le bambine sono innamorate dei loro papà, ma io lo sono stata molto di più. Mio padre era bellissimo e io sono stata fortunata. Mi ha insegnato l’umiltà»

Amici, l’ex ballerino Marcus Bellamy condannato a 20 anni per l’omicidio del fidanzato

4361736_2011_amici_ex_ballerino_condannato_20anniMarcus Bellamy, l’ex ballerino professionista che si sarebbe esibito ad Amici fino al 2009, sarebbe stato condannato a 20 anni di carcere per l’omicidio del fidanzato. Lo riporta Fanpage. Su Leggo.it le ultime novità.

I fan più affezionati del programma di Maria De Filippi si ricorderanno di Marcus Bellamy, ballerino professionista, che si sarebbe esibito con Daniel Ezlarow. Poi avrebbe lavorato anche nel corpo di ballo di Alessandra Amoroso. Dai siti stranieri è arrivata la notizia della condanna. L’ex ballerino sarebbe stato condannato a 20 anni di carcere da un tribunale del Bronx, a New York, con l’accusa di aver assassinato il suo compagno, Bernardo Almonte.

Il delitto risale al 2016. All’epoca Bellamy era tornato da molto tempo negli Usa e aveva una relazione stabile con la vittima. Nell’agosto di quell’anno, il ballerino fu arrestato con l’accusa di aver strangolato a morte il fidanzato. Bellamy avrebbe poi ammesso l’omicidio con un messaggio inquietante su Facebook.

Bellamy avrebbe dichiarato: «Perdonatemi. L’ho fatto perché vi amo. Vi amo tutti. Amavo anche lui. Mi ha detto che l’amore e l’odio sono la stessa emozione. Perdonatemi. Non so quello che faccio. L’ ho fatto per amore. Per Dio. In cielo». E poi rivolto ai genitori della vittima: «Voglio scusarmi con la famiglia. Bernardo era molto speciale e non meritava quello che gli è successo. Mi avete chiesto perché. Vostro figlio e io fumavamo insieme un sacco di crystal meth. Io pensavo che vostro figlio fosse il diavolo. Non volevo fare quello che ho fatto. Voglio chiarire questo. Ho adorato Bernardo. Mi ha portato fuori dalla mia depressione. Non volevo distruggere qualcuno».

Chiara Ferragni, spuntano le foto di 10 anni fa: «Quando mi dicevano, nessuno ricorderà il tuo nome»

unnamed (1)Chiara Ferragni, l’influencer italiana più famosa del mondo, idolo di tanti ragazzi che come lei vorrebbero trovare successo sul web come nella vita, manda un messaggio ai suoi 15 milioni di follower. L’imprenditrice moglie di Fedez partecipa al tormentone social #10yearchallenge pubblicando alcuni scatti che la ritraggono 10 anni fa.
«Questa ero io nel 2009, l’anno che ha cambiato la mia vita per sempre – scrive – Avevo 21 anni, studiavo diritto internazionale all’università Bocconi, vivevo in un monolocale di 40 metri quadri a Moscova e lavoravo part time come modella. Stavo investendo tutti i miei soldi in borse e viaggi di design e sognavo di trovare la mia strada verso il mondo e diventare qualcuno. Avevo un debole per le borse e l’eyeliner di Balenciaga. Stavo già pubblicando la mia vita su Internet, specialmente su Flickr, e stavo già affrontando troll e nemici che cercavano di abbattermi».

«Poi – prosegue – nell’ottobre 2009, ho deciso di acquistare la mia prima vera macchina fotografica (vedi la foto n.9), avviare il mio blog, @theblondesalad e, passo dopo passo, è cambiata la mia intera vita. Alla giovane Chiara di 21 anni del 2009 vorrei dire questo: è ok non aver capito tutto e capire la tua vita a poco a poco, è ok non sentirsi bene il 100% delle volte ed è molto saggio godersi i momenti bui anche perché fanno parte del processo. Goditi il ??viaggio verso ciò che fai Chiara più giovane e ricorda sempre che se segui il tuo cuore non commetterai mai errori. E a tutte le persone che ti diranno “Nessuno ricorderà il tuo nome tra 6 mesi” in questi anni . Oh bene, nel 2019 sarai in grado di ricambiare il sorriso e dire loro che stavano sbagliando».

Nainggolan, minacce a moglie e figlie dopo il presunto audio in cui direbbe di voler tornare a Roma

4193400_1110_nainggolan_minacce_figlieRadja Nainggolan è finito al centro del mirino. Prima la sospensione per motivi disciplinari e la conseguente esclusione per la partita dell’Inter contro il Napoli, poi il presunto audio choc dove il belga, la cui veridicità non è stata confermata, dichiarava di voler tornare alla Roma. Ora lo sfogo della moglie Claudia Nainggolan: «Insulti e minacce alle nostre figlie sul mio profilo».

«Permettetemi di dire una cosa», scrive nelle stories di Instagram la moglie di Nainggolan. «Consideranto tutti gli insulti e le minacce che arrivano sul mio profilo. Io sono Claudia e tutto ciò che scrivete lo leggo io e nessun altro. Per quanto riguarda le minacce a me e alle mie figlie, è veramente disgustoso!». Gli haters hanno rivolto tutta la loro rabbia sul profilo personale della moglie anche in seguito alla chiusura dell’account ufficiale del centrocampista dell’Inter.

Da ieri sui social stanno impazzando tre brevi audio di una voce che parrebbe essere quella dell’interista: sembra un messaggio vocale watsapp, nel quale Nainggolan si rivolge a un interlocutore imprecisato. «Mamma mia, sto a fà un macello qua… Voglio tornà», si sente dire nell’audio attribuito al giocatore belga, che sembra essere un riferimento al desiderio di tornare nella Roma. «Boh, mò da quanto sò amico di Totti, magari spingerà lui… Ma poi dovrei fare un casino qui per potermene andare, capito?». «Mi danno tutti per finito… Ma va bene – prosegue un altro audio – tanto ho sempre dimostrato sul campo e poi alla fine sono sempre stati zitti. Ma, se tra un pò mi vengono a leccare il c**o, alcuni interisti, ti giuro che gli rompo il c**o a tutti».

Elisa Isoardi, disavventura in autostrada: «Ma continuo a mantenere il sorriso»

4176749_2149_elisa_isoardi_carroattrezzi_autostradaElisa Isoardi e la piccola disavventura in autostrada. La conduttrice de “La Prova del Cuoco” ha documentato sui social, sul suo profilo Instagram per la precisione, il suo sabato sera alternativo. Aveva altri programmi, come quello di andare a cena fuori, ma è rimasta bloccata per un bel po’ di tempo dopo aver bucato una ruota.

Ha spiegato ai followers di aver avuto un imprevisto e ha corredato il messaggio con una foto in cui appare sorridente, nonostante tutto: «Quando buchi sull’autostrada ma continui a mantenere il sorriso», ha scritto. Fortunatamente è arrivato il carroattrezzi a soccorrerla, a riparare il mezzo e a trascinarlo via dall’autostrada.

«Fortuna che c’è la polizia, fortuna che c’è il carroattrezzi. Sabato sera sul carroattrezzi… il signor Michele stava uscendo per una cenetta… peccato! Anche io», scrive nel post successivo pubblicando una foto in compagnia del suo eroe.

Randi Ingerman, il dramma della malattia: «Se vado in crisi, mi picchio la faccia»

randi-ingerman-eta-getty-1217Randi Ingerman rivela il suo dramma. «Sono appena tornata da Miami. Mia sorella, che non ha neanche 50 anni, era malata da 20, stava morendo. Ha avuto il trapianto di rene che le serviva, grazie a un giovane di 17 anni che purtroppo ha perso la vita. Io oggi credo ai miracoli». Randi Ingerman a Domenica Live racconta la sua storia e la sua malattia. Soffre infatti di crisi epilettiche.

«Ho avuto la prima crisi nel 2009 – dice – ma se capita solo una volta ti dicono che magari era stanchezza, esaurimento. Poi sono stata male dopo che il mio compagno mi ha lasciata, sì lasciano anche me… Fino a oggi ho avute 160 crisi. Mi propongono un intervento al cervello, molto pesante, sono terrorizzata. Io cerco di reagire. Mi hanno trovato già due volte quasi morta in casa».

Randi Ingerman entra nei dettagli delle crisi: «Mi prende una crisi, se sono da sola mi picchio la faccia, chiamo un’ambulanza. Io dico a tutti: soffro di epilessia, se mi vedi che tremo mettimi così.. Io vivo da sola, ho un amico un compagno non so come definirlo ufficialmente, ma non viviamo insieme. E comunque quando vivevo con un compagno è successo, io ero in bagno, lui guardava la partita, non mi ha sentita. Le crisi durano un minuto, un minuto e mezzo. Il mio messaggio è: non dobbiamo vergognarci di starci male».