Michael Douglas: “Ho sentito gli angeli cantare… mentre stavo annegando”

“Ho sentito gli angeli cantare e voci celestiali e ho visto una luce bianca… poi mi sono rilassato mentre affrontavo la morte”. Per il lancio del suo film “Flatliners”, remake di “Linea Mortale”, Michael Douglas parla della sua personale esperienza pre-morte raccontando un episodio di molti anni fa.

C_2_articolo_3098573_upiImagepp

Quando era uno studente all’Università della California l’attore, che adesso ha 73 anni, ha infatti rischiato di annegare nell’Oceano.
Un Premio Oscar, 4 Golden Globe, un Premio BAFTA e un Premio Emmy, Michael Douglas si appresta quindi a tornare in sala con “Flatliners”, che affronta proprio il tema del mistero della morte. E discutendo con Usa Today in occasione del lancio del film, l’attore ricorda la sua personale esperienza ai tempi dell’università, quando si ritrovò ad annaspare in acqua, rischiando di annegare.
Al cinema dal 23 novembre, la pellicola è il remake del film di Joel Schumacher del 1990, con Julia Roberts. Nel cast, in questo caso, Ellen Page e Diego Luna, Nina Dobrev, James Norton e Kiersey Clemons. In “Flatliners – Linea Mortale”, si narrano le vicende di un gruppo di studenti di medicina che sperimentano su se stessi la morte indotta chimicamente con l’unico scopo di provare l’esistenza dell’aldilà. Interrompendo il proprio cuore per brevi periodi di tempo, ognuno provoca a se stesso un’esperienza di premorte.
Douglas afferma di non credere in un aldilà, come descritto da molte religioni, pensa piuttosto che il fenomeno, di cui è stato personalmente testimone, faccia parte del naturale processo di morte: “Credo che ci sia un meccanismo nel nostro cervello che prende il controllo e renda più semplice accettare l’inevitabile durante la morte”.

Cristina Chiabotto e Fabio Fulco sposi: “Matrimonio a Maratea dopo il flop del film”

MILANO – Dopo un lunghissimo fidanzamento e tanti annunci, sembra che Cristina Chiabotto e Fabio Fulco convoleranno a giuste nozze.

Schermata-2016-01-15-alle-13.04.44

L’attore, ultimamente regista, e la Miss Italia del 2004, dopo dodici anni di convivenza si dovrebbero sposare a Maratea: “Fabio Fulco – fa sapere la rubrica “Sussurri e Grida” di “Novella2000” – il compagno di Cristina Chiabotto, ha debuttato come regista nel film Il crimine non va in pensione, una commedia che vede nel cast anche attori del calibro di Stefania Sandrelli, che interpreta una donna che perde tutto giocando al bingo, e Maurizio Mattioli: purtroppo i giudizi della critica non sono stati del tutto positivi e anche i guadagni al botteghino sono stati deludenti.
Male il lavoro, meglio il cuore: Fulco sposerà, dopo dodici lunghi anni di convivenza, la compagna Cristina Chiabotto a Maratea. Sarà vero stavolta? La showgirl, dopo una lunga assenza, dovrebbe tronare sui teleschermi in inverno con un nuovo programma del gossip”.

La blue whale arriva nel Napoletano: la Procura di Torre Annunziata apre un’inchiesta

Anche in Campania arriva il primo caso di «blue whale», la balenottera blu che istiga al suicidio i teenager. Uno studente sedicenne di Torre Annunziata è stato salvato mentre avviava l’assurdo e violento «gioco» diffuso dal web. L’allarme è scattato due giorni fa, quando è arrivata una segnalazione direttamente alla Procura. Il giovane, residente nel centro storico oplontino e che frequenta un istituto superiore in città, era rimasto suggestionato dal servizio firmato dalle Iene in tv e aveva deciso di avviare il gioco della morte.

41423281

Una serie di 50 prove in 50 giorni, fatte di gesti di autolesionismo, selfie in situazioni pericolose, sfide mortali, visione di film horror per sottrarre ore al sonno, suggestioni negative e, infine, l’insano gesto: lanciarsi nel vuoto dal palazzo più alto della città in cui si vive. Le vittime tutti teenager si affidano a una sorta di «tutor» che li adesca online, poi si parte dalla sveglia alle 4 del mattino, passando per i pericolosi tatuaggi con un temperino e si chiude con la morte del partecipante. Ideato nel 2015 in Russia, il folle gioco è tornato tristemente di «moda» nelle ultime settimane, con alcuni casi che si sono verificati prima all’estero e poi sul territorio italiano, infine il servizio andato in onda in tv che ha scatenato una serie di nuove pericolose emulazioni in varie parti d’Italia. E uno di questi casi è stato segnalato e riscontrato a Torre Annunziata. Il ragazzino, che vive una forte situazione di disagio sociale è affidato ai nonni dopo la separazione dei genitori ha confidato ad alcuni amici di essere rimasto particolarmente colpito da quanto raccontato in tv, tanto da aver avviato i contatti con per iniziare il suo tragico percorso nel «blue whale». Se all’inizio poteva sembrare uno scherzo di cattivo gusto, le varie ricerche fatte online avevano convinto lo studente di Torre Annunziata a cominciare. L’avrebbe fatto proprio ieri, con la prima prova. A salvarlo, però, sono stati alcuni amici e i nonni. Le sue confidenze, incessanti e preoccupantemente ossessive, hanno spinto alcuni compagni di classe a fare una segnalazione e ad avvisare i nonni del ragazzo, che è stato praticamente salvato prima di entrare nella spirale della balenottera blu. Sul caso, però, erano scattate immediatamente le indagini coordinate dalla Procura di Torre Annunziata, che ha aperto un fascicolo contro ignoti per istigazione al suicidio. Un atto dovuto e urgente, avviato dal sostituto procuratore Emilio Prisco del pool di magistrati guidato dal procuratore Sandro Pennasilico e dall’aggiunto Pierpaolo Filippelli. Il ragazzo è stato ascoltato ed ha confermato il suo forte interesse e le sue intenzioni. Nelle prossime ore, saranno ascoltati anche gli amici che hanno inoltrato la segnalazione e gli stessi tutori del 16enne, per capire se dietro il suo omportamento si possano celare altre problematiche. Nel frattempo, però, le indagini proseguono. C’è da capire chi a parte il servizio televisivo possa aver dato informazioni allo studente di Torre Annunziata. Sono in corso accertamenti informatici sui contatti avuti dal ragazzo negli ultimi giorni. Le tracce lasciate sul web saranno decisive per l’inchiesta, poiché gli inquirenti hanno intenzione di capire se il primo caso in Campania possa essere l’ultimo oppure se ci sia qualcuno in zona ad aver iniziato il gioco della morte. L’idea è quella di bloccare subito l’eventuale «tutor» che si nasconde dietro l’assurdo meccanismo.

Raz Degan, da L’Isola dei Famosi al cinema con Luca Argentero: ecco il suo film

raz-degan-e-luca-argenteroL’avventura di Raz Degan a L’Isola dei Famosi potrebbe essere riassunta con la celebre frase di Giulio Cesare ‘veni, vidi, vici’ e come il grande conquistatore romano, il modello israeliano ha ancora fame di vittorie e di nuove sfide: così, archiviata la parentesi in tv, ha ripreso in mano la telecamera per portare a termine il documentario ‘The Last Shaman’ con l’aiuto di Luca Argentero nei panni di produttore. Il progetto è di quelli ambiziosi, non c’è che dire, e per questo i due sex symbol hanno chiesto aiuto a Kickstarter, la principale piattaforma di crowdfunding dove al momento sono stati raccolti quasi 40mila dollari, la somma richiesta affinché il documentario di Raz Degan veda definitivamente la luce dopo quasi 5 anni di lavoro.

Martina Stella, dramma familiare: “Da quando ho 16 anni mantengo i miei genitori”

Martina Stella di mette a nu. do su “Oggi” e racconta un aspetto delicato e poco conosciuto della sua vita privata. L’attrice romana prima di diventare famosa con il film “L’ultimo bacio” ha dovuto far fronte, insieme alla sua famiglia, a gravi problemi economici.

1467197104813.jpg--

La Stella dall’età di 16 anni mantiene economicamente i suoi genitori: «Vengo da una famiglia disastrata, ma dal punto di vista economico. ‘L’ultimo bacio’ mi ha salvato: ho potuto sostenere i miei, e continuo a farlo». Martina racconta che la sua carriera non è stata facile, soprattutto i primi tempi: «Il film ha avuto tanto successo, non io: non guadagnavo neanche abbastanza per vivere a Roma. Non sono mai stata quella che tutti vogliono, se non per i calendari: per quelli mi offrirono veramente tanti soldi. I grandi attori possono non fare provini, non io».
La vita privata dell’attrice, oggi 32enne non è stata facile: dopo la separazione dal padre della figlia ha trovato l’amore con Andrea Manfredonia, che ha sposato a settembre 2016. In questi giorni è in tv come protagonista della serie “Amore pensaci tu”.

Titanic, sulla zattera poteva starci anche Di Caprio? Finalmente il regista Cameron svela la verità…

A 19 anni dall’uscita di uno dei film epici più belli di tutti i tempi, Titanic continua a far discutere. Tanti fan non si sono mai rassegnati alla morte di Jack (Leonardo Di Caprio), sostenendo che Rose (Kate Winslet) avrebbe potuto fargli posto sulla porta usata a mo’ di zattera, permettendo anche all’amato di mettersi in salvo.

b_96043-35695934

C’è poi chi ha elaborato una vera e propria teoria secondo la quale Jack avrebbe potuto sopravvivere. Nel programma tv Mythbusters, in cui si parla di miti da sfatare, i conduttori avevano confermato che sulla zattera non ci sarebbe stato spazio per Jack, ma che se avessero legato i giubotti salvagente sotto alla porta, entrambi i protagonisti avrebbero potuto salvarsi.
A dissipare ogni dubbio sulla questione ci ha pensato il regista James Cameron, in un’intervista al Daily Beast.
“Provate a immaginare la situazione: sei Jack, immerso nell’acqua gelida a -2 gradi e il tuo cervello inizia a risentire dei primi segni di ipotermia. Arrivano i Mythbusters e ti chiedono di slacciarti il giubbotto di salvataggio, di immergerti sotto alla zattera e legare il giubbotto in chissà quale maniera. Questo significa rimanere sott’acqua a -2 gradi per un processo che richiede almeno 5-10 minuti. A rigor di logica, moriresti subito. In che modo sarebbe potuto funzionare? Jack ha fatto la scelta migliore, rimanere in parte fuori dall’acqua sperando che qualcuno lo vedesse e lo tirasse fuori di lì. Purtroppo la vicenda è stata affrontata in mille modi, anche attraverso accurati studi fisici e scientifici, ma la risposta è una sola: Jack non poteva salvarsi su quella porta”.

Kristen Stewart esce allo scoperto: “La amo, ora posso riprovare delle emozioni”

Kristen Stewart ha confessato recentemente di essersi sentita devastata a causa di un amore molto sofferto e dopo tante indiscrezioni e numerosi gossip finalmente è uscita allo scoperto. L’attrice fa il suo coming out e afferma di essere molto innamorata della sua fidanzata.”Ci siamo lasciate – spiega in un’intervista a ‘Elle.Uk’ – e poi rimesse insieme un paio di volte. Quando ci siamo rimesse insieme l’ultima volta ho pensato: ‘Finalmente posso tornare di nuovo a provare emozioni’.

kristenstewart

Tutto è cambiato quando ho cominciato ad uscire con una ragazza. Ho pensato: ‘Se lo nascondessi sarebbe come lasciare intendere che è una cosa di cui mi vergogno’. Quindi ho dovuto cambiare il modo in cui mi comporto in pubblico. Ha aperto la mia vita e sono molto più felice”.
La protagonista di ‘Twilight’ ha avuto una lunga relazione con il collega Robert Pattinson ed è finita più volte sotto i riflettori dei media. La loro storia finì quando la Stewart fu fotografata in atteggiamenti compromettenti accanto al regista Rupert Sanders. Dopo di lui nel suo cuore è arrivata Alicia Cargile.

Brad Pitt, flirt sul set con Marion Cotillard: “Angelina dimagrita dal dispiacere”

brad-pitt-marion-cotillardA Hollywood non si parla d’altro: Brad Pitt avrebbe un flirt con Marion Cotillard e Angelina Jolie sarebbe dimagrita (come dimostrano le foto pubblicate pochi giorni fa) dal dispiacere. Galeotto, per Brad e la collega Marion, sarebbe stato il set del film “Allied”, nel quale interpretano il ruolo di due amanti. Secondo il magazine “Star”, tra i due sarebbe scoccata la scintilla, proprio come successe tra Brad e Angelina sul set di Mr. e Mrs. Smith.Se confermato, insomma si tratterebbe di un copione già visto.

Harrison Ford vende la giacca di Star Wars: “Mia figlia è malata, devo aiutarla”

Harrison Ford ha confessato al mondo che la figlia Georgia, 25 anni, è malata e ha deciso di vendere la giacca indossata nel film Star Wars, un vero e proprio pezzo da collezione, nel tentativo di trovare una cura per l’epilessia. “È il mio eroe, la amo” aveva detto della ragazza, nata dal secondo matrimonio del divo 73enne.

star-wars-giacche-e-giubbotti-matchless-london-ispirati-alla-saga-di-george-lucas-16

Ford ha messo in vendita la giacca di pelle indossata per vestire i panni di Han Solo in “Star Wars, il risveglio della forza”. Un vero e proprio oggetto di culto, per gli appassionati della saga. Il ricavato della vendita sarà devoluto al NYU Langone Medical Center e al dottor Orrin Devinsky, l’unico che ha capito di cosa soffrisse la figlia.
L’attore ha raccontato che quando la malattia si è manifestata per la prima volta le diagnosticarono un’emicrania. Georgia era ancora una bambina e si era fermata a dormire a casa di un’amica. “Pochi anni più tardi ha avuto un altro violento attacco. Si trovava su una spiaggia a Malibu. Per fortuna un regista di Hollywood la trovò. Così mi sono detto ‘Sono a Los Angeles, abbiamo alcuni dei migliori dottori del mondo, devono pur sapere cosa c’è che non va in lei’, ma nessuno diagnosticò l’epilessia”.

Asia Argento choc, insulta il famoso regista: “E’ solo un figlio di p…..a, brucerà all’inferno”

Asia Argento non le manda a dire e riserva delle parole durissime per il regista Luca Guadagnini.

10941519_1594006037479511_8076292761230046195_n

Proprio Guadagnini ha scelto di dirigere il remake di ‘Suspiria’, uno dei più famosi film di Dario Argenti e lei, a quanto pare, non ha mandato giù la cosa: “E’ un buono a nulla che brucerà all’inferno – ha commentato Asia Argento quando un suo fan le ha rivolto una domanda su Luca Guadagnini – E’ un subdolo figlio di pu…. che lecca culi a destra e a manca per poterseli fottere meglio”. Asia Argento, dunque, sembra non gradire il fatto che venga eseguito un remake di una delle pellicole più famose e popolari di suo padre, Dario Argento, considerato il Maestro dell’Horror.