Deborah uccide il padre violento: «Tutto il quartiere sapeva delle botte». Non coltellate ma un pugno all’orecchio

4503361_0940_deborah_sciacquatori_uccide_padre_roma_monterotondoTutti sapevano, ma nessuno era mai intervenuto. Voleva difendere lei stessa e sua madre Deborah Sciacquatori, la 19enne fermata a Monterotondo (Roma) dopo aver ucciso suo padre Lorenzo, 41 anni: l’uomo, dopo l’ennesima lite, è stato colpito dalla figlia ed è morto poco dopo l’arrivo in ospedale. La compagna dell’uomo, madre della ragazza, lo aveva già denunciato per maltrattamenti ma questo non era bastato a fermare l’inferno in famiglia fatto di minacce, insulte, violenze e botte, complice l’alcol.

Come scrive Repubblica questa mattina, Deborah, studentessa del liceo artistico, è descritta da chi la conosce come una bravissima ragazza: «Le vogliamo tutti bene, è la ragazza più brava del mondo ma il padre le aveva spento il sorriso», le parole di un conoscente. E di quell’incubo, con il papà violento che picchiava sua madre, Deborah non aveva mai raccontato niente a nessuno: «Lo sapevamo tutti, tutto il quartiere, ma lei non ha mai detto una parola», ha detto un altro conoscente.

Ad uccidere Lorenzo Sciacquatori non sarebbe stata una coltellata come sembrava inizialmente, ma un fortissimo pugno dato da Deborah, appassionata di boxe come suo padre (ex pugile) all’uomo, colpito all’orecchio: il pugno avrebbe provocato un’emorragia interna che gli è stata fatale. Sulle cause della morte, maggiore chiarezza potrà essere dat dall’autopsia: «Volevo solo difendere mia madre e mia nonna», ha detto Deborah, sotto choc, agli agenti che sono intervenuti. Ora è ai domiciliari.

PM VALUTANO LEGITTIMA DIFESA La posizione di Deborah è ora al vaglio dei magistrati: sebbene la 19enne – esperta di boxe – rischi l’accusa di omicidio, la procura di Tivoli valuterà se ci sono le circostanze per riconoscere la legittima difesa. All’alba di domenica Lorenzo, ubriaco, tornato a casa avrebbe iniziato ad inveire contro la compagna, l’anziana madre e la stessa figlia Deborah: le tre donne, insieme alla sorella della vittima arrivata anche lei in quel momento, hanno deciso intorno alle 8 di lasciare la casa per paura di conseguenze più gravi. Ma varcato il portone sono state raggiunte dall’uomo, che le avrebbe invitate con violenza a rientrare in casa.

A quel punto ha aggredito e picchiato anche la sua compagna: Deborah, per difendere sua madre, è intervenuta e ne è nata la colluttazione che è stata poi fatale al 41enne. La 19enne aveva un coltello (che aveva portato perché impaurita dal papà) ma secondo i primi esami non avrebbe colpito il padre con quello: le donne hanno poi chiamato i soccorsi ma invano, perché Lorenzo Sciacquatori è morto in ospedale. Sulla vicenda indagano i carabinieri di Monterotondo coordinati dalla Procura di Tivoli, guidata da Francesco Menditto.

Dagli accertamenti è emerso che la donna già nel 2014 aveva denunciato il compagno per maltrattamenti e che l’uomo, da testimonianze raccolte, in più occasioni sarebbe stato autore di violenze in ambito domestico. La ragazza è stata ascoltata dai magistrati non solo per ricostruire la vicenda ma anche per accertare il quadro di violenze in cui è maturata la tragedia. Rischia l’accusa di omicidio ma sulla base di ulteriori accertamenti e dell’esame autoptico, la procura valuterà «l’eventuale esistenza della legittima difesa». Il pm di turno, intanto, d’intesa con il procuratore, ha stabilito che che la ragazza rimanga a disposizione della Procura.

Brad Pitt, la mamma contro Angelina Jolie: «Manipolatrice. Lui vive un inferno, trattato in modo crudele»

Sono passati oltre tre anni dalla separazione di Brad Pitt e Angiolina Jolie, ma la loro separazione continua a far parlare. Stavolta a intervenire sul caso la mamma dell’attore hollywoodiano, Jane, che non è stata affatto tenera con la ex suocera, definendola manipolatrice e causa dell’infelicità del figlio.

L’accordo per la separazione non è stato ancora raggiunto e sembra che Pitt non abbia ancora superato il trauma per la fine della storia, preceduta dalle accuse di essere un consumatore abituale di marijuana, alcolista e di aver maltrattato i figli. Un momento davvero nero che per Jane sarebbe stato causato proprio da Angelina: “Non perdonerò mai per quello che ha fatto a mio figlio – ha fatto sapere in un’intervista al sito “Radar online” – soprattutto perché ha rovinato anche la vita dei miei nipoti. Brad è stato manipolato, è stato trattato in modo crudele. Spero che questo capitolo della sua vita si possa chiudere al più presto. Mi ha implorato più volte di salire su un aereo per parlare con Angelina. Ma lei non vuole sentire ragioni, non riesce a capire i suoi errori. Non la biasimo, ha reso un vero inferno la vita di Brad”.

Fabrizio Corona, promesse choc: «Siamo stati amici per anni, ora pagherete le pene dell’inferno»

fabrizio-corona-minacce-instagram_03211644Non si placa la “furia” di Fabrizio Corona, sempre al centro del gossip e molto attivo sui social network. Nelle ultime stories su Instagram ha spiegato di essere un uomo felice, di essere tornato ad amare sua moglie e di essere soddisfatto del lavoro, ma di non dimenticare un grave episodio di cui sarebbe stato vittima un paio di mesi fa. Punta il dito contro un uomo e una donna che vivono rispettivamente a Milano e Roma, colpevoli di avergli fatto un torto. Promette vendetta e minaccia.

«In questo periodo ci sono un sacco di cose nuove che mi fanno stare bene, ma non riesco a dimenticare quello che è successo due mesi fa. Non posso togliermelo dalla testa. Non è che il silenzio o questo mese di tranquillità significano che tutto si è sistemato e che non accadrà nulla…Le persone che hanno fatto quello che hanno fatto pagheranno le pene dell’inferno», dice Corona, che non svela i nomi di queste persone, ma la persona chiamata in causa sarebbe una sua amica di vecchia data.

«Vi avevo promesso il loro nome, oggi ero tentato di farlo perché sono tornate a fare la vita di prima. Non hanno valori, sentimenti e rispetto e io non avrò pietà né per lei né per loro… Spu***nerò lei e tutti quelli che la frequentano. E riferito a lui, che pensa di averla scampata e di aver fatto il colpo del secolo, gliela farò pagare. Preparati tu che stai a Roma e hai fatto la mia amica per 15 anni. E tu che stai a Milano, che sei un criminale e sei protetto, prenderò anche te… Non è vero che non succederà niente, stiamo solo lavorando con le Istituzioni», conclude.

Sono state settimane concitate per l’ex re dei paparazzi. Prima il Grande Fratello Vip e la lite in diretta con Ilary Blasi e poi le scuse al marito e campione Francesco Totti. L’ex di Belen Rodriguez e Nina Moric spiega ancora una volta di essere fatto così e che quello che è accaduto due mesi fa lo ha segnato profondamente. Potrebbe essere stato questo episodio a spingerlo a negare l’amore per Silvia Provvedi in televisione? Durante il confronto nella casa con la gemella delle Donatella aveva detto che era successo qualcosa di grosso che non poteva spiegare davanti alle telecamere.

Gianluca Grignani dopo la crisi e il ricovero: “Mi sto facendo aiutare per uscire dall’inferno”

“Io sono una persona molto ansiosa e mi capita che quest’ansia prenda il sopravvento sulla mia razionalità così se non mi aiuto con qualche farmaco ansiolitico mi vengono gli attacchi di panico”, Gianluca Grignani ricorda il mese di maggio, in cui per una crisi d’ansia è stata costretto al ricovero : “Così – ha raccontato a “Diva e donna” – è successo quel giorno: non ho preso questi farmaci che mi avrebbero sicuramente calmato e sono andato in panico, tanto da chiedere aiuto per strada”.

gg_2014

Adesso si sta facendo aiutare (“Mi sto facendo aiutare per superare queste ansie e debolezze anche per la mia famiglia e i miei figli!”), e non gli interessano i numerosi video che girano sul web: “No, non mi interessa e non voglio farmi del male ulteriormente. Poi è incredibile pensare che mentre stavo male certa gente si è preoccupata di riprendermi e buttarmi in rete”. L’annunciato ritiro dalle scene è non si verificherà: “Voglio bene al mio pubblico e mi piace esibirmi dal vivo. Ora sto suonando in acustico in giro per l’Italia; a novembre andrò anche in Europa, per poi arrivare a due eventi di dicembre per i miei 20 anni di carriera a Milano e Roma”.

Asia Argento choc, insulta il famoso regista: “E’ solo un figlio di p…..a, brucerà all’inferno”

Asia Argento non le manda a dire e riserva delle parole durissime per il regista Luca Guadagnini.

10941519_1594006037479511_8076292761230046195_n

Proprio Guadagnini ha scelto di dirigere il remake di ‘Suspiria’, uno dei più famosi film di Dario Argenti e lei, a quanto pare, non ha mandato giù la cosa: “E’ un buono a nulla che brucerà all’inferno – ha commentato Asia Argento quando un suo fan le ha rivolto una domanda su Luca Guadagnini – E’ un subdolo figlio di pu…. che lecca culi a destra e a manca per poterseli fottere meglio”. Asia Argento, dunque, sembra non gradire il fatto che venga eseguito un remake di una delle pellicole più famose e popolari di suo padre, Dario Argento, considerato il Maestro dell’Horror.