Bobo Vieri e Costanza a Las Vegas, Jeremias Rodriguez e il due di picche dalla Casalegno

Justine Mattera multitasking
MILANO – Bobo Vieri e Costanza Caracciolo insieme a Las Vegas, il messaggio di Jeremias Rodriguez a Elenoire Casalegno, Justine Mattera multitasking e le altre notizie delle “Chicche di gossip” di “Chi”.

3265493_1617_chicche_di_gossip

Innamorati a Las Vegas
Un Bobo Vieri in versione “tenerone” ha regalato alla compagna ed ex velina Costanza Caracciolo un volo per Las Vegas e biglietti in prima fila per vedere il concerto di Jennifer Lopez. Se questo non è amore ...
Casalegno di picche
Elenoire Casalegno, di ritorno dalle vacanze, ha trovato sul suo profilo Instagram, nella chat privata, un dolce messaggio di Jeremias Rodriguez, il fratello di Belen oggi rinchiuso nella “Casa” del Grande Fratello Vip. La Casalegno, innamoratissima del suo Marcello Corso, ha subito cancellato la “richiesta d’affetto” di Jeremias.
La preghiera di Bocelli
Andrea Bocelli ha intinto la mano nell’ acqua del fiume Giordano (il fiume del battesimo di Gesù), si è fatto il segno della croce e ha recitato un’Ave Maria per la pace nel mondo, il tenore era in Giordania per un concerto e ne ha approfittato per raggiungere un luogo-simbolo della fede.
Mattera multitasking
Justìne Mattera si è data al triathlon, anzi al tetrathlon: nuoto più ciclismo più corsa più … burlesque! Appena prima e appena dopo essersi cimentata in una gara di triathlon sul lago di Garda, la showgirl si è esibita in un numero dei suoi sulle note di Btu I Am a Good Giri sul palcoscenico di un casinò sloveno. Ragazza davvero multitasking
(Chicche di gossip – Chi)

Ciao Darwin, il Mistico incoronato personaggio dell’anno: popolo del web in delirio

Fabio Filisetti alias il Mistico aveva già conquistato tutti durante la prima puntata di “Ciao Darwin” nella sfida Normali vs Diversi. La movenze pacate e l’abbigliamento “tunicato” sembravano richiamare il personaggio di Gesù, tanto che il popolo del web lo aveva ribattezzato il Messia.

1717069_mi1

Ebbene, ieri sera nel corso dell’ultima puntata del programma, non tanto per designazione divina quanto per volere popolare, il Mistico ha vinto il “Ciao Darwin Award” come personaggio dell’anno. Il pubblico in studio ha salutato “l’incoronazione” del Messia con un tifo da stadio. E alla sua esclamazione “Vi amo tutti” la risposta è stata “Anche noi”.

All’Apple Store vestito da Gesù, blocca l’ingresso con la croce: arrestato

Su Instagram e su Twitter si fa chiamare Philly Jesus, in realtà il suo vero nome è Michael Grand. Sui social è famoso perché convinto di essere la reincarnazione di Gesù Cristo. E vestito come il figlio di Dio si è presentato all’Apple Store di Philadelphia. Si è rifiutato di andar via e ha intralciato l’ingresso al pubblico con la sua Croce.

philly-jesus-3

Per questo motivo i gestori del negozio hanno dovuto chiamare la polizia che lo ha arrestato caricandolo sulla volante davanti a tutti i presenti curiosi. Le immagini sono state condivise dallo stesso Philly Jesus sui suoi canali social dove è ormai divenuto famoso per le sue prediche in mezzo alla gente e le sue bravate vestito da Gesù. Michael Grand, 29 anni, non è infatti nuovo alle forze dell’ordine che lo avevano già messo in manette nel 2014 per essersi presentato a pattinare sul ghiaccio a Dilworth Palace vestito da Messia.

Il prete che a messa dice “Forza Napoli” “Gesù? Tifa per gli azzurri ”

Don Marco Beltratti, parroco 46enne della Chiesa “Nostra signora del Sacro Cuore” di Napoli, quartiere Vomero: il suo “Sempre Forza Napoli” detto sull’altare ha fatto il giro del web, se l’aspettava?
“Potenza della Rete e della Fede. Ma anche del mio Napoli, finalmente primo in classifica. Però non è una novità, i miei parrocchiani sanno che dico così ogni domenica a conclusione della messa più popolare, quella delle ore 11”. “La verità? Mi danno grandi soddisfazioni. Qui al Vomero ho 30.000 fedeli, sono quasi tutti tifosi del Napoli.

1506640_20160125_114629_prete-napoli

Prima, invece, guidavo una parrocchia con troppi juventini e milanisti…” Quindi il suo Forza Napoli alla fine della messa era, per così dire, meno gradito?
“Diciamo di sì. Ma il mio tifo per gli azzurri è una passione irrefrenabile, oltre che nota a tutti. Sana e sincera come il cielo azzurro. Diciamo che sono di fede cattolica e di fede di battesimo, perché il Napoli lo seguo fin da quando ero in fasce”. Quando ha capito che stava diventando una star social?
“Stamattina, per puro caso. Ogni lunedì faccio il giro dei siti web che parlano di calcio. Ad un certo punto mi sono accorto della notizia del prete tifoso in chiesa e sono andato a vedere il video. Non immaginate la mia sorpresa. Ho detto: ma quello sono io!!!. Poi si sono scatenati i commenti sul mio profilo Facebook” Come concilia la sua passione per il Napoli con il ruolo di parroco?
“In maniera semplice e naturale. Gesù ci ama, quindi ama anche le nostre passioni. Io ho quella per il Napoli, quindi per me anche Gesù tifa Napoli”. Allora è davvero l’anno buono per lo scudetto?
“Lo diciamo solo alla fine del campionato. Meglio stare con i piedi per terra”. Però se dovesse accadere…
“Festeggio, ci mancherebbe. Ma fuori dalla chiesa”. Andrà allo stadio?
“Ci sono andato per anni, avevo addirittura l’abbonamento. Ora frequento meno gli spalti, ho troppe cose da fare per i miei parrocchiani. Soprattutto per i bambini, anzi per loro ho riaperto un piccolo campetto e organizzo anche le partite, perfino qualche torneo. Lo sport è importante, fa comprendere i valori del rispetto e dell’amicizia”. Chi sceglie come suo idolo di sempre tra Higuain e Maradona?
“Ora c’è Higuain e ce lo teniamo stretto. Maradona però è sempre il più grande di tutti”.