«Paris e Prince non sono figli di Michael Jackson, mai fatto sesso»: la rivelazione dell’ex moglie Debbie Rowe

43_20190320085336Michael Jackson continua a fare scandalo anche dopo quasi 10 anni dalla sua morte. Il re del pop ha avuto una vita che ha alternato alti e bassi in maniera decisamente impetuosa. Tanto è vero che oggi arriva una nuova stoccata, che desta ulteriore scalpore su uno degli artisti più controversi del panorama musicale mondiale.

Secondo Debbie Rowe, Paris e Prince non sono figli di Michael Jackson
Recentemente, è uscito Leaving Neverland, un documentario sulla vita della pop star in occasione del quale ha parlato Debbie Rowe, la seconda moglie di Michael, con la quale il cantante è stato sposato dal 1996 al 1999.

Da Debbie, Michael ha avuto i primi due figli: Prince e Paris, nati rispettivamente nel 1997 e nel 1998.

Tuttavia, secondo le ultime dichiarazioni della donna al tabloid britannico The Sun, sembra che i due ragazzi non siano figli naturali della celeberrima pop-star.

I due figli di Jackson sarebbero infatti nati dall’inseminazione artificiale con donatore anonimo: un metodo necessario a garantire a Michael la gioia di diventare padre.

“Michael era un uomo divorziato e solo – ha raccontato la donna – Voleva avere figli. Ho offerto la mia pancia, è stato un regalo, una cosa che ho fatto per renderlo felice”.

Un desiderio di genitorialità non condiviso, che sarebbe gravato esclusivamente sul cantante: “Michael ha fatto tutto. Io non ho cercato di essere una madre, non ho cambiato i pannolini, non mi sono alzata nel cuore della notte, anche se ero lì”.

Il caso quindi fa discutere e riapre nuove ombre sulla vita di uno degli artisti più amati di sempre, ma c’è chi ipotizza che dipenda dai cattivi rapporti che la Rowe ha con Prince e Paris.

Un nuovo capitolo della controversa biografia di Michael Jackson…

Leaving Neverland: «Michael Jackson mi violentò», il documentario sugli abusi sessuali stasera sul Nove

download (2)«Michael era un maestro nella manipolazione. Sapeva adescare sia i bambini sia loro famiglie, poi approfittava della fiducia che aveva costruito». James Safechuck e Wade Robson sono i nomi dei due protagonisti del documentario “Leaving Neverland”, del regista Dan Reed, in cui i due, oggi 36enni, hanno ripercorso le tappe del loro passato traumatico e dei presunti abusi sessuali subiti da Michael Jackson nella sua residenza: Neverland. Il documentario di 4 ore, che ha avuto una standing ovation dopo la presentazione al Sundance film festival, sarà trasmesso in due puntate sul canale Nove il 19 e il 20 marzo.

Nonostante Jackson sia stato assolto due volte dai tribunali americani, pare che il documentario sveli nuove scottanti verità. E infatti dopo la sua pubblicazione ci sono già state delle conseguenze.

James Safechuck e Wade Robson, i due protagonisti del docufilm che all’epoca ragazzini, hanno raccontato che Michael Jackson ha insegnato loro varie pratiche sessuali, spingendoli a praticarle fra di loro e con lui.

L’incredibile trasformazione di Nina Moric e sul web si scatenano: «Sembra Michael Jackson»

nina-moric-o-michael-jackson-1016498La domanda che rimbalza in rete da ieri sera è solo una: «Ma che cosa ha fatto Nina Moric in faccia?». La modella croata, apparsa ieri sera in diretta tv al Grande Fratello dove è andata a riprendersi il fidanzato Luigi Favoloso, è stata letteralmente bersagliata sui social per il suo aspetto “trasfigurato”. Capelli nerissimi, viso gonfio e tirato, Nina è sempre più magra. Dove sono finiti i meravigliosi lineamenti che le hanno fatto calcare le passerelle di tutto il mondo e che l’hanno resa immortale nel video di Ricky Martin ?

«Nina sembri Michael Jackson, perché ti sei rovinata con tutta questa chirurgia?», le scrivono su Instagram. «Sei irriconoscibile», aggiunge qualcun altro. E via con i paragoni: Jocker di Batman, Crudelia Demon, La sposa cadavere. I social, si sa, sanno essere crudeli.

L’ex di Fabrizio Corona però non le manda a dire e risponde piccata: «Che cavolo state dicendo, non ho mai rifatto il naso, bla, bla. Vedere marcio in tutto non vi rende migliori»

Obama e Michelle, ultimo Halloween alla Casa Bianca: ballo scatenato con “Thriller”

Ultima festa di Halloween alla Casa Bianca per Barack Obama e la moglie Michelle che, in occasione del tradizionale appuntamento con la notte delle streghe, hanno distribuito nel giardino della residenza caramelle e cioccolatini ai bambini delle famiglie di militari, vestiti per lo più da supereroi, aviatori, pugili e animali.

download (11)

Al party sono state invitate circa 4.000 persone. Con lo slogan “Un viaggio attraverso una favola”, il palazzo presidenziale è stato decorato con i personaggi e le ambientazioni di ‘Peter Pan’, ‘Alice nel paese delle meraviglie’ e ‘Il Mago di Oz’.
Aprendo la festa Obama ha scherzato sul fatto che almeno in questa occasione non “si deve prestare attenzione” ai consigli di Michelle “sul mangiare sano”. E insieme alla moglie si è poi divertito a ballare “Thriller” di Michael Jackson.

“Michael Jackson è ancora vivo”: la prova della teoria nel selfie pubblicato dalla figlia

Sulla morte di Michael Jackson molto si è detto e molto ancora si dice, ma adesso sembra spuntare anche il dubbio che in realtà il re del pop non sia nemmeno morto, o non del tutto almeno. Sono in molti a sostenere che, in realtà, Michael sia vivo e vegeto solo lontano dai riflettori dopo una scelta decisamente drastica.

michael-jackson-alive-631928_04114636

Ad avvalorare questa teoria c’è un selfie di Paris Jackson, pubblicato su Instagram, riportato dal Daily Star, in cui si vede la figlia della pop star in auto menre guida e proprio nel sedile posteriore spunta il viso del defunto papà. A prima impressione sembra non ci sia nulla di strano ma a guardare bene lo scatto si vede Jako con il cappello usato in uno dei suoi video più famosi, Thriller. «Se si dona un po’ di amore, si riceverà amore» è la didascalia alla foto. Che papà Michael abbia voluto far sentire la sua vicinanza alla sua bambina?