Corona: “Sciopero della fame, sono pronto a morire”, scrive a “Verissimo” e conferma tutto

Nessun dietrofront. Continua il tormentone sullo sciopero della fame prima annunciato e poi rientrato da parte di Fabrizio Corona, l’ex ‘re dei paparazzi’. Oggi – rende noto in un comunicato Mediaset – Corona ha scritto alla trasmissione ‘Verissimo’ affermando che invece ha deciso di portare avanti la sua protesta.

2138599_corona_delinquere

«Sono pronto a tutto. Sono disposto a sacrificare la mia vita. Sciopererò fino a quando non mi verrà fissata un’udienza nella quale verranno riconosciuti i miei diritti e la libertà che mi spetta. Voglio tornare a fare il padre», scrive fra l’altro alla conduttrice Silvia Toffanin dal carcere, dove dovrà restare ancora per un anno, dopo che il 13 settembre il magistrato di sorveglianza di Milano ha respinto la sua richiesta d’affidamento in prova in una comunità. La trasmissione andrà in onda sabato.
La fidanzata Silvia Provvedi, in collegamento telefonico con Silvia Toffanin ha ribadito: «Fabrizio ha iniziato lo sciopero della fame. Non tocca cibo e io sono molto preoccupata. Psicologicamente Fabrizio è il solito combattivo, ma è molto scosso».

Le confessioni di Raz ad Amici: “Riprendiamoci il tempo, è nostro”

Il vincitore dellʼultima edizione dellʼIsola Dei Famosi non è mai banale quando parla, così anche con Maria, alla quale confessa: “Resterei sullʼisola altri 75 giorni”

C_2_articolo_3068120_upiFoto1F
L’attore israeliano, quinto giudice ospite nel talent di Canale 5, si racconta nell’intervista di Maria De Filippi (geniale nel sottoporgli domande attraverso oggetti riguardanti la sua vita) e dimostra di aver imparato una grande lezione dalla sua ultima esperienza televisiva all’Isola Dei Famosi: “Ho passato lì 75 giorni, ma potevo rimanerci altri 75. Lì c’è tempo in abbondanza, un dono che abbiamo perso nella civiltà con i cellulari. Il tempo è prezioso, è nostro, ma lo abbiamo venduto già prima di nascere, abbiamo sacrificato la cosa più preziosa che abbiamo. Dobbiamo apprezzare il tempo che abbiamo e usarlo per rinnovare mente, anima, spirito e soprattutto il mondo”. Al momento di ricevere tra le mani la bambola di una sposa Raz afferma: “Il matrimonio può essere bello, come una galera, ma la persona che hai accanto non è un oggetto. Non possiamo trattare una persona come tale, la mia sposa non è mia, ma che appartiene alla mia anima. Evviva la libertà delle donne”.

Loredana Lecciso, ecco la sua denuncia social

Loredana Lecciso denuncia chi insulta sui social. “Sono per la libertà d’espressione, ma i social sono tanto belli quanto pericolosi” dice a Tgcom24. “Da anni subisco attacchi pubblici attraverso vari social network (Facebook Twitter), altamente lesivi della mia persona, nonostante ciò non ho mai voluto procedere per evitare il clamore di eventuali denunce da me sporte, ora basta”.

C_2_fotogallery_3002555_1_image

“Ho un bel rapporto con i social, sono molto utili, ma anche tanto pericolosi e delicati – continua la Lecciso – Essendo adesso, i miei due figli minori (avuti dal mio compagno Albano Carrisi) giunti in età adolescenziale, e potendo subire conseguenze psicologiche leggendo varie offese gratuite, non sono più disposta a tollerare tali comportamenti”. La Lecciso infatti si è recata presso la Procura della Repubblica di Brindisi per sporgere regolare denuncia contro coloro che hanno agito sui vari account per postare commenti negativi.
“Voglio precisare per evitare qualsiasi speculazione mediatica – diffido oltretutto chiunque a farlo – che sono convinta che i titolari dei profili in questione siano sicuramente estranei ai fatti e probabilmente inconsapevoli del contenuto altamente lesivo di tali commenti – ha aggiunto Loredana – Oltretutto sono certa che da genitori avrebbero agito nello stesso identico modo adottando anche loro , ahimè, questo accorgimento”.

Fabrizio Corona finisce in commissariato dopo la serata in un locale: ecco cosa è successo

Dopo la sua intervista al Maurizio Costanzo Show sembrano esserci ancora guai in vista per Fabrizio Corona.

Fabrizio-Corona-racconta-la-sua-metamorfosi-con-un-film3

L’ex re dei paparazzi era ospite di un noto locale di Avezzano e,  durante un controllo, è stato invitato dagli agenti di polizia ad andare in commissariato per accertamenti, secondo quanto riporta la stampa locale.Gli accertamenti, come confermano all’Adnkronos dal commissariato di Avezzano, erano volti a verificare se Corona, sottoposto ad alcune restrizioni della libertà, fosse stato autorizzato ad allontanarsi dalla Lombardia. Alla fine l’ex re dei paparazzi è stato rilasciato e le verifiche sono in corso.

Simona Izzo e i ritocchini: “Del mio viso faccio ciò che voglio”

Simona Izzo risponde alle critiche piovutele addosso soprattutto dal web dopo l’apparizione tv in cui ha mostrato il suo viso ritoccato e ringiovanito dalla chirurgia estetica.La regista, 63 anni, si difende di nuovo attraverso il piccolo schermo, spiegando le sue ragioni e respingendo i pareri degli haters: “Credo di avere la libertà di fare della mia faccia quello che voglio”, ha detto, lamentando accanimento soprattutto da parte delle donne.

Party serale da Brunello Cucinelli

Ha ammesso il lifting e il ricorso alla chirurgia plastica con orgoglio, ma Simona Izzo non è riuscita a placare le polemiche in seguito alla sua recente apparizione a “Porta a Porta” dove è sembrata irriconoscibile. Così la regista torna nello “studio del delitto” per ribadire le sue ragioni: “Sono diventata un caso. Io ho fatto outing e non è neppure il primo ritocchino, ma io che ho fatto dei film, ho preso dei premi, non ho mai avuto tanto clamore. Non lo so cos’è successo”, si difende la moglie di Ricky Tognazzi.
La vicenda pare averla scossa: “Se sono qui significa che questa cosa mi pesa”, confessa, sostenendo di essere “stata attaccata perché l’ho ammesso”. L’amarezza però non cancella la determinazione e così la Izzo spiega: “L’ho fatto nonostante io abbia uno ‘straccio’ di marito, sia nonna tre volte, abbia un figlio che ha quasi 40 anni, sia una donna molto realizzata”.
Insomma nessun rimorso e nessuna scusa. Anche quando c’è da svelare il retroscena che l’ha portata all’ultimo intervento: “Dovevo togliere una cisti parotidea, a quel punto ho chiesto al mio chirurgo di mettermi un po’ a posto e di darmi una tiratina – dice la regista – magari l’avrei fatto lo stesso, non cerco scuse, ma ho colto l’occasione”.