Download!Download Point responsive WP Theme for FREE!

Latest

Keyra Knightley contro Kate Middleton: «Non si può essere così a poche ore dal parto»

keira_1Una bellissima intervista quella che Keyra Knightley ha rilasciato al The Guardian. L’attrice si è raccontata a 360 gradi, parlando della maternità, dell’esaurimento nervoso avuto a vent’anni e del movimento #MeToo. Keyra Knightley contro Kate Middleton: ‘Appari bella, alla moda, e non mostri il tuo campo di battaglia’. A proposito di maternità, Keyra Knightley si scaglia contro Kate Middleton. Per l’attrice la Duchessa di Cambridge è peggio di Weinstein, perché mostra un’immagine di se che non corrisponde alla realtà. “Il corpo femminile è un campo di battaglia – spiega la Knightley – ma nessuno racconta davvero cosa significa essere donna”.

Belen e De Martino “sfilano” in coppia a Milano

C_2_articolo_3185713_upiImageppLi abbiamo immaginati insieme di nuovo un sacco di volte. Sono stati paparazzati uno accanto all’altra spesso. Eppure questa volta pare diverso. Sarà perché Belen è appena tornata da un viaggio in Sudamerica ed è più serena e felice che mai. Sarà che Stefano De Martino sta lavorando sodo per realizzare i suoi sogni imprenditoriali ed è serafico. A un evento modaiolo sui Navigli a Milano Belen e De Martino sono insieme. Tra loro l’armonia è evidente.

Si dichiarano single, felici e appagati della loro vita. Sereno il rapporto da ex e perfetto quello da genitori. Ma questa volta sembrano davvero in eccezionale sintonia. Tshirt bianca per entrambi: lei aderente e con capezzoli a vista, lui sexy e seducente. Attirano sguardi e flash, loro non si nascondono e replicano posando con i fan. Si siedono allo stesso tavolo per bere una birra in compagnia, firmano autografi e sorridono per i selfie e non si tirano indietro nemmeno a uno scatto abbracciati. Belen posta lo scatto in compagnia di Stefano sul suo Instagram Stories. I follower sperano…

Francesca Cipriani rapinata in pieno giorno a Milano: «Una banda di extracomunitari»

1940507_24Francesca Cipriani rapinata in pieno giorno a Milano. Lo ha raccontato la soubrette stessa a “I Lunatici”, su Radio2. «Erano le 13, la polizia mi ha detto che era già il nono portafoglio del giorno. Sono stata rapinata da una combriccola di delinquenti extracomunitari tra cui c’è anche una donna incinta».

Poi l’ex gieffina ha espresso anche apprezzamento per Salvini. «Mi ha risposto dopo quello che ho scritto su Instagram. Vorrei specificare che non sono razzista, ma chi viene nel nostro Paese da irregolare, senza arte né parte, e viene qui per delinquere, rubare, stuprare perché deve rimanere qui? Fa bene Salvini a ripulire un attimino tutto. Chi si arrabbia se li tenga a casa propria. Auguro cose brutte a chi mi ha derubato e a chi deruba anziani e ragazze. Chi mi dice che sono razzista perché non voglio in Italia degli irregolari che vengono qui per delinquere si deve prendere questa gente in casa propria. Io ho paura quando esco di casa. Tanta paura. E devono averla tutti. Chi non ha paura è un incosciente. Salvini mi ha risposto e ha apprezzato le mie parole, lui dice delle cose e le sta facendo, come gli scrivo io gli scrive tantissima altra gente, non risponde solo a me, risponde a tutti se può, è molto presente, coerente ed umile».

La showgirl ha parlato anche del suo rapporto con gli uomini: «La prima cosa che guardo? L’educazione, il modo di fare e di essere. Mi deve piacere lo sguardo, deve essere una persona molto educata e perbene. Guardo gli occhi di una persona, anche se devo imparare a guardarli bene, perché mi è capitato di essere ingannata. La cosa più folle che un uomo abbia mai fatto per me? Ce ne sono state. Un mio ex ad esempio si è arrampicato al sesto piano per entrarmi dalla finestra in casa. Gli ho dato una padellata e l’ho mandato via dalla porta. Ho sofferto molto per amore, quando ami qualcuno e poi scopri che non è come lo avevi immaginato ci rimani malissimo. Sono stata tradita, ho subito violenze psicologiche e fisiche, ho toccato il fondo. Ora spero di risalire».

Sulle violenze subite, Francesca Cipriani ha raccontato: «Non sono stata una persona fortunata in amore. Ho avuto delle storie brutte con delle persone che si sono rivelate cattive, psicolabili. Cercavano di farmi stare male a livello psicologico, di annientarmi, di farmi sentire una nullità. Non andava bene qualunque cosa io facessi. Dalle cose piccole alle cose grandi. Purtroppo quando sei innamorata non riesci al primo avviso a prendere le distanze. Un mio ex mi ha mandato tre volte in ospedale, poi l’ho denunciato. Sono stata ricattata, sono arrivata a vedere delle cose che nemmeno nei film si guardano. Ragazze, donne care, le persone non cambiano, anzi con il tempo peggiorano. Anzi possono succedere cose tanto brutte. Una volta ti danno uno schiaffo, poi ti danno una spinta, poi ti mettono le mani alla gola e capita che non ci sia più la possibilità di tornare indietro. Un mio ex compagno mi stava strangolando, non vedevo più, non respiravo più. Se non avessi avuto la prontezza di prenderlo a calci tra le parti basse, di difendermi, anche grazie alla mia fisicità, sarei rimasta lì per terra. Sono riuscita a scappare anche grazie al suo cane, che ha iniziato ad abbaiare e mi ha aiutato a difendermi».

Sul #metoo: «Sui social c’è gente che mi scrive che vuole essere il mio schiavo, che vuole essere calpestata o picchiata. Secondo me son matti. Molestie nel mondo dello spettacolo? Non mi è mai accaduto, invece mi è successo quando avevo 18 anni e lavoravo in Abruzzo come commessa in un negozio d’abbigliamento. Il titolare mi ha messo le mani addosso, l’ho denunciato. Certe cose non accadono solo nel mondo dello spettacolo. I matti sono ovunque».

Fabrizio Corona a Belen, la confessione nel nuovo libro: «Torna da me, io ti amo ancora»

belen-corona-di-nuovo-insieme_2099517Fabrizio Corona ama ancora Belen. Almeno così sostiene nel nuovo libro di cui Chi pubblica in anteprima le anticipazioni. «Non so se io e Belen un giorno ritorneremo insieme, non so che cosa sarà delle nostre vite, ma io so che cosa provo ogni volta che guardo i suoi occhi, cosa prova lei ogni volta che guarda i miei, ed è sempre la stessa fottuta magia, quella che ha creato la coppia dei Bonnie e Clyde all’italiana, che gli italiani non hanno mai dimenticato, perché nell’immaginario collettivo io e lei saremo sempre insieme. Se potessi incontrare oggi quel Dio che tante volte mi ha abbandonato e che non mi ha voluto bene, e mi permettesse di esprimere un desiderio… gli chiederei la possibilità di costruire quella famiglia che non ho potuto avere con Belen per colpa del destino bastardo. Perché, con coraggio lo devo ammettere, in questo caso con la vita ho perso, perché non sono riuscito a realizzare quella che avrebbe dovuto essere la mia famiglia».

Questa accorata dichiarazione d’amore nei confronti di Belen Rodriguez è contenuta in uno dei capitoli dell’esplosiva autobiografia di Fabrizio Corona intitolata “Non mi avete fatto niente”, che sarà in tutte le librerie il 22 gennaio pubblicata da Mondadori Electa, e di cui il settimanale Chi – in edicola da mercoledì 16 gennaio – pubblica in esclusiva i passi più clamorosi. Nel libro Corona racconta in modo crudo, come sua abitudine, i turbolenti mesi seguiti alla sua scarcerazione e fa un lungo elenco, con tanto di nomi e cognomi, delle sue conquiste femminili, da Silvia Provvedi, la fidanzata che avrebbe dovuto sposare ma che ha lasciato dopo averla tradita, all’ultimo clamoroso flirt con Asia Argento.

Nel mezzo, un lungo elenco di donne più o meno famose che hanno ceduto al fascino dell’ex “re dei paparazzi”, dall’ereditiera Ginevra Rossini, nipote di Salvatore Ligresti, alla showgirl Mariana Rodriguez fino alla star Malena. Però, come scrive lo stesso Corona, «Io sono uno di quelli che si butta via: frequento spesso il night club “Pepenero”, ci vado quando non ho niente da fare, poi mi porto due ragazze a casa, ci sto insieme, le faccio andare via e rimango più vuoto di prima… In realtà, come ho già detto, il mio cuore appartiene solo e unicamente a una persona, colei che mi sa gestire, colei che mi sa consigliare, colei che ancora non è venuta dalla mia parte solo perché sono Fabrizio Corona, ma anzi mi mette da parte. E lei è Belen Rodriguez».

Chiara Ferragni, un fan spende 5.700 euro per un caffè con lei

4232756_1556_chiara_ferragni_ultime_notizie (1)Dopo la bottiglia d’acqua a sei euro e il corso di make up da 650 euro, si è capito che quando si parla di Chiara Ferragni si parla di cifre non proprio low cost. L’ultima in data di arrivo è quella di 5.700 euro spesi da un fan per poter prendere solo un caffè con la regina degli influencer e moglie di Fedez.

L’iniziativa è stata creata dal sito Charity Stars e il ricavato, come deciso dalla Ferragni stessa, sarà devoluto a White Mathilda, un’associazione di promozione sociale che gestisce diversi sportelli antiviolenza e che collabora con le istituzioni e gli enti locali nel tentativo di vincere la battaglia contro le violenze di genere e aiutare le donne vittime di maltrattamenti, discriminazioni e bullismo.

Ma chi è il fortunato vincitore? Il suo nickname è Poulsenjr e di lui per ora sappiamo che incontrerà Chiara a Milano durante la fashion week fare una chiacchierata con lei suelle ultime tendenze di stile e sui «piccoli segreti e accorgimenti da seguire per essere sempre super trendy». Per l’incontro erano arrivate oltre 100 offerte.

Valentina Nappi shock su Instagram: “Sono stata stuprata da Matteo Salvini”

Sondaggi-politici-Demos-porti-chiusi-il-Nord-Est-si-schiera-con-Salvini (1)“Sono stata stuprata da Salvini“. E’ questa la frase shock postata con grande evidenza dalla star Valentina Nappi su Instagram. Nessun nuovo caso di molestie da mettere nella lista dello scandalo #metoo. La Nappi si riferisce a uno stupro “culturale”, in un lungo e articolato commento. Ma è chiaro che il post, messo in chiave così provocatoria, ha scatenato numerose polemiche.

All’occhio più attento, che la frase non andasse presa alla lettera, sarebbe dovuto essere subito chiaro per le virgolette in cui è inserito quel “stuprata“. Ma è evidente che l’impatto resta forte e per molti fuori luogo. Nonostante la Nappi riferendosi al vicepremier parli persino di “scelte condivisibili (che pure ci sono) delle sue scelte concrete”. Lo “stupro” di Salvini consisterebbe nel suo aver “riabilitato la peggiore cultura identitaria nazionalista, quella rappresentata dalla triade Dio-Patria-Famiglia“.

Il post della Nappi, condivisibile o meno nei suoi contenuti, è estremamente serio e politico, nel rivendicare la sua volontà di “vivere in un paese ateo, multietnico, con un’identità culturale che affondi le proprie radici nell’Illuminismo e nel marxismo più illuminato, e che sviluppi queste ultime all’altezza della modernità contemporanea”. La star denuncia “il linguaggio grezzo, i modi spicci e i toni al limite del violento” che, secondo lei, riportano a “una cultura tribale che produce violenza contro il diverso”.

Salvini ancora contro Baglioni: “Non usi il palco per fare comizi e io a Sanremo non andrò…”

Progetto-senza-titolo-6-1Festival di Sanremo sempre più al vetriolo. Non si placa infatti la polemica tra Matteo Salvini e Claudio Baglioni direttore artistico della kermesse canora: “Se evita il palco per fare comizi gli italiani gliene saranno grati”, ha detto il vicepremier ai giornalisti durante una visita ad un gazebo della Lega, a proposito delle parole su politica e migranti del presentatore durante una conferenza stampa: “E a Sanremo quest’anno non ci andrò…”, ha aggiunto il ministro dellʼInterno.

“Siccome Baglioni è pagato dai cittadini italiani, da una rete pubblica, per una iniziativa pubblica, se evita di usare il microfono e il palco di Sanremo per fare comizi gli italiani gliene saranno grati”.

Non usa mezzi termini il vicepremier che aggiunge: “A me piace Baglioni. Mio figlio mi dice che ascolto musica vecchia, Battisti, De Andre’, Vasco e Baglioni. Mi piace quando cantano, poi ogni cantante ha diritto di pensarla come vuole“, e tuttavia Salvini ci tiene a sottolineare che quest’anno non andrà a Sanremo per il Festival.

Nubi su Charlotte Casiraghi: due mesi dopo il parto è tornata single?

C_2_articolo_3184988_upiImageppPareva quello giusto. E invece, anche questa volta la principessa neomamma si è ritrovata scompagnata. A due mesi dalla nascita del piccolo Balthazar, pare quasi ufficiale la rottura tra Charlotte Casiraghi e Dimitri Rassam, anche se a corte smentiscono e se la prendono con la stampa. Il settimanale Gente ha immortalato Charlotte e Dimitri pochi giorni fa mentre accompagnavano il bimbo a una visita di routine, ma le distanze tra i due paiono incolmabili.

Avevano tutte le carte per poter essere una bella coppia. Fin dalla prima apparizione in pubblico sono apparsi perfettamente in sintonia. Entrambi belli, sofisticati, intellettuali, accomunati dall’essere orfani di padre in tenera età, genitori di bimbi piccoli, figli di madri famose. Il rapporto tra Charlotte e Dimitri è partito subito in quarta, ma qualche avvisaglia di contrasti di coppia si è avuta con quel continuo rimandare le nozze fino a farle definitivamente sfumare. Lei intanto sfoggiava un bel pancione e le uscite mondane erano sempre meno. A fine estate, poco prima del parto, si raccontava addirittura di un litigio furioso in un parco monegasco. Poi forse la decisione di prendere strade differenti, anche se un comunicato ufficiale smentisce le voci di rottura. Ora sono stati fotografati insieme con Balthazar (per una visita di routine) e chissà se ci saranno possibilità di rivederli ancora innamorati.

«Ho trovato la tomba di Cleopatra»: la rivelazione dell’archeologo Hawass

4228271_tomba_cleopatraL’archeologia che svela il mito. Gli indizi raccolti negli anni portano tutti ad un determinato luogo. Ad una manciata di metri di profondità, ad un ambiente sotterraneo, scavato nel terreno all’ombra delle imponenti rovine del tempio di Taposiris Magna, un sito funerario a quasi trenta chilometri da Alessandria d’Egitto. Le coordinate restano top secret, Zahi Hawass, considerato il massimo egittologo al mondo, non le svela. Ma la Tomba di Cleopatra, l’ultima regina d’Egitto vissuta dal 69 al 30 a.C., sarebbe ad un passo dall’essere riportata alla luce. E con lei, anche le antiche spoglie del suo grande, tragico, ultimo amore: Marco Antonio. «Sono molto vicino: penso davvero di averla individuata, sono sulla buona strada, ho grandi speranze di trovarla presto», dichiara lo studioso.

La conferma di essere sulle tracce della scoperta del secolo (come la definiscono gli archeologi) l’ha annunciata ieri in un’aula affollatissima dell’Università di Palermo nel corso di una conferenza organizzata per iniziativa di BcSicilia, che ha visto la partecipazione dell’assessore alla Cultura della Regione Sicilia e già soprintendente del Mare, Sebastiano Tusa. «Il luogo individuato ci ha restituito nel corso delle indagini molti elementi riconducibili senza dubbio alla figura storica di Cleopatra. Per questo, sappiamo ora dove andare esattamente a scavare», commenta l’archeologo. L’operazione non è semplicissima: nelle ultime settimane gli ambienti ipogei sono diventati inaccessibili, perché allagati dalle acque del vicino lago. «Abbiamo trovato le stanze tutte sommerse – spiega Hawass – Una condizione che non ci permette di scavare bene. Pertanto, la prima cosa che dobbiamo fare ora è liberarle dall’acqua. Un lavoro che stiamo organizzando: è la fase più complessa, chiaramente. Ma l’obiettivo è di affrontarla presto per proseguire, poi, con l’indagine e lo scavo». Un passaggio chiave, legato anche ai finanziamenti e ai permessi governativi. Una scoperta del genere passa anche per la sensibilità politica. Le indagini si sono infittite nel corso del 2018: non a caso Taposiris Magna ha calamitato l’attenzione degli studiosi di tutto il mondo proprio per i passi da gigante condotti da Hawass con la sua équipe internazionale.

LE PROVE
Di quali prove si tratta? Il fil rouge è quello della scrittura millenaria: repertori di geroglifici, che come mappe del tesoro stanno guidando lo studioso. A far brillare gli occhi degli archeologi è la presenza di numerosi cartigli, un tratto particolare dei geroglifici, dove il nome di un faraone o personaggio reale viene inserito in un anello ovoidale. «E proprio qui ci sono i riferimenti al nome di Cleopatra». A Taposiris Magna si lavora con le tecnologie più avanzate per svelare i tanti misteri ancora irrisolti che ruotano intorno all’aura della tomba di Cleopatra: la regina dal fascino fatale che sarebbe sepolta insieme con Marco Antonio, l’uomo con cui condivise il declino del regno tolemaico e il passaggio dell’Egitto sotto la Roma imperiale di Ottaviano. «La speranza è di trovare la mummia di Cleopatra e quella di Marco Antonio. Credo che siano stati sepolti insieme in un’unica tomba», racconta Hawass. Secondo l’egittologo le due sepolture sarebbero nello stesso sito: sostiene di avere già individuato quella della regina e di essere sulle tracce di quella del suo ultimo amore. I fedelissimi di Cleopatra ne avrebbero occultato il corpo mummificato, seppellendolo con Marco Antonio in un luogo sacro e sicuro: avrebbero così unito simbolicamente un comune destino di morte e di amore. Storia nella storia. Ma perché i corpi di Cleopatra e Marco Antonio vennero sepolti insieme proprio in questo luogo? «Siamo in un sito funerario monumentale di tipo regale, molto importante – spiega lo studioso – non è un luogo funerario qualunque, e qui sono riemersi tanti elementi che si riferiscono a Cleopatra: non può essere, insomma, un luogo dedicato a personaggi ordinari. Ma solo ad altissimi ranghi». Un contesto frequentato storicamente per tutto il periodo della dinastia tolemaica. È qui che Hawass è sicuro di trovare la memoria di Cleopatra, considerata dagli storici un’icona, personalità raffinata, temperamento risoluto, intelletto brillante, bella (ma non in termini canonici) da fare breccia negli uomini della sua epoca. Sedusse poco più che ventenne Giulio Cesare, e poi Marco Antonio,

ALESSANDRO MAGNO
Il sogno di una vita per Zahi Hawass trovare la tomba di Cleopatra, insieme a quella di Alessandro Magno che sta cercando da anni ad Alessandria d’Egitto: «Ma per Alessandro gli indizi non sono ancora così chiari e importanti come per Cleopatra». Hawass in Italia ha anche annunciato che nel 2020 inaugurerà il nuovo grande Museo Egizio vicino le piramidi di Giza, dove saranno trasferiti tutti i reperti dai depositi dell’attuale Museo del Cairo e tutta la collezione di Tutankhamon. Un evento che sarà celebrato con un’opera lirica scritta da due italiani, Lino Zimbone e Francesco Santocono.

Paolo Bonolis, schiaffo al valletto di Avanti un altro che prende in giro Laurenti: «Ridi di tua sorella»

paolo bonolis schiaffo_12094519Imbarazzo ad Avanti un altro. Nella scorsa puntata del programma di Canale 5, Paolo Bonolis e Luca Laurenti pongono alla concorrente del gioco una domanda sulla “tromba” ma, mentre il maestro sta leggendo le possibili risposte, il Bonus Daniel Nilsson scoppia a ridere.

A quel punto il volto di Bonolis diventa serio. Si alza, si avvicina al “valletto” e gli tira uno schiaffetto in faccia per riportarlo all’ordine. «Allora a’ bello, questo è l’amico mio: ridi di tu sorella, di tu fratello ma al posto tuo», dice Bonolis puntandogli il dito contro. E il popolo social si interroga: «Stava scherzando o era davvero arrabbiato?».