Virginia Raggi è il sindaco più social del mondo: quasi un milione di amici su Facebook, 200mila su Instagram

4237046_0836_virginia_raggi_facebookCon quasi un milione di follower su Facebook, è Virginia Raggi la sindaca più seguita del web. La prima cittadina di Roma, a metà del suo mandato, ha conquistato 927.307 follower guidando la classifica dei sindaci più famosi nel mondo sui social. E il risultato vale doppio: perché Roma ha molti meno abitanti (circa 2,8 milioni) di molte città competitor.

Dopo di lei, il collega di Londra (città che quasi nove milioni di abitanti), Sadiq Khan, con 721.664 follower. Poi, a scalare: Ada Colau Ballano, sindaca di Barcellona, a quota 378.009 (un milione e 620 mila abitanti); Bill De Blasio (New York, 8,6 milioni di residenti) con 253.173 persone che lo seguono; la parigina Anne Hidalgo che ne ha 201.438; la sindaca di Madrid, Manuela Carmena 180.785 (3,141 milioni); e la prima cittadina di Tokyo Yuriko Koike 139.365 (con più di 13 milioni di cittadini).

Tornando in Italia, il sindaco di Napoli Luigi De Magistris vanta 395.690 follower; la piemontese Chiara Appendino ne conta 209.441; Federico Pizzarotti, a Parma, ha raggiunto la soglia dei 106.59; Beppe Sala, a Milano, 106.593; Antonio De Caro, a Bari, 85.530. Dietro il successo social della Raggi, che quanto a like nel Bel Paese supera pure il premier Giuseppe Conte (911.127 contro gli 835.521 del presidente del Consiglio) di certo c’è la sua storia: il primo sindaco donna della Capitale, la prima rappresentante dei 5 Stelle a governare una realtà complessa come Roma, un’esperienza di governo che, tra alterne vicende, è comunque stata costantemente sotto i riflettori. Ma la sindaca dedica molto del suo tempo ai social: video, condivisioni, informazioni e persino la chat con i cittadini. Tutti elementi che l’hanno portata ad essere la regina dei social.

Certo è che, prima della corsa a sindaco, a parte l’esperienza come consigliere comunale di opposizione, anche sui social era una normale cittadina. Poi l’exploit, iniziato in campagna elettorale e che da allora – complici anche i continui flussi di informazioni e video su Fb – non si è mai fermato. Contagiando anche Instagram dove l’inquilina del Campidoglio vanta 180 mila amici.

Barack Obama entra nella classifica Billboard con un remix gospel

C_2_articolo_3183674_upiImageppBarack Obama è entrato nella classifica R&B di “Billboard”, grazie al remix gospel di un brano tratto dal celebre musical “Hamilton”. L’ex presidente degli Stati Uniti è infatti al 22mo posto con “One Last Time (44 Remix)”. Il brano, pubblicato dal creatore di “Hamilton” Lin-Manuel Miranda, fa parte di una serie di contenuti chiamati “Hamildrops”, che hanno lo scopo di raccogliere fondi per organizzazioni no-profit.

Il brano (il cui titolo “44 Remix” è un omaggio a Obama, che è stato il 44° Presidente degli Stati Uniti) è una collaborazione tra il cast di “Hamilton”, l’attore Christopher Jackson, il musicista gospel BeBe Winans e l’ex Presidente, che recita il discorso d’addio di George Washington .

Non è la prima volta che Obama conquista le classifiche Billboard. Nel 2009 “A Moment in History: The Inauguration of Barack Obama” finì al sesto posto per vendite di dvd, mentre ‘Pop Off’ di JX Cannon featuring Obama nel 2015 arrivò al decimo posto nella classifica Twitter degli artisti emergenti.

Montalbano imbattibile anche in replica: l’episodio con Belen vince contro la finale dell’Isola

belen-rodriguez-nell-episodio-il-campo-del-vasaio-de-il-commissario-montalbano-195796Nemmeno la finale dell’Isola dei Famosi riesce a superare gli ascolti del Commissario Montalbano, anche se in replica. L’episodio della serie tratta dai romanzi di Andrea Camilleri, infatti, dal titolo Il campo del vasaio, con 6.472.000 telespettatori e il 26,5% di share, ha consegnato gli ascolti della prima serata di ieri a Rai1. La finale della tredicesima edizione del reality di Canale 5 ha ottenuto invece 4.545.000 telespettatori e il 26,4% di share.

Terzo gradino del podio per Rai3 dove Report è stato visto da 1.518.000 telespettatori pari al 5,9%. Su Rai2 Criminal ha ottenuto 1.255.000 telespettatori pari al 4,9% di share, mentre Batman Begins su Italia 1 è stato visto da 1.149.000 telespettatori e il 5,2%. Su Retequattro Anche gli angeli mangiano fagioli ha totalizzato 645.000 telespettatori e il 2,8% mentre La7 con Atlantide ha conquistato 431.000 telespettatori e uno share del 2%.

Chiudono la classifica degli ascolti del prime time di ieri Tv8, che con Un weekend da bamboccioni ha avuto un seguito di 331.000 telespettatori con l’1,3%, e Nove, che con il film Until Death – Fino alla morte ne ha ottenuti 205.000 e lo 0,8%.

Chi è Mariano Di Vaio, l’italiano “influencer n°1 al mondo” incoronato da Forbes

Mariano-Di-Vaio-shooting-in-Capri-for-the-current-advertising-campaign-of-NohowForbes ha incoronato il 28enne umbro Mariano Di Vaio influencer uomo numero uno al mondo nella classifica ufficiale degli under 30 che contano. Regna al primo posto per la categoria retail/e-commerce nel settore moda con oltre 11 milioni di followers sui social.
CHI È MARIANO DI VAIO Imprenditore ed icona di stile mondiale, oggi il top influencer Mariano Di Vaio nasce il 9 maggio 1989 ad Assisi. All’età di 18 anni si trasferisce a Londra per ricavarsi uno spazio come testimonial e ambassador, poi a New York, dove frequenta una rinomata scuola di recitazione. Nel 2011 decide di tornare in Italia dove inizia a guadagnarsi la fama internazionale lavorando per alcune importanti case di moda: dalla pubblicità di Roberto Cavalli a campagne con Hugo Boss, Gucci, Tommy Hilfiger e Omega.
Oggi, insieme alla collega Chiara Ferragni, è considerato il re del mondo digital. Mariano è sposato con Eleonora Brunacci, avvocato di Perugia, con cui nel novembre 2016 ha avuto un figlio, Nathan Leone, già baby star icona paragonato dai media americani al figlio di Tom Cruise e Katie Holmes; nel febbraio 2018 Mariano dichiara in un’intervista esclusiva rilasciata a Vanity Fair che la moglie è incinta del secondo figlio.

Elettra Lamborghini diventa una cantante, primo singolo esplosivo per l’ereditiera

lamb-1024x576Elettra Lamborghini debutta nel mondo discografico con “Pem Pem”, un singolo spumeggiante che aspira a scalare la classifica dei tormentoni estivi. Bella, ricca, simpatica e intelligente, in questi anni è riuscita a conquistare migliaia di fan in tutto il mondo grazie ai social network.
L’influencer aveva persino rifiutato la partecipazione a “L’Isola dei Famosi” sperando di lanciare la sua carriera musicale. Nei mesi scorsi ha partecipato alla registrazione del remix di “Lamborghini”, uno dei singoli estratti dal Gentleman, mentre il suo brano “solista” è stato rilasciato oggi dopo essere stato presentato per la prima volta live il 22 gennaio durante l’half-time show NBA allo Staples Center di Los Angeles.
Elettra Lamborghini ha poco più di vent’anni, si è anche fatta conoscere per la sua partecipazione al Gran Hermano VIP (in pratica la versione spagnola del Grande Fratello) e per aver partecipato al docu reality Super Shore.

Adele, la Sony è pronta a coprirla dʼoro con un contratto da 90 milioni di sterline

Per Adele è sempre un periodo d’oro. Nel vero senso della parola. La cantante britannica sarebbe infatti in procinto di firmare un contratto con la Sony Music per 90 milioni di sterline, cifra che la porterebbe a essere l’artista più pagata di sempre del Regno Unito. A rivelare la notizia è il “Sun”, che cita una fonte all’interno del colosso musicale: “Ci siamo assicurati Adele, che senza dubbio è la più grande star musicale della sua generazione”.

1441100886_adele_shooting_magra

Se Adele dovesse firmare il contratto scalzerebbe in testa alla classifica degli artisti britannici più pagati Robbie Williams che nel 2002 ha ricevuto dall’etichetta Emi “soltanto” 80 milioni di sterline, mentre nel 2001 Whitney Houston si fermò a 70 milioni.
La cantante è l’unica a raccogliere cifre di vendite paragonabili a quelle dell’età gloriosa del pop. In tempi di streaming (ma Adele non ha concesso i diritti per il suo album), download e crisi della discografia, il suo ultimo lavoro, “25”, ha già superato i 20 milioni di copie vendute. Se passasse alla major Sony sarebbe una svolta epocale perché uno dei tratti distintivi del fenomeno Adele è quello di avere avuto questo straordinario successo con un’etichetta indipendente, la Xl.