Chiara Ferragni, un fan spende 5.700 euro per un caffè con lei

4232756_1556_chiara_ferragni_ultime_notizie (1)Dopo la bottiglia d’acqua a sei euro e il corso di make up da 650 euro, si è capito che quando si parla di Chiara Ferragni si parla di cifre non proprio low cost. L’ultima in data di arrivo è quella di 5.700 euro spesi da un fan per poter prendere solo un caffè con la regina degli influencer e moglie di Fedez.

L’iniziativa è stata creata dal sito Charity Stars e il ricavato, come deciso dalla Ferragni stessa, sarà devoluto a White Mathilda, un’associazione di promozione sociale che gestisce diversi sportelli antiviolenza e che collabora con le istituzioni e gli enti locali nel tentativo di vincere la battaglia contro le violenze di genere e aiutare le donne vittime di maltrattamenti, discriminazioni e bullismo.

Ma chi è il fortunato vincitore? Il suo nickname è Poulsenjr e di lui per ora sappiamo che incontrerà Chiara a Milano durante la fashion week fare una chiacchierata con lei suelle ultime tendenze di stile e sui «piccoli segreti e accorgimenti da seguire per essere sempre super trendy». Per l’incontro erano arrivate oltre 100 offerte.

Lei ha 88 anni, lui 25: la donna spende 100mila euro e la loro storia d’amore finisce in tribunale

4228522_1825_forli_anziana_amore_ragazzoAveva 88 anni quando si innamorò di un ragazzo di 25. Tre anni dopo la loro storia d’amore è finita in Tribunale davanti a un giudice. In ballo ci sono le perizie psichiatriche alle quali era stata sottoposta la donna che, per il suo giovane fidanzato ha speso ben 100mila euro in pochi mesi. Nella prima perizia, richiesta dalla figlia della donna, il medico l’aveva dichiarata capace di intendere e di volere e lucida nella sua scelta.

«È la mia vita», ripeteva la signora. E il ragazzo si diceva «innamoratissimo». La donna, che in passato era già stata ricoverata in psichiatria, si è sottoposta a una nuova perizia che ha ribaltata la precedente. La donna non era in grado di decidere del suo futuro e del suo patrimonio. A quel punto è emerso un dettaglio. La badante ha ammesso di aver compilato al posto della donna il questionario nel primo caso. Lo psichiatra ora è finito sotto processo con l’accusa di falso ideologico.

Flavio Briatore a Libero: “Largo ai ricchi, i poveri non creano lavoro”

“Largo ai ricchi, i poveri non creano lavoro”. Flavio Briatore a colloquio con Libero parte dalla flat tax varata dal governo Gentiloni (“Ma in Italia non ci torno lo stesso”) e arriva a Matteo Renzi, contro il quale, spiega, “c’è un accanimento”.

647267847

La tassa da 100mila euro l’anno dovrebbe attirare ricchi in Italia: “Una cosa giusta. Porta soldi, gente che spende. Gente che non sarebbe mai venuta qua. Iraniani, pachistani, indiani. Bene! Di poveri in Italia ce ne sono già parecchi e non creano ricchezza”. Ma così non diventeremo un paradiso fiscale? “Tutte stronzate”.

Prete spende 100mila euro dei poveri: parte di un lascito da 15 milioni

Un farmacista di Legnaro, l’anno scorso alla sua morte, ha lasciato in eredità alla Caritas del paese 15 milioni di euro. Una fortuna destinata ai poveri.

803930-prete

Unico depositario, così come appurato dal notaio, un prete di 57 anni di una delle quattro parrocchie di Legnaro. Ma il religioso di quella montagna di denaro destinata ai bisognosi, ha sperperato 100 mila euro in viaggi, auto, moto, alberghi e ristoranti di lusso. Ora è indagato per il reato di appropriazione indebita aggravata.