Rapiscono una coppia di senzatetto per prendersi il loro bambino e li tengono in schiavitù per 25 anni

Un storia di violenza, soprusi, inganni venuti a galla solo grazie al coraggio di un ragazzo che ha scoperto che tutta la sua intera esistenza era stata un’enorme bugia. Quelli che per anni ha considerato essere i suoi genitori, in realtà erano soltanto gli “schiavisti” delle due persone che lo avevano messo al mondo.

2522191_pckg_3001498261566562010-20170624

Quell’uomo e quella donna che ha visto vivere in cattività per anni, costretti a subire abusi e violenze erano i suoi genitori: con loro ha condiviso a lungo lo stesso tetto senza sapere la verità. Fino al giorno in cui ha deciso di ribellarsi e portare alla luce questa storia che adesso è finita sul tavolo dei giudici di un tribunale dell’Ontario, che dovranno stabilire la pena per Gary Willett Sr. e sua moglie, Maria: sono accusati di aver tenuto in prigionia due persone, di violenze, abusi e rapimento di un bambino al di sotto dei 14 anni. La coppia si è dichiarata non colpevole, ma adesso la parola spetta ai giudici.
La storia di abusi era iniziata alla fine degli anni ’80, quando i Willett avevano offerto ospitalità a Tim Goldrick e alla sua compagna, Barbara Bennett, due senzatetto: li avevano trovati mentre rovistavano in un cestino dell’immondizia nel centro di Toronto e avevano offerto loro del cibo e il loro seminterrato dove poter stare. Per mesi li hanno aiutati fino alla nascita del primo figlio dei Goldrick: quando il 2 settembre 1989 Barbara diede alla luce il bambino, i Willett firmarono i documenti come se fossero i genitori e da quel momento Gary Willett Jr. divenne di fatto il terzo dei loro figli, dopo averne adottati due in precedenza.
Nei mesi successivi le coppie si trasferirono in una casa di North York e, da quel momento, i rapporti precipitarono: Barbara veniva costretta a pulire l’appartamento e, quando i Willett non erano soddisfatti, la colpivano violentemente. Gary Jr. ha raccontato di ricordare che Tim era una sorta di schiavo al servizio della famiglia. Nel 1993, Barbara venne abusata sessualmente dal fratello di Gary Sr. E la donna, dopo aver dato alla luce la piccola Billie-Jean, con l’aiuto di sua madre riuscì a scappare con la bimba da quell’orrore, lasciando in quella “prigione” il figlio e il marito.
Dopo che Barbara e Billie-Jean riuscirono a fuggire, i Willett cambiarono nuovamente casa: lì installarono sette telecamere per impedire a Tim di fuggire e lo confinarono in un seminterrato angusto dove dormiva su un materasso a terra. Soggiogato, costretto a mangiare cibo per cani, picchiato nel sonno e con il terrore di scappare, Tim ha vissuto anni in quello stato, senza poter accedere nemmeno alla sua pensione di invalidità che finiva direttamente nelle tasche dei Willett. «Mi minacciavano – ha raccontato in tribunale – Dicevano che, se avessi provato a lasciare la casa, mi avrebbero messo in un ospedale psichiatrico. Ci credevo e non me ne sono mai andato». Fino a quando un giorno Gary Jr. non è scappato da casa e ha cercato di ricostruire i tasselli della sua vita: attraverso i racconti di alcuni parenti ha capito che non era figlio dei Willett e che i suoi genitori erano Barbara e Tim. A quel punto aveva un solo obiettivo: aiutare il suo vero padre a uscire dall’incubo.
Avvicinatosi alla casa degli orrori, ha intercettato Tim e gli ha parlato: «Gli ho detto che se voleva una vita migliore, doveva venire con me. Ha iniziato a tremare per la paura di quello che poteva accadergli, ma l’ho convinto». Gary Jr si è messo anche in contatto con la madre Barbara e la sorella, che nemmeno sapeva della sua esistenza. Adesso è un uomo di 28 anni che vive con il padre Tim a Etobicoke. «Non parlo più con mia madre Barbara – ha raccontato – non ha mai dato risposte alle mie domande. Come si fa a lasciare un figlio in mano a delle persone così? Non mi ha mai cercato».
Nel frattempo, Tim dice di essere felice, di aver trovato un lavoro e di vivere una vita normale. «Adesso posso uscire e guadagnarmi uno stipendio. Mi fa sentire bene sapere che posso fare cose come queste in totale libertà. Nonostante questo, però, prendo ancora pillole per superare quei 25 anni da incubo».

Jolie-Pitt, la figlia Shiloh transgender: prime cure ormonali a 11 anni

Brad Pitt e Angelina Jolie sono due genitori molto aperti e attenti alle esigenze dei loro figli, anche ora che il matrimonio è naufragato da tempo.
Una loro decisione ha fatto scalpore, generando commenti controversi, ma l’ex coppia più amata di Hollywood tira dritto per la propria strada assecondando le richieste di Shiloh, la loro primogenita naturale, di 11 anni.

41703667

In famiglia tutti la chiamano John, come confessato tempo fa da ‘Brangelina’. Pitt e la Jolie, infatti, non hanno mai nascosto che la loro primogenita si sente un bambino intrappolato nel corpo di una bambina.
Lo dimostra anche lo stile e il look, progettato dai genitori volontariamente come mascolino. Abiti da bimbo, capelli corti e sembianze decisamente maschili per una ragazzina che ora, prima della pubertà, si sottoporrà ad un trattamento ormonale volto a frenare lo sviluppo biologico dei tratti femminili.
La decisione di Brad Pitt e Angelina Jolie, in tempi in cui si parla molto, e in maniera un po’ superficiale, della teoria gender, ha sollevato un polverone tra i più tradizionalisti. I due però non ci pensano e hanno deciso di assecondare le esigenze di ‘John’.

Martina Stella, dramma familiare: “Da quando ho 16 anni mantengo i miei genitori”

Martina Stella di mette a nu. do su “Oggi” e racconta un aspetto delicato e poco conosciuto della sua vita privata. L’attrice romana prima di diventare famosa con il film “L’ultimo bacio” ha dovuto far fronte, insieme alla sua famiglia, a gravi problemi economici.

1467197104813.jpg--

La Stella dall’età di 16 anni mantiene economicamente i suoi genitori: «Vengo da una famiglia disastrata, ma dal punto di vista economico. ‘L’ultimo bacio’ mi ha salvato: ho potuto sostenere i miei, e continuo a farlo». Martina racconta che la sua carriera non è stata facile, soprattutto i primi tempi: «Il film ha avuto tanto successo, non io: non guadagnavo neanche abbastanza per vivere a Roma. Non sono mai stata quella che tutti vogliono, se non per i calendari: per quelli mi offrirono veramente tanti soldi. I grandi attori possono non fare provini, non io».
La vita privata dell’attrice, oggi 32enne non è stata facile: dopo la separazione dal padre della figlia ha trovato l’amore con Andrea Manfredonia, che ha sposato a settembre 2016. In questi giorni è in tv come protagonista della serie “Amore pensaci tu”.

Torturato a morte dai genitori a 9 anni: “Era iperattivo”

Torturato a morte dai genitori, così è morto un bambio di 9 anni a Sulaibikhat, nel nord del Kuwait. E’ la conclusione alla quale è giunta la polizia locale, mentre il padre del bambino, 31 anni, sostiene che il figlio sia deceduto per cause naturali.

maltrattamenti-bambino

I medici dell’ospedale di Jahra, dove il piccolo è stato portato dal padre, hanno fatto sapere che il bambino era morto da diverse ore quando è giunto nella struttura e che sul corpo presentava segni di bruciature e altre ferite. Sul caso è stata quindi aperta un’inchiesta e i genitori hanno spiegato le ferite e le bruciature sul corpo del bambino affermando che loro figlio era iperattivo, come riporta la stampa locale. I genitori hanno quindi sostenuto che la vittima spesso attaccava i suoi fratelli, soprattutto uno affetto da handicap e il più piccolo, di sei mesi.  Il bambino veniva quindi regolarmente picchiato per insegnargli la disciplina, hanno aggiunto, ammettendo che di recente lo avevano legato e tenuto in una stanza per alcuni giorni. Il figlio, arrabbiato per la punizione, aveva smesso di mangiare, secondo la ricostruzione dei genitori. La madre ha poi spiegato di aver slegato il figlio poche ore prima della sua morte e che il bambino era andato a dormire nella stanza insieme ai fratelli. Il decesso è avvenuto in seguito, la domestica indiana che lavora per la famiglia ha confermato la versione fornita. I genitori sono sotto inchiesta.

Laura Chiatti e Marco Bocci vita da genitori

Scene di vita da genitori per Laura Chiatti e Marco Bocci.

 

laura-chiatti_980x571

Lo scorso 8 luglio i due attori sono diventati genitori bis con l’arrivo del secondogenito Pablo e sono stati fotografati da “Diva e donna” proprio mentre tornano a casa Perugia col piccolo, che Laura allatta per strada. Marco invece tiene in braccio il primo figlio Enea, nato il 22 gennaio 2015.

“In che tempi viviamo?”: la 16enne mostra quello che fanno i genitori, il video è virale

Una youtuber di 16 anni, l’utente ahughes33,  ha pubblicato via snapchat un video accompagnato dalla didascalia “Ma che tempi strani viviamo?!”.

1853742_pokemon

La ragazza si pone questa domanda dal momento che i suoi genitori sembrano tornati adolescenti. Il padre se ne va sullo skateboard mentre la madre gira nel giardino di casa a caccia di Pokémon. In questi giorni, infatti, è scoppiata la ‘Pokemon Go-mania’, a causa della App che consente di acchiappare questi mostriciattoli giapponesi nella realtà. E anche la madre della ragazza sembra esserne stata affascinata. Tutto mentre il padre, apparentemente, continua a fare il teenager, nonostante l’età.

Il ministro sbaglia la risposta nei test per le elementari, è polemica: “Sono troppo difficili”

​È guerra tra i genitori inglesi e il dicastero dell’Istruzione nelle scuole di Inghilterra e Galles, a causa de nuovi test «troppo difficili» introdotti a partire dalle scuole elementari. Alcune delle domande sono dei veri e propri rompicapo per i piccolo allievi, protestano diversi genitori, denunciando come «lo stress» abbia portato alle lacrime bambini di 6-7 anni.

57249f77160000e90031d357

E ad alimentare la contestazione, si scopre ora che la stessa ministra Nicky Morgan, promotrice della riforma e figura rampante del Partito Conservatore di David Cameron, è caduta sulla trincea grammaticale: sbagliando clamorosamente – come evidenzia oggi il Daily Mail – una risposta di sintassi considerata dal suo dicastero alla portata di scolari 11enni. Ma le polemiche colpiscono anche i genitori coinvolti nella contestazione, dopo che ieri a centinaia hanno portato fuori dalle scuole elementari del regno i figli: inscenando con loro una manifestazione fra slogan e cartelloni di protesta contro i diabolici test della Morgan. «Strumentalizzazione» dell’infanzia, l’accusa di alcuni commentatori.

Elena Santarelli, mamma bis

“Finalmente dopo tante ore sei arrivata piccola Greta” cinguetta Elena Santarelli postando la foto di una manina.

Elena-Santarelli-mamma-bis-400x242

La showgirl e l’ex calciatore Bernardo Corradi sono diventati genitori bis: dopo Giacomo, in famiglia è arrivata Greta. Il travaglio è stato lungo e assistito dalla dottoressa Daniela Geatano, definita “mitica” dall’ex naufraga che ha voluto fare un selfie ai piedi del letto. La piccola sta bene. Giacomo detto Jack, nato nel 2009, che ha quasi sette anni, è pazzo di gioia per l’arrivo della sorellina.

Francesco Facchinetti di nuovo papà, è nata Liv: “Ho rischiato di collassare 2 volte”

Grande gioia per Francesco Facchinetti e Wilma Faissol, diventati genitori per la seconda volta.Dopo Leone infatti è nata la piccola Liv.

12814683_10154147028119610_6493923182623796207_n (1)

A dare l’annuncio lo stesso Facchinetti dalla sua pagina Facebook: “Oggi – si legge sul social – per la terza volta ho assistito alla cosa più bella e spiazzante che ci sia: il MIRACOLO DELLA VITA! Benvenuta in questo mondo, benvenuta amore mio. ❤ Cercherò di essere un buon padre e tu mi insegnerai ad esserlo. Papà. Ps. La mamma è stata incredibile, io ho rischiato di collassare 2 volte. Che brutta figura”.
Facchinetti ha già una figlia, Mia, dalla precedente relazione con Alessia Marcuzzi.

Francesca Fioretti mamma, è nata Vittoria

Fiocco rosa per Francesca Fioretti e Davide Astori, che sono diventati genitori della piccola Vittoria. L’annuncio del lieto è arrivato dal profilo Instagram dell’amico Francesco Graffignini: “Te lo dicevo per scherzo (ma mica tanto) in questi ultimi giorni che la tua piccola sarebbe nata all’improvviso, senza darti la possibilità di organizzarti e organizzarvi… Ne ero sicuro.

00-francesca-fioretti-fb

E alla fine così è stato!!!” Un arrivo anticipato, che ha colto i genitori di sorpresa. Il difensore ha dovuto infatti saltare gli allenamenti con la Fiorentina, per non perdersi la nascita della bambina.
La showgirl non ha ancora commentato in prima persona il lieto evento, ma sul suo profilo Facebook l’entourage ha fatto gli auguri ai neo-genitori. “FELICITA’…non conosciamo aggettivo migliore di questo in questo momento…qui nespolina ha stupito tutti e senza troppi effetti speciali. Benvenuta piccola Vittoria”.