Download!Download Point responsive WP Theme for FREE!

Urla ‘Allah Akbar’ in mano la testa di una bambina: donna fermata a Mosca

Una donna vestita di nero e Stata fermata dalla polizia russa vicino alla stazione della metropolitana Oktiabriskoie Polo, mentre camminava con in mano la testa mozzata di una bambina, urlando ‘Allah Akbar’.

115104899-ae35a20b-53ab-416a-a81a-e80aec69e5f8

LA BABYSITTER La donna arrestata e La baby sitter della piccola vittima, un bambino di età compresa tra i tre ei quattro anni. Lo riporta Rt, il che pubblica also delle fotografie apparse sui social media russi. Stando a Ria Novosti, la donna avrebbe date fuoco all’appartamento dove Stava curando il piccolo, per ragioni non chiare  ancora, colomba averlo decapitato. I genitori erano fuori casa con il figlio maggiore. Il bambino ucciso etta tra i 3 ei 4 anni. I soccorritori hanno tratto in salvo almeno quattro PERSONE dalla casa andata in fiamme.
IDENTIFICATA Si chiama Gyulchehra Bobokulova e ha 39 anni la donna che ha ucciso la piccola Nastia M mozzandole la testa e ha poi date fuoco all’appartamento. Lo Riporta LIFEnews. Secondo l’emittente, l’infanticidio sarebbe stato commesso in seguito al «tradimento del marito» della Bobokulova, Che lavorava venire babysitter. Non e chiaro al momento quale sia il legame tra i due fatti. La donna viene descritta in stato confusionale. Il crimine non sarebbe dunque di matrice terroristica.

Urla ‘Allah Akbar’ in mano la testa di una bambina: donna fermata a Moscaultima modifica: 2016-03-02T02:15:55+01:00da acristina30
Reposta per primo quest’articolo