“La banda di Jeremy Meeks ha ucciso mio figlio 16enne, vederlo ricompensato mi fa male”

Eric Castillo aveva 16 anni e un’unica, grande passione: quella del basket, giocato in ogni playground della sua città. Il ragazzo fu, nel 2004, una vittima innocente di uno scontro tra gang: fu ucciso, probabilmente per errore, da David Lewis, che all’epoca aveva 17 anni e faceva parte dei Crips, una delle più violente gang criminali della California e di cui faceva parte anche Jeremy Meeks, il detenuto sexy diventato ricchissimo modello.

prc_37548060

La mamma di Eric, Carmen, si è lasciata andare ad un duro sfogo, riportato dal Mirror. «Fa male vedere uno come Meeks ricompensato dopo quello che la sua gang ha commesso, mi riempie di rabbia e disgusto» – ha dichiarato la donna – «Siamo certi che quell’uomo abbia abbandonato la banda? Non capisco perché uno così debba essere premiato e non punito».
Dal canto suo Jeremy Meeks, che ora frequenta ricche milionarie e star dello showbusiness statunitense, assicura di aver cambiato vita: «Non è facile sapere che la mia storia è di dominio pubblico, temo la possano leggere anche i miei figli e magari tentare di emularmi. Non è niente di cui vantarsi e i tatuaggi fanno parte di un passato che sto tentando di cancellare». Tra tutti, infatti, ce ne sono alcuni che richiamano all’adesione alla banda dei Crips: ‘Crip Life’, ‘NC’ (Northern Crips) e un tatuaggio a forma di lacrima sotto l’occhio sinistro che simboleggia una uccisione tra gang rivali.

Misteriosa creatura marina trovata morta sulla costa, il web si scatena: “È un mostro”

Una misteriosa creatura è stata trovata su una spiaggia in California. L’animale non ha né occhi, né bocca o ali, ha solo due grandi sfere che sembrano molto sproporzionate rispetto al resto del corpo.

METRO GRAB - taken without permission from Imgur directed from Reddit post by xxviiparadise Really gross 'sea monster' washes up in California Picture: Imgur

La creatura è stata trovata sulla sabbia e pesa poco pià di 3 chili, fotografata da un passante è stata condivisa sui social dove si è acceso un dibattito in merito. Le ipotesi, come riporta anche Metro, sono tra le più disparate, la prima è che potrebbe trattarsi di una lumaca privata del suo guscio, un esemplare di lumaca di mare particolarmente grande comuni in quella zona. C’è poi chi sostiene che potrebbe essere una lepre di mare e che le palline sporgenti siano le orecchie. La teoria sul fatto che possa anche trattarsi di una creatura marina sconosciuta sembra essere quella più avvalorata, ma per ora gli studiosi ancora non si sono espressi in merito.

I consigli per il mare di Chiara Ferragni

Chiara Ferragni è rientrata in Italia. Dopo la trasferta in California e la puntatina a Montecarlo, la Blonde Salad è tornata a dettar tendenze in patria. Le follower che spettavano i suoi consigli per acquistare i costumi sono rimaste un po’ deluse: Chiara posta gli shorts, ma non i bikini! Nel mare magnum social di borsette e valigie, c’è ancora ben poco di beachwear.

C_2_box_33821_upiFoto1F

Per trovare qualche spunto sui dictat per l’estate, bisogna tornare un po’ indietro nella time line di Chiara Ferragni: precisamente alla vacanza con Fedez nel Resort di lusso delle isole Hawaii. In quelle foto, tra aperitivi al tramonto e baci tra le onde, i costumi sono ben visibili. Modelli piuttosto semplici e poco strutturati, nessuna fantasia e colori decisi. Grandi assenti di questa stagione sono i bikini: Chiara Ferragni sulla sabbia ha optato per degli interi.
C’è quello nero con maliziose palme sul seno, l’intero rosso con scollatura profondissima dall’aria vintage, l’elegante in lurex sui toni del blu: tutti di Mimi à la Mer. Non può mancare il costume bianco con l’occhio strizzato, della linea personale di Chiara Ferragni. E poi il più difficile da indossare: un costume bicolore Lna con obò frontale e nodo sul seno. Alzi la mano chi sfoggerà in spiaggia questo modello suggerito da Chiara Ferragni.

Prof costringe l’alunna a fare pipì in classe, condannata a pagare un risarcimento record

Costretta a fare la pipì in un secchio a scuola, la studentessa riceve un milione di dollari come risarcimento. Una storia di soprusi quella che viene da San Diego, in California, dove l’insegnante Gonja Wolf ha obbligato una sua alunna a urinare nel secchio dopo averle negato il permesso di andare in bagno.

nintchdbpict000297375990-e1485513832799

La scuola prevede rigide regole sull’orario delle lezioni, una di queste è che non debbano essere interrotte da studenti che vanno in continuazione al bagno, specifica Metro, ma certo un’urgenza può scappare a tutti. La ragazza, che oggi ha 19 anni ma all’epoca dei fatti solo 14, fu costretta a fare pipì nel cestino, in classe davanti a tutti, cosa che le costò diversi atti di bullismo e problemi psicologici. L’insegnante si è giustificata dicendo che non pensava potesse causarle dei problemi psicologici, ma il tribunale ha dato ragione all’adolescente stabilendo il risarcimento da record. Oltre al milione le saranno accreditati 35 mila dollari per le spese mediche che ha dovuto sostenere.

Adele, carta di credito respinta durante lo shopping in California

Rimbalzata alla cassa di un negozio della catena H&M a San Jose perché la sua carta di credito viene respinta. Questa l’incredibile avventura capitata ad Adele. La cantante che ha un patrimonio di 80 milioni di dollari ha raccontato l’accaduto alla stampa: “Che imbarazzo, per fortuna non mi ha riconosciuto nessuno”.Subito dopo l’esibizione alla San Jose’s SAP arena in California, Adele ha deciso di concedersi un po’ di shopping senza fare i conti con la sua tessera.

adele-hello-twitter

La star ha fatto incetta di capi d’abbigliamento, li ha provati e ne ha scelti alcuni. Quando è arrivata alla cassa del negozio lo spiacevole inconveniente: la sua carta di credito è stata rifiutata, la banca ha negato la transazione per la cantante che è una delle più pagate al mondo. “Sono andata da H&M e la mia carta non è stata accettata. È stato davvero molto imbarazzante – ha dichiarato l’artista inglese – L’ho fatta franca. Sono fuggita nel più totale anonimato”. Ora c’è da scommettere che sia la banca sia il negozio incriminato faranno di tutto per farsi perdonare dall’ironica Adele…

Otto bimbi segregati in casa: “Uno di 2 anni incatenato, un’altra di 3 legata come un cane”

Choc in California dopo l’incredibile scoperta delle autorità. In una abitazione di San Antonio hanno trovato otto bambini tra i 10 mesi e i 13 anni abbandonati.

courneuve-600x300

Uno di due anni era incatenato al terreno nel giardino posteriore, mentre una bimba di 3 anni era legata a una porta con un guinzaglio per cani. L’allarme è stato lanciato dai vicini che hanno udito le urla e i pianti dei bambini. Questi, appena liberati, sono stati immediatamente ricoverati. Due persone, che gli investigatori pensano siano i genitori di almeno sei dei bambini ritrovati, sono stati tratti in arresto. Ma per il momento non si hanno altri dettagli.

Uccide due persone in un incidente, 18enne torna a casa e pubblica un selfie: “Sono su tutti i giornali”

Fa un frontale con l’auto e uccide due persone, appena torna a casa scrive un post agghiacciante su Facebook. Brianna Longoria, 18 anni della California, stava guidando con due suoi amici a bordo della sua auto quando ha perso il controllo della macchina e ha impattato contro un’altra vettura. Nello scontro sono morte due persone e la ragazza non è sembrata minimamente scioccata.

1645606_Brianna-Longoria

Tornata a casa, come riporta il Mirror, ha scattato un selfie allo specchio e, pubblicando la foto sui social, ha aggiunto una didascalia: «Sono su tutti i giornali, ho fatto un incidente e sono morte due persone».
La ragazza sembra che non abbia né bevuto, né fatto uso di droghe, semplicemente ha proseguito ad alta velocità senza rispettare lo stop. Ora è accusata per la morte delle due vittime dell’incidente.

Keith Emerson trovato morto con un colpo alla testa nella sua villa in California

Un impareggiabile virtuoso delle tastiere. Keith Emerson, morto ieri. Il suo cadavere con un colpo alla testa è stato trovato dalla fidanzata nella sua villa di Santa Monica in California. Era stato recentemente colpito da “problemi medici” che gli impedivano di giocare con i suoi strumenti. Nel 2010, Emerson ha annunciato di avere una diverticolite e di aver subito un intervento chirurgico.

KEITH EMERSON -  common  - WCENTER 0ESTAGLLIZ

Non è chiaro se questo abbia a che fare con i suoi recenti problemi di salute. La polizia starebbe ipotizzando un suicidio.Emerson è stato uno dei musicisti simbolo del Progressive, uno dei primi tastieristi a usare il Moog e, soprattutto a suonarlo dal vivo. Nato a Tomorden, nello Yorkshire nel 1944, si era formato ascoltando i grandi pianisti di jazz e studiando musica classica. Ed è proprio fondendo virtuosismo tecnico, repertorio classico e rock che è entrato nella storia. Alla grande notorietà è arrivato sul finire degli anni ’60 con i «Nice», un trio con cui ha messo a punto la formula che gli ha dato il successo mondiale: basso, batteria e tastiere, sul piano strumentale, fusione di repertorio classico, rock su quello musicale. Gli album «Ars Longa Vita Brevis» ed «Elegy» e una versione di «America» da «West Side Story» di Leonard Bernstein sono le pagine più note di questa band che rimane nei libri per aver posto le basi del Progressive.  Gli anni del trionfo coincidono con la formazione di un trio all star insieme a Greg Lake, bassista e cantante proveniente dai King Crimson e Carl Palmer, batterista super virtuoso che invece suonava negli Atomic Rooster. Gli Emerson, Lake & Palmer (El&P) negli anni ’70 fecero furore fin dal primo album, che conteneva «Lucky Man», ricordato per un torrenziale assolo di Moog, uno dei più popolari e diffusi sintetizzatori della storia. «Tarkus», «Pictures at an Exibition», versione rock dell’opera di Mussorsgky, «Trilogy», «Brain Salad Surgery» sono i titoli più importanti di questo super trio ancora amatissimo. Le sonorità magniloquenti degli album trovavano dal vivo una rappresentazione spettacolare: mentre Carl Palmer suonava dietro una batteria grande come un mini appartamento (come usava all’epoca), Emerson, con i suoi giubbotti dei pelle e i lunghi capelli biondi, maltrattava un muro di tastiere: in questo solo Rick Wakeman riusciva a rivaleggiare con lui. Ma Emerson faceva di più: oltre a prodursi in vertiginosi virtuosismi, sbatacchiava il suo organo Hammond, aggredendolo con coltelli, magari mentre un gigantesco mostro raffigurante Tarcus arrivava sul palco (quando suonarono alla stadio Flaminio di Roma il mostro non potè arrivare in scena perchè avrebbe fatto sprofondare il palco).  Furono proprio questi eccessi musicali che, a lungo andare, generarono la furia rigeneratrice del Punk. Una volta finita l’esperienza con gli EL&P, la sua carriera non ha mai più conosciuto la stessa popolarità, anche se Emerson ha conosciuto un successo clamoroso con una versione di «Honky Tonk Train Blues» di Mead Lux Lewis che in Italia è stato usato come sigla di un programma tv. Tra la reunion nel 1992 con i suoi vecchi amici Lake e Palmer, tentativi di riprodurre con altri musicisti la formula del super trio, a parte la colonna sonora di «Inferno» di Dario Argento e quella per «Gozilla» la sua carriera, anche a causa di problemi ai tendini, la sua carriera non è mai tornata ai livelli degli anni ’70.  Keith Emerson resta comunque un personaggio che ha contribuito in modo determinante a rendere popolari le tastiere: non è un caso che sia entrato nella Hall of Fame dell’organo Hammond. Certamente il suo contributo è legato a un periodo preciso e a un modo di suonare e concepire la musica oggi datato ma che continua ad avere fan devoti in tutto il mondo che considerano gli album degli EL&P alla stregua dei capitoli di un libro sacro. A diffondere la notizia della sua morte, con un annuncio sul sito facebook del gruppo, è stato il suo vecchio amico e compagno di avventure Carl Palmer, che è stato decisivo a nel creare il mito del tastierista che ha fatto conoscere il Moog al mondo del rock.

Kate Winslet e Johnny Depp, incontro sul red carpet 11 anni dopo “Neverland”

Kate Winslet e Johnny Depp hanno accentrato l’attenzione dei fotografi al Palm Springs International Film Festival in California. In occasione della kermesse, giunta alla 27esima edizione, le due star hollywoodiane si sono ritrovate sullo stesso red carpet dopo molti anni e si sono abbracciate calorosamente posando per qualche scatto.

C_4_foto_1434610_image

Erano stati coprotagonisti del film drammatico del 2004, “Neverland”.
Il festival ha aperto la stagione dei grandi eventi cinematografici del nuovo anno, prima dei People Choice Awards e dei Golden Globes. Il divo de “I pirati dei Caraibi” è arrivato per ritirare il Desert Palm Achievement Award, con cui è stato premiato, in compagnia della moglie Amber Heard. I due si preparano a festeggiare il primo anniversario di matrimonio, nonostante i gossip li descrivano in crisi.