Download!Download Point responsive WP Theme for FREE!

Latest

Torturato a morte dai genitori a 9 anni: “Era iperattivo”

Torturato a morte dai genitori, così è morto un bambio di 9 anni a Sulaibikhat, nel nord del Kuwait. E’ la conclusione alla quale è giunta la polizia locale, mentre il padre del bambino, 31 anni, sostiene che il figlio sia deceduto per cause naturali.

maltrattamenti-bambino

I medici dell’ospedale di Jahra, dove il piccolo è stato portato dal padre, hanno fatto sapere che il bambino era morto da diverse ore quando è giunto nella struttura e che sul corpo presentava segni di bruciature e altre ferite. Sul caso è stata quindi aperta un’inchiesta e i genitori hanno spiegato le ferite e le bruciature sul corpo del bambino affermando che loro figlio era iperattivo, come riporta la stampa locale. I genitori hanno quindi sostenuto che la vittima spesso attaccava i suoi fratelli, soprattutto uno affetto da handicap e il più piccolo, di sei mesi.  Il bambino veniva quindi regolarmente picchiato per insegnargli la disciplina, hanno aggiunto, ammettendo che di recente lo avevano legato e tenuto in una stanza per alcuni giorni. Il figlio, arrabbiato per la punizione, aveva smesso di mangiare, secondo la ricostruzione dei genitori. La madre ha poi spiegato di aver slegato il figlio poche ore prima della sua morte e che il bambino era andato a dormire nella stanza insieme ai fratelli. Il decesso è avvenuto in seguito, la domestica indiana che lavora per la famiglia ha confermato la versione fornita. I genitori sono sotto inchiesta.

Gf Vip, Giulia De Lellis: “Fuori le Mosetti”. Antonella risponde in diretta: vatti a sciacquare la bocca

Inizio col botto al Grande Fratello Vip. Questa sera in diretta su Canale 5 Ilary Blasi ha pensato bene di scaldare l’atmosfera mettendo a confronto Giulia De Lellis e le Mosetti. La fidanzata di Andrea Damante alla domanda della Blasi su chi vorrebbe fuori tra Antonella e Asia ( madre e figlia sono in nomination) ha risposto : “Le voglio fuori entrambe” e Antonella: “Questa non sta bene! Io fuori?

antonella-mosetti-e-giulia-de-lellis (1)

Brava, così ci vediamo faccia a faccia. Vatti a sciacquare la bocca”. Intanto senza svelare chi è a rischio tra madre e figlia il grande fratello ha mostrato le percentuali di voto per la prima eliminazione: 83% contro 17%​.
Le sorprese non finiscono qui ci sarà una doppia eliminazione a sorpresa e si scoprirà il nome del primo finalista.

La Vacchi-mania conquista la Russia: il video parodia è virale

La parodia russa del balletto di Gianluca Vacchi sta conquistando il web. Un video del duo comico Bonya e Kuzmich ha riproposto in chiave ironica il famoso balletto della star dei social network.

Il-balletto-di-Vacchi-la-parodia-russa-diventa-virale (1)

Nella versione russa la coppia di comici improvvisa dei passi di danza in campagna, cercando di imitare la coreografia realizzata quest’estate in barca da Vacchie dalla compagna Giorgia Gabriele. Il video-parodia è diventato subito virale ottenendo in breve tempo quasi un milione di visualizzazioni.

Grande Fratello Vip, love story Marini-Bettarini: il bacio davanti a tutti

Il lungo “corteggiamento” di Valeria Marini nei confronti di Stefano Bettarini arriva a dama. Acclamatio e invocato a gran voce da tutti i residenti della Casa del Grande Fratello Vip, è finalmente arrivato il bacio tra i due protagonisti di questa discussa edizione.

marini-bettarini-2

“Bacio, bacio, bacio!”, urlano i compagni della Casa a Valeria Marini e Stefano Bettarini. L’ex calciatore e ex marito di Simona Ventura alla fine cede al bacio scatenando un entusiasmo da stadio.

Maria de Filippi: “Lavoro grazie a mio marito, sono raccomandata”

“Per fare la conduttrice occorrono fortuna e, detto francamente, anche raccomandazioni. Senza mio marito non sarei riuscita a fare il lavoro che faccio. Questa è una professione che ti consente di guadagnare molto e di lavorare non troppo”.

costanzo-de-filippi-se-mi-lasciasse

La confessione di Maria de Filippi nella puntata di ieri sera di “Tu si que vales” ha ottenuto solo consensi dal pubblico che ha gradito l’umiltà e la sincerità della presentratrice.
A difenderla c’è Mara Venier che conferma la tesi della De Filippi ma aggiunge: “Senza tuo marito forse non ci saresti riuscita, ma quello che è venuto dopo è merito tuo. È necessario avere talento e tu ce l’hai. Senza, non saresti arrivata da nessuna parte”.

Wikileaks, Hillary fa piangere Berlusconi: “Parli così male di me?”

Il riferimento a Silvio Berlusconi emerge dalla trascrizione relativa ad uno di quei discorsi che Hillary Clinton, adesso candidata democratica per la Casa Bianca, fece dopo la fine del mandato da segretario di Stato alle grandi banche e i cui testi l’aspirante presidente si è rifiutata di diffondere, punto questo su cui è stata più volte incalzata da Donald Trump. In particolare la conversazione in questione ebbe luogo il 29 ottobre del 2013 in Arizona con il Ceo di Goldman Sachs, Lloyd Blankfein, che la intervistava.

clinton_berlusconi-630x300 (1)

La trascrizione era contenuta in una delle e-mail rubate al capo della campagna di Hillary Clinton John Podesta, che Wikileaks ha appena diffuso. Nel testo Hillary Clinton si assicura che sia tutto off the record e comincia il suo racconto: Segretario Clinton: «Okay. Ero segretario di Stato quando accadde Wikileaks. Ricorderete la debacle. Vengono fuori centinaia di migliaia di documenti. E io devo andare a fare il giro delle scuse. Avevo una giacca come se fosse il tour di una rock star. Il Clinton Apology Tour. Dovetti andarmi a scusare con chiunque fosse stato in qualche modo descritto nei cable in qualunque maniera che fosse considerata meno che lusinghiera. E fu doloroso. Leader che resteranno anonimi, che erano caratterizzati come vanitosi, egotisti e affamati di potere…». Sig.Blankfein: «Assodato». Segretario Clinton: «Corrotti. E noi sapevamo che lo erano. Questa non era fiction. E io dovevo andare a dire: sai, i nostri ambasciatori, certe volte si lasciano trasportare, vogliono tutti essere dei letterati. Partono per la tangente. Cosa posso dire. Ho sentito uomini adulti piangere. Letteralmente, dico. ‘Io sono un amico dell’America, e tu dici quelle cose di me’». Frase quest’ultima che a quanto pare Hillary Clinton pronunciò con un accento italiano, stando alla reazione di Blankfein che emerge dalla trascrizione. Sig.Blankfein: «Questo è un accento italiano». Segretario Clinton: «Abbiate senso dell’umorismo». Sig.Blakfein: «E quindi tu hai detto, Silvio…» (risate.).

È Bigfoot, la grande creatura cammina nella giungla?

Uno strano video, nel quale è visibile una grande creatura che cammina in una giungla, ha eccitato i tanti cacciatori di Bigfoot, aprendo un dibattito in rete. Il filmato è girato in Indonesia ed è stato pubblicato su YouTube.

2029507_bigf2

Sembra mostrare un grosso animale camminare in posizione eretta, in un ambiente tropicale lussureggiante, attraversare una cascata e scomparire nuovamente nella giungla.
Non è chiaro dove e quando il filmato sia stato girato o chi ne è l’autore. Alcuni cacciatori di Bigfoot hanno già deciso che il filmato non è probabilmente reale e si unisce ad una lunga lista di falsi su internet. Per prima cosa, sostengono gli scettici, nell’epoca degli smartphone ad alta definizione, il filmato è stranamente sfocato e questo è molto strano.

Sabrina Ferilli: “Ho rotto il premio di Nanni Moretti”

“Quando sono stata a Sanremo, non mi sono goduta una serata. Nella mia stanza, c’era un quadro con un Pierrot che piangeva. Se c’è una cosa che non ho mai sopportato sono i Pierrot con le lacrime. L’ho tolto e l’ho messo su una verandina. Lo aveva dipinto Mussolini, il padre di Alessandra, io non lo sapevo ma siccome tutti conoscono le mie idee politiche… Un Macello! Questo, lo sai, è un Paese che va dietro alle str…”.

sabrina-ferilli-gelosa-di-monica-bellucci-attacca-fabio-fazioSabrina Ferilli strappa applausi a Domenica Live, raccontando la sua vita, dall’infanzia ai successi della carriera. Tra i ricordi, anche, il Premio Sacher ricevuto da Nanni Moretti. “Mi avevano detto: sai Moretti è un tipo particolare. Arrivo al premio e mi consegnano la sacher. Io, tornata a casa, l’ho messa in frigo, pensando fosse il dolce. Il giorno dopo non riuscivo a tagliarla, pensavo dipendesse dal frigorifero. Quando l’ho rotta, ho capito che era fatta di terracotta. Nanni Moretti è stato così gentile da darmene un’altra”.

Altro che maledizione del 27: “Questi artisti sono stati uccisi dalla CIA”

Gli autorevoli esponenti del ‘Club 27′, ma anche altri artisti tragicamente scomparsi a età diverse. Lo scrittore John Potash lancia accuse molto pesanti alla CIA nel suo ultimo libro, ‘Drugs as Weapons Against Us’ (‘Le droghe usate come armi contro di noi’). E sostiene che non si tratti di tragiche scomparse dovute a depressione o a una vita di eccessi.

amy-winehouse-le-immagini-piu-belle

Potash era andato giù duro già alcuni anni fa, quando pubblicò un libro in cui sosteneva che le uccisioni di alcuni rapper, tra cui Tupac Shakur, non fossero dovute a scontri tra le fazioni della West e della East Coast, ma bensì ad un disegno perfettamente orchestrato dall’FBI, con lo scopo di reprimere il consenso dell’opinione pubblica nei confronti delle istanze rivendicate dagli afroamericani (e di cui i rapper erano i migliori ‘megafoni’ davanti al pubblico).
Ora, però, nuove ombre vengono gettate sulle morti di altri personaggi celebri: da John Lennon a Amy Winehouse, passando per Jimi Hendrix. Il caso più eclatante, tra quelli citati da Potash, riguarda però Kurt Cobain. Ufficialmente, il leader dei Nirvana è morto suicida a causa della depressione che lo aveva portato a cadere di nuovo nelle droghe pesanti. Una versione che sarebbe smentita dall’autore, che nel libro spiega: «Si era disintossicato, in quel periodo era pulito ed era pronto a fare da testimonial contro la dipendenza da eroina. All’inizio degli anni ’90, però, era la stessa CIA a pubblicizzare quella droga, così come fece trent’anni prima con gli acidi». Per Potash non si tratta di un suicidio: «Fu ucciso, e l’omicidio fu orchestrato alla perfezione della CIA. Era un personaggio scomodo, in quanto ex tossicodipendente pronto a influenzare i giovani e perché aveva una visione del mondo considerata troppo di sinistra per l’establishment americano». Accuse indubbiamente pesanti, ma tutte da verificare.

Corona arrestato, l’ultimo post su Instagram: “L’imperativo è vincere”

«L’imperativo è vincere! Sono intorno a me ma non parlano con me, sono come me ma si sentono meglio». Scriveva così Fabrizio Corona su Instagram solo qualche ore prima del nuovo arresto. L’ex re dei paparazzi è stato arrestato in realzione a 1,7 milioni di euro sequestrati nei giorni scorsi.

14568088_1341409282538253_2441159918231317389_nI contanti sequestrati trovati nel controsoffitto dell’appartamento di una sua assistente riguarderebbero presunti soldi ‘in nero’ percepiti dall’ex fotografo dei vip durante le ospitate in alcuni locali. Corona ha anche l’aggravante di aver commesso il fatto durante l’affidamento in prova ai servizi sociali. Insieme a lui è stata arrestata anche Francesca Persi, titolare dell’Atena, agenzia che si occupa di eventi e promozioni. Proprio ieri la trasmissione Le Iene avevano mandato in onda un servizio in cui venivano registrate alcune telefonate con la sua manager in cui dichiarava apertamente la modalità di pagamento in contanti.