Lino Banfi: “Ogni sindaco a Roma dice che farà di più, ma di più ci sono solo i topi e sono più pesanti”

Lino Banfi apre la puntata di DiMartedì del 3 ottobre, e sono subito risate. Il comico pugliese è stato protagonista di una lunga intervista satirica con Giovanni Floris.

528912-22689172-2560-1440

E non ha risparmiato nessuno dei leader politici. Prima un affondo al sindaco di Roma: “Nella capitale c’è un degrado…”. Poi battute su Matteo Renzi: “Dopo il referendum sembra più vecchio di 20 anni, cammina pure in modo diverso. Ma almeno ora fa qualche pausa…”. E infine legge una lettera a nome dei nonni d’Italia, sempre più “scaglionati”, indirizzata ai politici.

Boschi, scintille in tv: alle domande di Formigli reagisce così

A ‘PiazzaPulita’ su La7 è andato in onda l’atteso duello tra Maria Elena Boschi e Corrado Formigli. La ministra ha risposto alle domande sul referendum che il conduttore le ha posto.

2061692_boschi_formigli

Formigli le ha chiesto se, in caso di vittoria del “No”, Matteo Renzi si dimetterà. La ministra ha replicato: “Ci avete sempre rimproverato di aver personalizzato il referendum, e allora stiamo sul merito, andiamo nel merito. Parliamo di questo, di come la riforma cambia l’Italia”. Formigli ci ha riprovato senza successo e poi ha sbottato: “Mi dica se Renzi si dimette sì o no”. La Boschi ha continuato a spiegare: “La riforma costituzionale è un passaggio fondamentale per darci strumenti efficienti per affrontare tutte le sfide che abbiamo davanti, ma non è la panacea di tutti i mali. Se vince il No le cose non cambiano e non possiamo migliorarle”. Sui sondaggi, infine, nuove tensioni: “Non credo che i sondaggi siano affidabili al 100%”. Poi ricorda esempi, italiani e non, in cui le rilevazioni hanno fallito”.