Buffon-DʼAmico, pomeriggio dʼamore a Torino

Imbattibile sul campo e pure tra le mura domestiche. Gigi Buffon, reduce dallo spettacolare successo della Juventus contro il Barcellona, appena può si rifugia in famiglia e si dedica alla compagna Ilaria D’Amico e ai figli. Il settimanale Chi ha pizzicato il portiere bianconero a Torino durante un pranzetto romantico con la giornalista e poi durante un tenero pomeriggio al parco con i bambini.

C_2_articolo_3066409_upiImagepp

Tet. e-a-te. te di coppia sotto il sole primaverile con tanti sorrisi e sguardi languidi. Del resto la conduttrice tv lo ha rivelato poche settimane fa: “Io mi emoziono guardando Gigi… Lo ritengo un campione straordinario”. E così Ilaria lo osserva con occhi sognanti e lo tiene per mano durante il pranzo all’aperto. Lui rilassato e sportivo le dedica tutta la sua attenzione e appena può la stringe a sé per un bacio appassionato. Poi insieme vanno a prendere a scuola i figli David Lee e Louis Thomas, avuti dalla ex moglie Alena Seredova, e si fermano al parco con Leopoldo Mattia. Buffon e la D’Amico fanno coppia fissa dal 2014 e dallo scorso anno sono genitori di Leopoldo Mattia. Per Ilaria è il secondogenito, dopo Pietro, avuto dall’imprenditore Rocco Attisani.

Ilaria D’Amico incontenibile dark lady con Gigi Buffon

C_2_fotogallery_3008675_7_imageLa vita con Gigi Buffon per Ilaria D’Amico non è piatta. Da pochi giorni il calciatore ha festeggiato il suo 39esimo compleanno, ma il premio alla carriera è arrivato qualche giorno dopo quando al Gran Galà del calcio è stato riconosciuto come miglior portiere della passata stagione. Accanto a lui stretta, tra le sue mani la compagna Ilaria D’Amico che ha sfoggiato un lungo abito nero dal décolleté incontenibile.

Gigi Buffon, festa in casa Juve con Ilaria DʼAmico

Passione in chiave bianconera per Gigi Buffon e Ilaria D’Amico che l’altra sera a a Milano sono arrivati mano nella mano alla festa di presentazione del nuovo logo della Juventus. Tra tanti calciatori e ospiti, la coppia ha attirato i flash. Entrambi in tema con il mood bianconero hanno mostrato sorrisi e serenità. “E’ la grande fortuna della mia vita” ha detto di recente il portiere parlando della giornalista.

C_2_articolo_3051636_upiImagepp

Pochi passi a piedi per arrivare dal nido d’amore milanese dei Buffon al Museo della Scienza e della tecnica dove si è svolto l’evento della Juve. La D’Amico raggiante in un tubino nero con pelliccia, si è mossa come una vera padrona di casa. Disinvolto e allegro anche Buffon, segno che la sconfitta con la Fiorentina è già dimenticata.
“Credo che Ilaria sia per me un punto di riferimento ormai imprescindibile… E’ la persona che cercavo e quella che volevo. E spero di essere lo stesso per lei” ha dichiarato di recente il portiere. La coppia ha un figlio, Leopoldo Mattia, nato un anno fa. Gigi è padre anche di Louis Thomas e David Lee, nati dalla precedente relazione con Alena Seredova; mentre la D’Amico è mamma anche di Pietro, nato dalla storia con Rocco Attisani.

Alena Seredova incinta? Si parla di nozze con Alessandro Nasi

Nessuna conferma ufficiale, ma stando a quanto scrive il sito Dagospia un bel pettegolezzo girerebbe per la Torino bene e soprattutto rimbomberebbe nello stadio bianconero: Alena Seredova è incinta. E in vista, per il prossimo anno, ci sarebbero le nozze con Alessandro Nasi, suo compagno da tempo, dopo l’addio a Gigi Buffon, portiere della Juve che sta con Ilaria D’Amico (da cui ha avuto un maschietto).

alena_seredova_017

Nasi è un top manager del gruppo Fiat e i fiori d’arancio, che Dagospia farebbe coincidere con il prossimo autunno, significherebbero che la Seredova starebbe per imparentarsi con il clan Agnelli.
Alena vive a Torino con i figli avuti da Gigi, Louis Thomas e David Lee. E proprio il secondogenito ha spento qualche giorno fa 7 candeline e mamma Seredova lo ha festeggiato postando sul suo profilo Instagram un tenerissimo scatto di 7 anni fa, appena nato. Un’immagine dolce e materna che richiama il pensiero della nuova maternità sussurrata per Alena.
Secondo Dago, la Seredova tra gli Agnelli è già una di famiglia perché gode della simpatia di Lavinia Elkann e John Elkann avrebbe “benedetto” l’unione tra Alena e Nasi, che potrebbe appunto sfociare presto in un matrimonio.

Gigi Buffon e Ilaria D’Amico col pancino: famiglia allargata a scuola col piccolo David Lee


1461839915_bacio_buffon_d_amicoMomenti di relax per Gigi Buffon e Ilaria D’Amico. Mentre si parla di una nuova gravidanza per la conduttrice, Gigi e Ilaria sono stati fotografati da “Chi” mentre vanno a prendere a scuola David Lee, figlio nato dalla precedente relazione del portierone della Juventus con Alena Seredova. Proprio a ottobre Gigi dovrà affrontare in tribunale la ex per la separazione…

Ilaria D’Amico con l’ex marito e il figlio Pietro a scuola: “pancino” in bella vista

Una mamma a tempo pieno Ilaria D’Amico. La conduttrice “Sky”, attuale compagna di Gigi Buffon, è stata fotografata da “Nuovo” mentre accompagna suo figlio Pietro, assieme all’ex Rocco Attisani, a scuola.

ac_26084013 (1)

Nonostante Ilaria sia da poco mamma di Leopoldo Mattia, nato dalla sua relazione col portierone della Juventus, sembra che si di nuovo incinta e in effetti ultimamente viene sorpresa dai fotografi sempre con abiti larghi che lasciano intravede un pancino sospetto….

Gigi Buffon e Ilaria, vacanze da famiglia allargata: a Forte dei Marmi con Pietro, David Lee e Louis Thomas

Vacanza da famiglia allargata per la neo coppia formata da Ilaria D’Amico e Gigi Buffon.

gigi-buffon-e-ilaria-damico-immagine-principale

Durante una vacanza a Forte dei Marmi i due sono stati raggiunti da Pietro, figlio nato dalla precedente relazione della conduttrice con Rocco Attisani e David Lee e Thomas, figli di Gigi e Alena Seredova.

1866629_scansione0097

Una serata in cui i tre ragazzi, fotografati da “Chi” hanno giocato tutti insieme, sotto gli occhi vigli e divertiti dei genitori. A mancare solo l’ultimo arrivato, Mattia Leopoldo, rimasto a casa con la tata.

Ilaria D’Amico, la storia con Buffon: “Con Alena la rabbia non ha avuto bisogno di esplodere”

“La nostra fortuna è stata che anche le loro vite si sono riorganizzate in un nuovo ordine sentimentale. Questo ha portato a rapporti distesi, dove la rabbia non ha trovato spazio o non ha avuto bisogno di esplodere. E’ stato un processo legato anche all’intelligenza di tutte le parti in causa”, Ilaria D’Amico, attuale comapgna di Gigi Buffon, racconta a “Il corriere della sera” come i rapporti fra i rispettivi ex si siano distesi.

ilaria-d-amico-e-alena-seredova-262114_w650

“Quando t’innamori da adulto – ha fatto sapere – l’idea di famiglia arriva molto presto. Io e Gigi, venendo da smarrimenti forti, dolorosi, avevamo il desiderio di costruire una dimensione solida. Abbiamo aspettato quasi un anno e mezzo prima che la maternità si trasformasse in un progetto solo perché dovevamo rodare le varie componenti: c’era bisogno che i bambini, i due suoi e il mio, s’integrassero con il nuovo nucleo e fra loro”. Ora i due hanno un figlio, che è stato ben accettato dalla famiglia allargata: “E’ andata liscia. Pietro e Dado hanno sei anni, Louis otto: un’età in cui si è più emancipati dal rapporto di dipendenza dai genitori, si hanno i propri interessi e amichetti, ed è più difficile vivere un neonato come un intruso”

Euro2016, il ritorno in tv di Ilaria D’Amico: “Fiera e sofferente per il mio Gigi”

Euro 2016 e il ritorno in video di Ilaria D’ Amico. La conduttrice ‘reginà dei salotti calcistici torna infatti alla conduzione dopo la maternità e la nascita di Leopoldo, avuto da Gigi Buffon, in occasione delle serate ‘di galà e i match degli azzurri su Sky Euro Show. Nel frattempo, intervistata dalla rivista Sky Life, la D’ Amico si confessa e parla del proprio intreccio di emozioni private e professionali.

1786897_ilaria10

«Torno dopo questa seconda maternità molto più rilassata di quanto non mi era accaduto con Pietro, il mio primogenito – dice la conduttrice -. La prima volta avevo vissuto il rientro in tv come uno strappo. Oggi ricomincio con gli europei, evento che con Sky non avevamo mai seguito, e partecipano tutte le squadre più forti, Germania, Francia, Inghilterra, la Spagna che ha vinto tutto, Italia. Poi le nuove da battere, il Belgio, la Repubblica Ceca che ha talenti interessanti e la Croazia».
In molti pensando all’Italia guarderanno al suo capitano, ovvero Buffon e anche chi non sa di calcio sa che è il compagno della D’ Amico: come funziona il rapporto tra la conduttrice che su Sky racconta il calcio e il capitano della Nazionale? «Sembra difficile crederlo, ma a volte ho l’impressione di avere accanto uno che fa tutt’altro mestiere – risponde la D’ Amico -, e non il portiere della Nazionale o della Juventus. In casa Gigi non fa vivere mai la tensione. È uno positivo di natura, è uno che se va male rilancia e si prende cura della squadra». Ma questo per la coppia D’ Amico-Buffon non può essere un Europeo come gli altri. «Il fatto che il mio compagno sia il portiere della nazionale – spiega – aggiunge fierezza e un pò di sofferenza in più. Gioirò e soffrirò di più, ecco. Ma con il necessario distacco.
Gli anni di esperienza ti aiutano a gestire l’adrenalina. Ovviamente, come conduttrice tv, l’incontro con Gigi mi ha già messo di fronte a momenti da gestire. Certo, con la Juve non è stato finora un percorso particolarmente complicato. Ma in ogni caso quando in tv arriva Gigi e sono io a intervistarlo, in quel momento lui rappresenta solo un anello fondamentale del racconto che sto facendo su Sky». Ma poi, a a casa o al telefono, commentate la partita e la trasmissione? «Gigi a casa non parla di calcio. Non è uno che a tavola ti racconta delle polemicucce. Credo sia amato per quello che fa in campo, ma anche per come sa galvanizzare la squadra. In fondo è l’uomo con il maggior numero di presenze in Nazionale». In occasione di Euro 2016, Sky garantisce una copertura totale live di tutti i 51 gli incontri in programma, di cui 24 in esclusiva, con uno studio live da Parigi . Confermata la ‘nazionale dei commentatorì, con Ambrosini, Adani, Boban, Costacurta, Del Piero, Marchegiani, Vialli e Marocchi, mentre le voci di Fabio Caressa e Beppe Bergomi commenteranno le partite dell’Italia.

Ilaria D’Amico e la giovinezza turbolenta’: “Mia madre voleva abortire, sono qui per caso”

Ilaria D’Amico è pronta per una nuova avventura televisiva: commenterà gli Europei per Sky Calcio Show dopo una lunga pausa dovuta alla gravidanza e alla nascita del figlio avuto con Gigi Buffon. Nel frattempo si racconta in una lunga intervista a ‘Vanity Fair’. Dalle cotte adolescenziali al suo temperamento vivace fino al mancato aborto della mamma: la conduttrice è un libro aperto.

ilaria1

LA NUOVA SFIDA Sulle pagine di ‘Vanity Fair’ anche le emozioni per questa nuova sfida professionale: “Non è un nuovo inizio e non sento alcuna pressione, ma solo l’emozione e la felicità di tornare a fare il mio lavoro dopo essermi presa il giusto tempo per essere madre e aver oliato quella macchina complessa che è la famiglia allargata”.

ADOLESCENZA IRREQUIETA Ilaria ammette di essere stata pestifera sin da piccola e che amava uscire e divertirsi. Molto diversa dalla figlia maggiore, ha dato qualche preoccupazione in più alla mamma: “Mi piaceva stare in mezzo alla gente, alle feste in discoteca, e discoteca per mia madre significava una cosa sola: droga, aghi, cocaina, dissoluzione. La cocaina c’era, ma con me avrebbe potuto star tranquilla… Sa come mi soprannominavano le amiche? Digos. Ero la rompipalle che finiva per controllare gli altri. Non so se sia stata paura che qualcuno potesse approfittarsene o timore di non essere più padrona di me stessa. Ma alle feste mi fermavo al secondo bicchiere di vino e non ho mai avuto voglia di andare oltre. Poi magari ballavo fino alle 6 del mattino, ma lucida. Senza veleni. Al massimo a dare la pozione sono stata io… Mia madre non voleva farmi andare in discoteca e così mi feci consigliare da un amico che studiava Farmacia il sonnifero giusto da mettere nel vino, una sera, per addormentare lei e il suo compagno. Dormirono fino a quando, sospettando di aver sbagliato il dosaggio e di averla combinata più grossa del previsto, non li svegliai io tornando a casa”.
Era solita scappare di casa, ma non sempre le andava bene: “Una sera, al mare, dico a mia madre: ‘Dormo al piano di sopra’. Salgo, mi vesto di soppiatto, mi calo dalla finestra e mi preparo a scavalcare il cancello del giardino. Lei era dall’altra parte dell’inferriata”. LE COTTE ADOLESCENZIALI La mamma è stata in ansia anche quando Ilaria si prese una cotta per il suo professore Gianni Barbarella: “Era il nostro professore di Lettere. Ci aiutò a essere curiosi, a non farci suggerire dagli altri che cosa pensare, e a chiederci sempre il perché. L’ultimo giorno di scuola salimmo tutti sui banchi per salutarlo come nella scena finale dell’Attimo fuggente. Per lui ho provato un’attrazione che spinse mia madre, preoccupata, ad andarci a parlare. Un invaghimento letterario che solo un galantuomo equilibrato come lui avrebbe potuto ignorare”. Questa attrazione l’aveva spinta a desiderare di essere un’insegnante, cosa che avrebbe fatto se non fosse diventata la conduttrice di un programma sportivo.

IL RAPPORTO CON LA MAMMA Alla domanda sul rapporto con la mamma, Ilaria spiega che si è sviluppato sempre nel rispetto delle reciproche indipendenze. “Fin da quando sono nata, nel 1973. Mia madre conduceva già da tempo un’aspra battaglia per separarsi dal marito e portare la prima figlia con sé. A quell’epoca la patria potestà era la regola e mio padre non lo avrebbe mai permesso. Dormivano separati quando all’improvviso morì mio nonno materno. Una notte, mentre lei elaborava il lutto, ci fu un momento di tenerezza”. E lì fu concepita lei.
“Si figuri la sua felicità per quella figlia arrivata per caso. Prigioniera di un matrimonio che non aveva mai trovato pace, col dubbio di poter perdere ogni libertà residua, si disse: ‘Non posso’. Tenne nascosta la gravidanza e decise di abortire. Contattò un medico che operava in clandestinità, si confidò con un’unica amica, tacque con la madre e con le sorelle, prese l’appuntamento con il dottore e fissò il giorno… Poi una notte sognò suo padre e a quel sogno, qualche giorno dopo, seguì una telefonata. Era la segretaria del medico che si scusava. Il dottore si era dovuto trattenere a Firenze e avrebbe potuto operarla solo nel pomeriggio. ‘Non vengo più, grazie’, disse. Poi riagganciò. Era il segno che aspettava… Se avesse scelto diversamente non sarei qui”.