Micol Olivieri è di nuovo incinta: dopo Arya aspetta un maschietto…

Secondo figlio in arrivo per la giovane attrice dei Cesaroni e Christian Massella. E la sorellina si scatena…

micol-olivieri-incinta-645

Micol Olivieri è incinta: la giovanissima attrice dei Cesaroni e il marito Christian Massella, dopo Arya, aspettano un maschietto. Ed ecco la prima foto col pancione.
UN FRATELLINO PER ARYA – La prima immagine con le nuove rotondità l’ha voluta condividere con i suoi followers. “Casa Massella si tinge di Azzurro!”, esulta Micol assieme al futuro papà bis Christian. Il fratellino della dolcissima Arya, nata nell’ottobre 2014, arriverà quando la primogenita avrà tre anni.
MAMMA BIS A 24 ANNI – “Presto daremo un fratellino alla mia principessina. Lo so già che è maschio, abbiamo fatto tutte le visite del caso”, ha raccontato l’attrice 24enne nel salotto tv di Barbara D’Urso, rivelando la nuova gravidanza. Che affronta piena di felicità: nonostante il primo parto non sia stato affatto un passeggiata…

La figlia di 7 anni viene trovata morta in piscina, dopo anni emerge la verità choc

Morì nel 2008 affogando in piscina, dopo anni emerge la verità sul tragico “incidente” che porto la piccola Adrianna Hutto, di soli 7 anni, alla morte. La bimba cadde nella piscina di casa sua in Florida, dove fu ritrovata morta.

1717588_uccisa-mom

Per giorni si è creduto a un incidente fino a quando il fratellino minore di lei non è stato interrogato dalla polizia. Il bambino raccontò quello che aveva visto, una versione ben diversa da quella fornita dalla madre dei due, Amanda Lewis.La donna avrebbe gettato in acqua la figlia per punirla dopo che la bimba aveva: «spruzzato del detersivo per vetri sul televisore», raccontò il fratello, come riporta il Mirror.  «Ha fatto delle cose sbagliate e la mia mamma si è arrabbiata, e così l’ha gettata in piscina», confessò il piccolo sul conto della sorella. Gli agenti proseguirono con dei sopraluoghi nella casa e scoprirono che i bambini erano costretti a vivere tra i loro stessi escrementi, evidente dimostrazione del fatto che venivano regolarmente trascurati. Oggi è arrivata la sentenza definitiva che conferma ogni colpevolezza della mamma mostro che sconterà i prossimi 30 anni in cella.