Posa con Valeria Marini, il commento choc dell’ex bomber: “Il toro e la vacca”

Una foto in cui posano sorridenti insieme e un commento poco carino a corredo su Instagram per due vere e proprie icone degli anni ’90.

2501874_2043_pasquale_luiso_valeria_marini_toro_vacca (1)

Stiamo parlando di Valeria Marini e di Pasquale Luiso, l’ex bomber noto soprattutto per la carriera in A con la maglia del Vicenza di Guidolin. Il ‘Toro di Sora’, come lo chiamano ancora oggi i tifosi di tutte le squadre in cui ha militato, indossa una maglia molto particolare, con un Gianni Agnelli in versione hipster tatuato. Questo, però, non è niente in confronto alla didascalia scelta da Luiso per pubblicare la foto su Instagram. Sfruttando il suo soprannome, infatti, l’ex attaccante si lascia andare a questo commento: “Il toro e la vacca”.

Il ‘ritocchino’ di Cristiano Ronaldo fa infuriare i tifosi: “Pensi solo all’aspetto fisico”

Forse dovremmo abituarci a vedere scene di questo tipo: uno tra i calciatori più forti al mondo che si sottopone ad un trattamento estetico, proprio come succede ad attori, showgirl e personaggi del mondo dello spettacolo vari ed eventuali.

2047126_schermata_2016_10_26_a_14.27.04

E’ quanto ha fatto la stella del Real Madrid, Cristiano Ronaldo: ha postato sul suo account Instagram un’immagine che mostra il campione mentre si sottopone ad una sorta di maschera facciale, dal costo di migliaia di euro. I tifosi non hanno apprezzato per niente la foto e hanno subissato CR7 di insulti e commenti negativi: forse dovrà trascorrere ancora qualche tempo per abituarci a vedere scene come questa.

Il prete che a messa dice “Forza Napoli” “Gesù? Tifa per gli azzurri ”

Don Marco Beltratti, parroco 46enne della Chiesa “Nostra signora del Sacro Cuore” di Napoli, quartiere Vomero: il suo “Sempre Forza Napoli” detto sull’altare ha fatto il giro del web, se l’aspettava?
“Potenza della Rete e della Fede. Ma anche del mio Napoli, finalmente primo in classifica. Però non è una novità, i miei parrocchiani sanno che dico così ogni domenica a conclusione della messa più popolare, quella delle ore 11”. “La verità? Mi danno grandi soddisfazioni. Qui al Vomero ho 30.000 fedeli, sono quasi tutti tifosi del Napoli.

1506640_20160125_114629_prete-napoli

Prima, invece, guidavo una parrocchia con troppi juventini e milanisti…” Quindi il suo Forza Napoli alla fine della messa era, per così dire, meno gradito?
“Diciamo di sì. Ma il mio tifo per gli azzurri è una passione irrefrenabile, oltre che nota a tutti. Sana e sincera come il cielo azzurro. Diciamo che sono di fede cattolica e di fede di battesimo, perché il Napoli lo seguo fin da quando ero in fasce”. Quando ha capito che stava diventando una star social?
“Stamattina, per puro caso. Ogni lunedì faccio il giro dei siti web che parlano di calcio. Ad un certo punto mi sono accorto della notizia del prete tifoso in chiesa e sono andato a vedere il video. Non immaginate la mia sorpresa. Ho detto: ma quello sono io!!!. Poi si sono scatenati i commenti sul mio profilo Facebook” Come concilia la sua passione per il Napoli con il ruolo di parroco?
“In maniera semplice e naturale. Gesù ci ama, quindi ama anche le nostre passioni. Io ho quella per il Napoli, quindi per me anche Gesù tifa Napoli”. Allora è davvero l’anno buono per lo scudetto?
“Lo diciamo solo alla fine del campionato. Meglio stare con i piedi per terra”. Però se dovesse accadere…
“Festeggio, ci mancherebbe. Ma fuori dalla chiesa”. Andrà allo stadio?
“Ci sono andato per anni, avevo addirittura l’abbonamento. Ora frequento meno gli spalti, ho troppe cose da fare per i miei parrocchiani. Soprattutto per i bambini, anzi per loro ho riaperto un piccolo campetto e organizzo anche le partite, perfino qualche torneo. Lo sport è importante, fa comprendere i valori del rispetto e dell’amicizia”. Chi sceglie come suo idolo di sempre tra Higuain e Maradona?
“Ora c’è Higuain e ce lo teniamo stretto. Maradona però è sempre il più grande di tutti”.