Lino Banfi: “Ogni sindaco a Roma dice che farà di più, ma di più ci sono solo i topi e sono più pesanti”

Lino Banfi apre la puntata di DiMartedì del 3 ottobre, e sono subito risate. Il comico pugliese è stato protagonista di una lunga intervista satirica con Giovanni Floris.

528912-22689172-2560-1440

E non ha risparmiato nessuno dei leader politici. Prima un affondo al sindaco di Roma: “Nella capitale c’è un degrado…”. Poi battute su Matteo Renzi: “Dopo il referendum sembra più vecchio di 20 anni, cammina pure in modo diverso. Ma almeno ora fa qualche pausa…”. E infine legge una lettera a nome dei nonni d’Italia, sempre più “scaglionati”, indirizzata ai politici.

Francesca Pascale: “Silvio Berlusconi mi ama”

In molti, si dice, in Forza Italia sperano che Silvio Berlusconi e Francesca Pascale si lascino ma lei in una intervista a Repubblica, li stronca: “Se ne facciano una ragione. Sono 4 anni che sto con lui, dieci che lo inseguo, e me ne dicono di ogni tipo. Che lo picchio, che sono lesbica, che mi sto separando…”. Tutto falso. E’ vero, ammette la Pascale, “sono gelosa, e avrò fatto scenate. Sono solo scugnizza. E’ diverso”.

francesca-pascale-napoli-forza-italia-645

E guai a insinuare che Silvio le abbia comprato una villa a 20 chilometri da Arcore per tenerla lontana: “Non mi faccia passare per la ragazza venale e viziata. Volevo una casa che fosse bella ma normale, mentre ad Arcore o a Villa Grazioli giustamente arrivano 50 auto al minuto, avvocati, politici, riunioni. Volevo un bel posto dove potermi sentire a casa. E guardi che non me la sono fatta mica intestare”. Quella casa, continua, “è per me, ma ci abiteremo, un posto al riparo dalla politica e da tutto, anche se io adoro la politica, ma da militante”.
Di certo la Pascale non tollera i tradimenti: “Non so perdonare forse perché troppo giovane. Verdini è andato con Renzi e ha lasciato Fi per convenienze, credo di vario tipo. È sempre stata quella la sua natura. La De Girolamo la rispetto ma non posso dimenticare del tutto il suo percorso, e non importa. Un’ altra cosa che non tollero per niente è la prepotenza, l’ arroganza”.