Usa, Weinstein licenziato dalla sua società: il produttore cinematografico travolto dallo scandalo delle molestie sessuali

Il produttore cinematografico Harvey Weinstein, coinvolto in uno scandalo di molestie sessuali, è stato licenziato con effetto immediato dalla società che ha co-fondato, la ‘The Weinstein Co.’, in seguito a nuove informazioni emerse circa la sua condotta. Lo ha annunciato il board della società, lo riferiscono diversi media Usa.

harvey-weinstein-gty-jef-171005_31x13_992

«Alla luce di nuove informazioni circa la condotta di Harvey Weinstein che sono emerse negli ultimi giorni, i direttori di The Weinstein Company – Robert Weinstein, Lance Maerov, Richard Koenigsberg e Tarak Ben Ammar – hanno determinato, e hanno informato Harvey Weinstein, che il suo impiego con The Weinstein Company è concluso, con effetto immediato», è la nota diffusa dal board della società.
Weinstein è stato travolto dallo scandalo dopo rivelazioni del New York Times su accuse di molestie sessuali nel corso di tre decenni. Lo scorso venerdì Weinstein aveva annunciato un periodo di ‘aspettativa’ a tempo indefinito, mentre un terzo dei membri del board si erano dimessi.

Lory Del Santo: “Con il mio The Lady 2 affondo il coltello nella piaga della società”

Il conto alla rovescia è finito. Dal 18 novembre Lory Del Santo torna su Youtube, ogni mercoledì, per dieci puntate con la seconda web serie “The Lady”. “Affondo il mio coltello nella piaga della società e ci sguazzo”, racconta. Nel cast vecchie conoscenze come Guendalina Canessa, Natalia Bush, Gloria Patricia Contreras e new entry come Maccio Capatonda, Francesco Allegra e la drag queen Ines Rodriguez.

C_4_foto_1414190_image

Nella seconda serie di casa parli?
Affondo il mio coltello nella piaga della società e ci sguazzo. Come al solito ci sono tante bellissime ragazze, ma non voglio anticipare di più…
Cosa ti aspetti da The Lady 2?
Mi aspetto di riconfermare il bel lavoro che ho fatto con la prima serie. Perché se non ti puoi ripetere non sei un grande artista.
Come ti è venuta l’idea di questa serie web?
Volevo far sentire la mia voce, sono una amante del cinema e ci vado da quando ho 14 anni. Vado a vedere tutti i film internazionali, criticandoli spesso. Allora mi sono detta: ‘se io critico, è giusto far vedere anche il mio punto di vista’. Così è nato ‘The Lady’.
Ti aspettavi tutto questo clamore?
Sinceramente no, ma sapevo che il mio studio di anni e anni non poteva essere vano. Sapevo che avevo qualcosa da dire. Una storia da raccontare. Bisogna avere delle idee e io le avevo, servono quelle per costruire. Mi sono presa anche qualche critica, ma ne è valsa la pena.
Cosa rispondi a chi ti critica?
Che non hanno visto il film, come Cristiano Malgioglio. Mi attaccano per partito preso. Ma sbagliano.