Lele Mora e il carcere: “Nel buio della mia cella ho visto una luce, era Padre Pio”

«Nel buio di una piccola cella, dov’ero rinchiuso per i miei errori, mi è apparso un fascio di luce: era Padre Pio che mi ha incoraggiato dicendomi di avere fede e che presto le porte del carcere si sarebbero aperte per riprendere a vivere».

lele-mora-638x425

Lo ha rivelato Lele Mora in una intervista pubblica nella serata conclusiva della quarta edizione del «Telesia for Peoples» di Telese Terme ricordando le sue origini contadine e che sin da bambino ha sempre frequentato la Chiesa e «non certo per avere uno zio Cardinale ma per l’educazione impartitami dai miei genitori».
L’ex manager di tanti vip ha risposto a tutte le domande, anche a quelle del pubblico, lasciandosi intervistare a trecentosessanta gradi sulla sua vita privata, sul mondo dello spettacolo ma anche su quello politico. Ribadendo di essere ormai «una persona cambiata» Lele Mora, che ha espiato la pena dopo la condanna per evasione fiscale, bancarotta fraudolenta e favoreggiamento della prostituzione, ha annunciato la nascita di un movimento politico ‘Libertà e Onestà’, composto da tanti giovani al di sotto dei 40 anni e che avrà a capo un importante personaggio del mondo finanziario il cui nome sarà ufficializzato a fine anno, qualche mese prima del voto politico.
«Il movimento – ha aggiunto Lele Mora – punta ad aiutare chi ha bisogno. Un esempio? Fare una legge che vieti il pignoramento della prima casa, qualunque sia il motivo del provvedimento in quanto la casa, per chiunque, è il tetto che unisce la famiglia e rappresenta il frutto di sacrifici». Al salotto pubblico di Lele Mora ha preso parte anche Boris Roberti, presidente dell’Associazione «Gli Angeli della tv» impegnata da anni nel mondo del sociale.

Arrestato l’ex tronista Alessio Lo Passo: estorsione al chirurgo estetico

L’ex tronista di ‘Uomini e Donne’ Alessio Lo Passo è stato arrestato nella notte tra sabato e domenica a Monza. A fermare l’uomo sono stati i carabinieri della Sezione Catturandi del comando provinciale di Milano, che l’hanno intercettato mentre si recava all’inaugurazione di un locale.
Su Lo Passo pende una condanna in via definitiva a 3 anni per un’estorsione nei confronti di un chirurgo estetico nel 2014. Secondo quanto riferito dai carabinieri, Lo Passo è stato fermato mentre andava come ospite all’inaugurazione di un locale assieme a Lele Mora e Guendalina Canessa, entrambi estranei alla vicenda giuridica.

2399461_1240_14980744_1388901264461200_1022790881172688037_n

ESTORSIONE A CHIRURGO ESTETICO La vicenda inizia il 24 settembre 2014, quando Lo Passo, che aveva svolto il ruolo di tronista nel programma ‘Uomini e donne’ nel 2010, si sottopone a un’operazione di rinoplastica presso lo studio di un chirurgo a Milano. La prima visita, fissata per la settimana successiva, mostra una buona ripresa, ma la settimana dopo il medico nota una «depressione ossea nei lati» che sembra compatibile con un urto. Lo Passo nega di aver avuto traumi nonostante il chirurgo insista nel dire che quel decorso è molto strano. Così decide di fare una ricerca su internet e su YouTube scopre un video della trasmissione Pomeriggio 5 in cui Lo Passo, contattato telefonicamente da Barbara D’Urso, rivela di aver fatto a botte all’esterno di un locale per alcuni apprezzamenti rivolti alla sua donna. La lite sarebbe avvenuta proprio nei giorni tra il primo e il secondo controllo medico. Il 6 novembre 2014 Lo Passo si presenta allo studio con una fidanzata e un uomo di circa 60 anni che dice di essere calabrese (ma di fatto mai identificato) e pretende la restituzione dei 57mila euro pagati per l’operazione. I tre minacciano il medico e il personale, ripetono che in caso di mancata restituzione sfasceranno lo studio e rovineranno la reputazione del professionista in tv. Il 27 novembre Lo Passo ripete le intimidazioni al telefono ma nei primi giorni di dicembre il medico sporge denuncia e il 21 aprile 2016 l’ex tronista è condannato in via definitiva a tre anni di reclusione. Quando è stato preso dai militari della sezione Catturandi, diretti da Marco Prosperi, ha detto di non sapere della condanna.

L’ULTIMO SELFIE SU INSTAGRAM “Panta rei”, “tutto scorre”, aveva scritto l’ex tronista nell’ultimo scatto postato su Instagram, tre settimane fa. Poi l’arresto.