Emma Stone, annata d’oro: è l’attrice più pagata del 2017 secondo Forbes

Non c’è che dire, è decisamente l’anno di Emma Stone. Forbes ha stilato la classifica delle dieci attrici più pagate al mondo nel 2017, incoronando l’attrice 28enne protagonista di “La La Land” e vincitrice del premio Oscar, che ha incassato 26 milioni di dollari. Seconda è Jennifer Aniston con 25,5 milioni di dollari, che precede l’ex regina del biennio 2015- 2016, Jennifer Lawrence, che si è fermata a quota 24 milioni, dimezzando gli incassi dello scorso anno.

104307050-gettyimages-6458591761910x1000

Scorrendo la top ten stilata della nota rivista statunitense di economia e finanza troviamo ai piedi del podio Melissa McCarthy con 18 milioni, seguita da Mila Kunis con 15,5 milioni, mentre Emma Watson e Charlize Theron sono appaiate al sesto posto, con incassi pari a 14 milioni di dollari.
L’ottava posizione è condiviso da due star sempre sulla breccia come Julia Roberts e Cate Blanchett: entrambe hanno portato a casa 12 milioni di dollari. A chiudere la classifica troviamo Amy Adams, con 11,5 milioni.
I guadagni sono stati calcolati unendo dati Nielsen, incassi cinematografici e altre informazioni negli ultimi 12 mesi.

Lady Diana, lʼex capo della sicurezza dei Windsor: “Anche Kevin Costner tra i suoi amanti”

Tante rivelazioni nellʼintervista esclusiva a Dai Davis che è stato testimone silenzioso delle avventure sentimentali che Lady D ebbe dopo la separazione
Dai Davis, che dal 1995 al 1998 è stato capo della sicurezza dei Windsor, parla per la prima volta in un’intervista esclusiva pubblicata dal settimanale Chi in edicola il 2 agosto.

1501620905_5980eaa7c83dd

Ricordando gli anni successivi alla separazione di Lady Diana da Carlo, rivela: “Lei ebbe almeno venti amanti. Trovai bizzarro che frequentasse Kevin Costner, anche se Diana non avrebbe mai recitato in un film. Lui voleva farle interpretare il seguito di ‘The Bodyguard'”.
Dai Davis è stato testimone silenzioso di tante delle avventure sentimentali che Lady D ebbe: “All’epoca non avevo particolari preoccupazioni per la sicurezza della principessa: a Kensington Palace Diana era al sicuro. Anche altri reali avevano relazioni, ma tutto avveniva nella massima discrezione. La preoccupazione principale era non mettere in imbarazzo la regina”.
L’uomo smentisce una volta per tutte il dubbio che Harry non sia figlio del principe Carlo. “Quando Harry venne concepito, Diana e il maggiore Hewitt, che diventò il suo amante, non si erano ancora incontrati e all’epoca i rapporti tra Carlo e Diana erano buoni. I capelli rossi di Harry sono un tratto della famiglia Spencer. Il principe era furioso quando qualcuno gli suggeriva di sottoporsi al test del Dna. ‘Sono figlio di mio padre’, diceva. Ed è vero”.
Davis racconta anche la sua versione della tragedia di Parigi in cui perse la vita Diana, smentendo che Diana sia rimasta vittima di un attentato. E lo spiega svelando un dettaglio rimasto inedito: “La principessa quel giorno cambiò itinerario all’ultimo momento. Sarebbe dovuta andare in Italia, ma all’ultimo momento andò a Parigi con Dodi Al Fayed. Era impossibile organizzare un attentato con quel cambio di programma. Ritengo che l’uomo responsabile della morte di Diana sia l’autista, Henri Paul. Era ubriaco e non avrebbe dovuto guidare. È vero che i fotografi davano la caccia a Diana, ma le macchine fotografiche non uccidono. Uccidono gli autisti ubriachi”.

Il principe Harry choc: “Volevo uscire dalla famiglia reale, ma ho deciso di rimanere”

Il principe Harry voleva «tirarsi fuori» dalla famiglia reale e vivere una «vita ordinaria» dopo il suo periodo nell’Esercito: lo scrive sul Mail on Sunday la giornalista Angela Levin, la stessa che l’ha intervistato ed ha rivelato la settimana scorsa su Newsweek che secondo Harry nessuno nella famiglia reale britannica vuole diventare re o regina.

LONDON, ENGLAND - MARCH 16: Prince Harry attends a briefing by MapAction to learn more about the charity's response to the recent Nepal earthquakes, ahead of his tour to the country later this month on March 16, 2016 in London, United Kingdom. (Photo by Anthony Harvey/Getty Images)

Il secondogenito di Diana ha detto dopo l’Esercito «non volevo crescere» e di avere lottato per ritagliarsi un ruolo significativo. «Sentivo che volevo tirarmi fuori, ma poi ho deciso di restare e ritagliarmi un ruolo», ha ammesso, sottolineando che di aver preso la decisione soprattutto per una questione di lealtà nei confronti di sua nonna la regina Elisabetta.

Charlotte compie due anni, la nuova foto conquista il web: “È identica a Diana”

La principessa Charlotte, figlia di William d’Inghilterra e di Kate Middleton, domani compirà due anni e per l’occasione la Duchessa di Cambridge ha deciso di pubblicare uno scatto, molto recente, che ha conquistato tutti.

Copyright: HRH The Duchess of Cambridge 2017. NEWS EDITORIAL USE ONLY. NO COMMERCIAL USE (including any use in merchandising, advertising or any other non-editorial use including, for example, calendars, books and supplements). This photograph is provided to you strictly on condition that you will make no charge for the supply, release or publication of it and that these conditions and restrictions will apply (and that you will pass these on) to any organisation to whom you supply it. All other requests for use should be directed to the Press Office at Kensington Palace in writing. Undated handout photo released by the Duke and Duchess of Cambridge of Princess Charlotte taken by her mother at Anmer Hall in Norfolk in April. The Duke and Duchess of Cambridge will celebrate their daughter's second birthday on Tuesday May 2. PRESS ASSOCIATION Photo. Issue date: Monday May 1, 2017. See PA story ROYAL Charlotte. Photo credit should read: The Duchess of Cambridge/PA Wire NOTE TO EDITORS: This handout photo may only be used in for editorial reporting purposes for the contemporaneous illustration of events, things or the people in the image or facts mentioned in the caption. Reuse of the picture may require further permission from the copyright holder.

La foto di Charlotte ha scatenato non solo i sudditi di Sua Maestà, ma anche coloro che, pur non essendo cittadini britannici, sono appassionati fan della Casa Reale più famosa al mondo. Gli occhi azzurri di Charlotte, secondogenita di William e Kate, hanno scatenato un dibattito: somiglia più a Lady Diana, sua nonna, o alla regina Elisabetta, la sua bisnonna?
Vedere per credere, il confronto è d’obbligo. Qui sopra potete apprezzare una foto di Diana Spencer da bambina e in basso una della regina, sempre in età infantile. Ad ogni modo, William per lei ha scelto di onorare sia la mamma, sia la nonna, chiamandola col nome completo di Charlotte Elizabeth Diana.

Beyoncé ha bisogno di riposo, spostato concerto per problemi alle corde vocali

Su consiglio dei medici, Beyoncé ha deciso di rimandare il concerto a New York il 7 settembre a causa di alcuni problemi alle corde vocali. Lo show al MetLife Stadium è slittato così al prossimo 7 ottobre. La cantante americana ha fatto sapere che non verranno spostate altre date del suo “Formation World Tour”.

Beyonce-Topshop

Le tappe in programma a St. Louis, Los Angeles, Santa Clara, Houston e New Orleans rimangono in programma così come previsto.La pop star è stata da poco incoronata come regina assoluta agli Mtv VMA 2016. Ma è anche reduce dai festeggiamenti per i suoi 35 anni e dal weekend che ha trascorso a Philadelphia per assistere al Budweiser Made in America Festival organizzato dal marito Jay Z. Negli ultimi giorni Beyoncé ha anche incontrato la famiglia Obama per celebrare il Labour Day.

Scarlett Johansson, la più “ricca” al botteghino e unica donna nella top ten

Va a Scarlett Johansson, 31 anni, la corona di regina dei box office. Secondo il sito specializzato ‘Box Office Mojo’, la star hollywoodiana è l’attrice più ‘bankable’ di tutti i tempi, decima nella classifica degli attori, tutti maschi, che hanno fatto incassare di più a Hollywood. In pole position Harrison Ford, solo 19ma la seconda donna più ricca al botteghino: Cameron Diaz.

scarlett40

Battute colleghe dal calibro di Cate Blanchetta, Julia Roberts e la stessa Cameron Diaz, Scarlett è stata nominata quindi l’attrice con il più alto introito al botteghino, ma non solo, anche la più giovane, con una cifra pari a 3,3 miliardi di dollari, incassati solo negli Stati Uniti nel corso della sua carriera nei 37 film totali da lei interpretati.
Per trovare un’altra donna in classifica dobbiamo scendere fino alla 19° posizione dove si piazza Cameron Diaz. Molto più in basso si trovano Helena Bonham Carter, Cate Blanchett, Julia Roberts, Elizabeth Banks, Emma Watson e Anne Hathaway.
Tra gli attori maschi invece in testa c’è Harrison Ford, dall’alto dei suoi 9 milioni di dollari, seguito da Samuel L. Jackson con 4,7 miliardi e Morgan Freeman, 4,4 miliardi.
Tra i tanti film interpretati dalla bella e bionda Johansson i più “remunerativi” sono sicuramente stati quelli dedicati ai supereroi Marvel, da “Iron Man 2” a “Capitan America” e “The Avengers”, ma anche il film del 2014, “Lucy” diretto da Luc Besson e interpretato anche da Morgan Freeman e Min-sik Choi in cui ha il ruolo di una ragazza con sconfinati poteri mentali.
L’attrice ha da poco completato le riprese di Ghost in the Shell.

Questa la classifica dei primi dieci:
Harrison Ford (4,9 miliardi),
Samuel L. Jackson (4,7 miliardi),
Morgan Freeman (4,4 miliardi),
Tom Hanks (4,3 miliardi),
Robert Downey, Jr. (3,9 miliardi),
Eddie Murphy (3,8 miliardi),
Tom Cruise (3,6 miliardi),
Johnny Depp (3,3 miliardi),
Michael Caine (3,3 miliardi)
Scarlett Johansson (3,3 miliardi).

Euro2016, il ritorno in tv di Ilaria D’Amico: “Fiera e sofferente per il mio Gigi”

Euro 2016 e il ritorno in video di Ilaria D’ Amico. La conduttrice ‘reginà dei salotti calcistici torna infatti alla conduzione dopo la maternità e la nascita di Leopoldo, avuto da Gigi Buffon, in occasione delle serate ‘di galà e i match degli azzurri su Sky Euro Show. Nel frattempo, intervistata dalla rivista Sky Life, la D’ Amico si confessa e parla del proprio intreccio di emozioni private e professionali.

1786897_ilaria10

«Torno dopo questa seconda maternità molto più rilassata di quanto non mi era accaduto con Pietro, il mio primogenito – dice la conduttrice -. La prima volta avevo vissuto il rientro in tv come uno strappo. Oggi ricomincio con gli europei, evento che con Sky non avevamo mai seguito, e partecipano tutte le squadre più forti, Germania, Francia, Inghilterra, la Spagna che ha vinto tutto, Italia. Poi le nuove da battere, il Belgio, la Repubblica Ceca che ha talenti interessanti e la Croazia».
In molti pensando all’Italia guarderanno al suo capitano, ovvero Buffon e anche chi non sa di calcio sa che è il compagno della D’ Amico: come funziona il rapporto tra la conduttrice che su Sky racconta il calcio e il capitano della Nazionale? «Sembra difficile crederlo, ma a volte ho l’impressione di avere accanto uno che fa tutt’altro mestiere – risponde la D’ Amico -, e non il portiere della Nazionale o della Juventus. In casa Gigi non fa vivere mai la tensione. È uno positivo di natura, è uno che se va male rilancia e si prende cura della squadra». Ma questo per la coppia D’ Amico-Buffon non può essere un Europeo come gli altri. «Il fatto che il mio compagno sia il portiere della nazionale – spiega – aggiunge fierezza e un pò di sofferenza in più. Gioirò e soffrirò di più, ecco. Ma con il necessario distacco.
Gli anni di esperienza ti aiutano a gestire l’adrenalina. Ovviamente, come conduttrice tv, l’incontro con Gigi mi ha già messo di fronte a momenti da gestire. Certo, con la Juve non è stato finora un percorso particolarmente complicato. Ma in ogni caso quando in tv arriva Gigi e sono io a intervistarlo, in quel momento lui rappresenta solo un anello fondamentale del racconto che sto facendo su Sky». Ma poi, a a casa o al telefono, commentate la partita e la trasmissione? «Gigi a casa non parla di calcio. Non è uno che a tavola ti racconta delle polemicucce. Credo sia amato per quello che fa in campo, ma anche per come sa galvanizzare la squadra. In fondo è l’uomo con il maggior numero di presenze in Nazionale». In occasione di Euro 2016, Sky garantisce una copertura totale live di tutti i 51 gli incontri in programma, di cui 24 in esclusiva, con uno studio live da Parigi . Confermata la ‘nazionale dei commentatorì, con Ambrosini, Adani, Boban, Costacurta, Del Piero, Marchegiani, Vialli e Marocchi, mentre le voci di Fabio Caressa e Beppe Bergomi commenteranno le partite dell’Italia.

Madonna piange sul palco: “Ho perso mio figlio”. E dedica una canzone al suo Rocco

Neanche una regina come lei riesce a trattenere le lacrime davanti al pensiero di un figlio lontano, così Madonna sul palco di Auckland è andata con la mente – e con la voce – a suo figlio Rocco. «Non c’è amore più grande di quello che una madre prova per suo figlio», ha detto la cantante con gli occhi velati dal pianto.

7sYr4c6

Poi ha intonato La Vie en Rose, dedicandola al ragazzo 15enne che ha deciso di andare a vivere con il padre. È stato un giudice di New York a dire «basta» ai litigi fra la popstar e il suo ex marito, il regista inglese Guy Ritchie, per l’affido del figlio Rocco. L’adolescente, che fino al 2015 ha trascorso parte del tempo con la mamma e l’altra parte con il papà, adesso ha deciso di rimanere a Londra con Ritchie, dal quale Madonna si è separata nel 2008, e di continuare a studiare nella capitale britannica. E il giudice americano gli ha dato ragione, chiedendo anche che i genitori non facciano pressioni sull’adolescente. In sostanza, secondo il giudice, Rocco dovrà rimanere a Londra fino a quando Madonna e Ritchie, in lotta da mesi per il suo affidamento, non troveranno un accordo.