Ivanka Trump: “Sono una mamma lavoratrice, a volte non ho tempo neanche per un massaggio”

Ci sono dei periodi in cui non ho neanche il tempo «per un massaggio» o un po’ di «meditazione». Ivanka Trump confessa in un libro le sue difficoltà di madre lavoratrice, ma bisognerà vedere quanto potrà risultare credibile come paladina della categoria. «Women who Work, rewriting the rules for success» (donne che lavorano, riscrivere le regole del successo), è il secondo libro della figlia favorita del presidente americano e il suo obiettivo sembra far capire che anche le donne di successo, quando sono mamme, devono confrontarsi con le difficoltà della vita quotidiana.

2401617_iva6ansa

«Ho cominciato a chiedermi se non facevo un cattivo servizio alle donne che lavorano, non assumendo il fatto che, perchè avevo un bebé, alle sette di sera mi ritrovavo in accappatoio, coperta di puré di avocado», scrive Ivanka raccontando le difficoltà dello svezzamento. «Ho realizzato che potrebbe essere utile cambiare la narrativa», «sfatare il mito della superdonna», scrive ancora Ivanka, secondo anticipazioni riferite dal Guardian. «Durante momenti estremamente occupati come durante la campagna elettorale, entravo in ‘modalità sopravvivenzà. Lavoravo e stavo con la mia famiglia, non facevo molto altro. Onestamente non potevo avere un massaggio o dedicare molto tempo alla cura di me stessa. Avrei desiderato potermi svegliare un pò prima per poter meditare venti minuti…», confessa ancora la 35enne figlia di Donald Trump, madre di due bambini, imprenditrice e consigliera del padre.

Valeria Golino confessa: “Mi sono lasciata con Riccardo Scamarcio, ma è stata durissima”

La vedremo presto in due film: Emma di Silvio Soldini e Il ragazzo invisibile 2 di Gabriele Salvatores. Valeria Golino in un’intervista a Grazia – il settimanale diretto da Silvia Grilli in edicola questa settimana – si racconta, confidando il lato più intimo di sé. «Cerco di guardare le cose con positività», racconta. «Ma l’ultimo anno e mezzo non è stato affatto facile».

98042_150225_91609_golino1

Quando Valeria parla di questo periodo burrascoso si riferisce alla fine della relazione ultradecennale con Riccardo Scamarcio. «Il lavoro mi ha dato tante soddisfazioni, è innegabile. Ma sul piano sentimentale è stata dura: mi sono separata da Riccardo e ora sto imparando a stare da sola. Non è semplice, per una che ha vissuto e sognato in coppia per tanto tempo».
Per il bene che ancora li unisce, l’attrice dichiara: «Ma siamo proprio sicuri che sia finita? La nostra storia non si chiuderà mai, perché si sta evolvendo in qualcosa di diverso, è ripartita su basi nuove. Riccardo e io siamo la famiglia l’uno dell’altra». Al cinema Valeria si prepara a recitare in coppia con Alba Rohrwacher. «Sì, interpreterò il film Figlia miache verrà diretto dalla regista Laura Bispuri e girato in Sardegna. Sono molto contenta di lavorare con Alba». E ammette di non avere nulla in comune con lei, ma il bello è proprio questo: «Vedo Alba come una stupenda farfalla e la ammiro sia come attrice sia come essere umano. Mi colpisce il modo in cui mi ascolta. E quando mi guarda mi fa sentire bella».

Belen si confessa: “Da un anno sono in terapia”. Ecco il suo dramma

Belen ammette di andare in psicoterapia ormai da un anno. La showgirl argentina si è messa a nudo su Sette, l’allegato del Corriere della Sera, dove ha ricordato un episodio traumatico della sua adolescenza.

89698_belen

«Da un anno vado dalla psicoanalista alla ricerca della bambina che non è mai stata e per dimenticare quella pistola che mi puntarono alla testa», ha confessato, «Dovevi prestare attenzione quando uscivi per strada – spiega Belen Rodriguez a Sette – non potevi tornare a casa da sola. Una volta, erano le nove di sera, stavo rientrando in macchina con una persona, quando ci ha fermato un uomo con un passamontagna e una pistola in mano. Sono stata presa per i capelli, tirata fuori dall’ auto e buttata per terra. Poi sono arrivati altri tre uomini armati che ci hanno portato dentro casa e hanno rinchiuso tutta la mia famiglia in bagno. Hanno svaligiato la nostra abitazione senza pietà, si sono portati via la vita di una famiglia, l’hanno distrutta. Il giorno dopo, quando ci siamo liberati e abbiamo dato la notizia, mio nonno paterno è morto d’infarto. Da quel momento per me è stato un inferno, non volevo stare a casa da sola, avevo paura di essere ammazzata, ero una ragazzina adolescente che aveva visto la morte in faccia». Nell’intervista ha poi ammesso di essere in terapia da uno psichiatra e alla fine ha parlato anche di don Roberto Cavazza, il sacerdote conivolto negli scandali a sfondo sessuale con don Andrea Contin: ”Lui mi è piaciuto tanto, un prete così moderno, pure un bell’uomo, simpatico”.

Mamma mostro confessa: “Ho ucciso i miei figli appena nati, ma non ricordo quanti”

Accusata di aver ucciso 8 dei suoi figli una donna, 45enne dalla città bavarese di Wallenfels, confessa il delitto ma aggiunge anche un particolare choc. La mamma mostro ha detto non riuscire a ricordare con precisione il numero esatto di bimbi ammazzati, che potrebbero essere anche di più.

volontariato-1

La donna uccideva i figli appena nati, probabilmente perché non avrebbe voluto averne, come riporta il Mirror. Tra il 2003  e il 2013 è rimasta incinta diverse volte, almeno 8 appunto, e avrebbe ucciso ogni bambino neonato. La donna avrebbe partorito tutti i figli in casa, senza alcuna assistenza medica, motivo che ha spinto anche i medici a creder che alcuni dei bimbi potessero essere morti per cause naturali. Complice della donna il marito di 55 anni, a conoscenza delle gravidanze e delle brutalità della moglie sui loro figli. Ora i due sono sotto processo.

Fanny Neguesha confessa dopo la rottura con Balotelli: “Non ho un bel ricordo…” ecco perché

«Quando veniva a casa mia o dai miei genitori, non era una persona normale, ma una star del calcio. A lui non piaceva che i media s’interessassero a me. È stato sempre tutto molto complicato. Non uscirò mai più con un calciatore». Sono queste le parole di Fanny Neguesha, ex fidanzata di Mario Balotelli che ammette di non avere un bel ricordo legato al calciatore. Intervistata dal quotidiano di Bruxelles “La Dernière Heure” Fanny ha raccontato della sua storia turbolenta che sarebbe dovuta coronare con le nozze, che però non sono mai avvenute.

mario_balotelli_neguesha_645

Poco dopo la modella ha iniziato a muovere i primi passi nel mondo dello spettacolo: «Le ragazze della mia età vorrebbero incontrare uomini in grado di metterle al centro della loro vita. Invece, i maschi sono troppo occupati a stare con gli amici, a giocare con la playstation o a fare altro. Questa canzone è un invito al mio futuro uomo: fammi sentire importante», ammette.  Inizialmente dopo la separazione non ha voluto parlare di Mario, ma ora ha deciso di vuotare il sacco e conclude: «La lotta che conduco da quando mi sono separata da Balotelli è quella di dimostrare che non ho mai voluto essere “la donna di”. È davvero difficile per me fare una carriera artistica con questa etichetta. Già il termine “wags” per una donna è qualcosa di degradante. In un primo momento mi piaceva essere la ragazza di un calciatore famoso, ma con il tempo ho scoperto che questa relazione mi ha portato solo svantaggi. All’improvviso mi sono accorta che il mondo in cui viveva non faceva per me».

“Mio marito mi ha tradito”: il volto noto della tv si confessa nel salotto di “Verissimo”

Nel salotto di “Verissimo” ha raccontato di come il suo matrimonio abbia avuto diversi momenti difficili e di come insieme al marito sia riuscita a superare tutto e ad andare avanti per molti anni. Ospite di Silvia Toffanin: Mara Maionchi.

97783_20150222_91343_10402024_927385537306404_532152066712993

La celebre produttrice discografica, volto noto della tv, è moglie di Alberto Salerno. Senza questa coppia della musica italiana non sarebbero esistiti alcuni dei più grandi successi del nostro repertorio musicale come Tiziano Ferro. Il loro amore non è stato senza ostacoli.  “Ho scoperto che mio marito ha avuto una debolezza, ma quando hai dei figli e un progetto di vita insieme, si perdona e si supera… – ha detto la Maionchi – Probabilmente gli voglio più bene oggi che un tempo. Ammetto che risposerei”.

Silvia Toffanin si confessa: “Il mio amore con Pier Silvio Belrusconi”

“Sentirne la mancanza e non vedere l’ora di riabbracciarlo è un sentimento importante che mi fa stare bene: tiene vivo il nostro amore”.

silvia_toffanin_piersilvio_berlusconi

Silvia Toffanin, conduttrice di “Verissimo” e compagnia di Pier Silvio Berlusconi è mamma di Lorenzo Mattia, 5 anni, e Sofia Valentina, nata l’autunno scorso: “Poco tempo fa, quando ero incinta – ha fatto sapere a “Grazia” – mi chiedevo come avrei potuto amare così tanto un altro bambino, dedicargli così tante attenzioni. Poi l’affetto si moltiplica senza che uno se ne renda conto: viene naturale”.
Col compagno non ama le occasioni ufficiali: “Le feste non le ho mai amate. In realtà sto bene a casa. Preferisco godermi la mia famiglia, passare del tempo con i miei figli e il mio compagno“.

Il principe William si confessa: “La paternità mi ha reso più emotivo”

“La paternità mi ha cambiato, ora sono più emotivo”, comincia così il racconto del Duca di Cambridge che ha confessato di essere anche più incline al pianto. William è padre di due bambini – il principino George e la principessa Charlotte – e ha scoperto che diventare un genitore lo ha reso più consapevole di quanto “sia preziosa la vita”.

Kate-William-e-George-Alison-Jackson1

In una intervista con il fratello Harry a “Ant e Dec” ha raccontato i cambiamenti che la paternità ha apportato al suo stato d’animo. “Sono molto più emotivo di quanto lo ero prima, stranamente. Di solito non ero troppo imbufalito o preoccupato per ciò che accadeva. Ma ora anche le più piccole cose mi fanno effetto: ogni cosa che succede anche da un’altra parte del mondo mi colpisce, probabilmente proprio perché sono padre”, ha spiegato il principe William.
“Succede – ha aggiunto il marito di Kate Middleton – perché realizzi quanto preziosa sia la vita e consideri tutto in questa prospettiva. Anche l’idea di non esserci più, di non poter vedere i figli crescere e cose del genere”.
Il principino George tra poche settimane inizierà a frequentare la scuola materna Montessori Westacre a Norfolk. Il Duca e la Duchessa di Cambridge hanno evitato le scuole private più tradizionali a favore di una scuola Montessori a pochi minuti d’auto da Anmer Hall, la loro casa di Norfolk.

Due anni dopo aver compiuto un rapina va dalla polizia e confessa tutto: ecco perché…

Due anni dopo aver compiuto una rapina a mano armata in un panificio nella città di Itzehoe, nello stato settentrionale tedesco dello Schleswig-Holstein, un giovane ha deciso di autodenunciarsi alla polizia Il motivo?

Rapina_passamontagna_-rapinatore

Voleva liberarsi la coscienza da un peso che non riusciva più a sopportare. Allora 18enne, il rapinatore armato di pistola fece irruzione nel febbraio 2014 nell’esercizio commerciale e si fece consegnare l’incasso – con il quale si procurò della droga – riuscendo poi a fuggire e farla franca. La resa è avvenuta il giorno di Natale: la polizia non aveva alcun indizio che potesse condurla a lui. Il giovane dovrà ora rispondere dell’accusa di rapina a mano armata.