Buffon-DʼAmico, pomeriggio dʼamore a Torino

Imbattibile sul campo e pure tra le mura domestiche. Gigi Buffon, reduce dallo spettacolare successo della Juventus contro il Barcellona, appena può si rifugia in famiglia e si dedica alla compagna Ilaria D’Amico e ai figli. Il settimanale Chi ha pizzicato il portiere bianconero a Torino durante un pranzetto romantico con la giornalista e poi durante un tenero pomeriggio al parco con i bambini.

C_2_articolo_3066409_upiImagepp

Tet. e-a-te. te di coppia sotto il sole primaverile con tanti sorrisi e sguardi languidi. Del resto la conduttrice tv lo ha rivelato poche settimane fa: “Io mi emoziono guardando Gigi… Lo ritengo un campione straordinario”. E così Ilaria lo osserva con occhi sognanti e lo tiene per mano durante il pranzo all’aperto. Lui rilassato e sportivo le dedica tutta la sua attenzione e appena può la stringe a sé per un bacio appassionato. Poi insieme vanno a prendere a scuola i figli David Lee e Louis Thomas, avuti dalla ex moglie Alena Seredova, e si fermano al parco con Leopoldo Mattia. Buffon e la D’Amico fanno coppia fissa dal 2014 e dallo scorso anno sono genitori di Leopoldo Mattia. Per Ilaria è il secondogenito, dopo Pietro, avuto dall’imprenditore Rocco Attisani.

Ilaria D’Amico, spesa per la famiglia allargata e pancino sospetto

Concluso il lungo periodo di vacanze in Versilia Ilaria D’Amico e Gigi Buffon sono tornati ai loro impegni tra Torino e Milano. Mentre il portiere si allena con la Juventus, la giornalista trova il tempo per andare a fare una maxi spesa al supermercato per la grande famiglia allargata. Bellissima anche in versione casalinga, secondo “Novella 2000” la D’Amico nasconderebbe, ma non troppo, un dolce segreto.
E’ stata un’estate ricca di emozioni e di passione quella di Gigi e Ilaria.

C_2_articolo_3031226_upiImagepp

La coppia in “trasferta” in Versilia per le vacanze, dove Buffon possiede uno stabilimento balneare, ha prima fatto battezzare il piccolo Leopoldo Mattia e poi si è concessa un periodo di relax tra tintarella e bagni infuocati. Di rientro in città i due sono tornati agli impegni di sempre. Lui con la Juventus a Torino e con la Nazionale e lei sul piccolo schermo a Milano. Abituata a fare la pendolare tra il capoluogo lombardo e quello piemontese è stata pizzicata all’uscita di un supermercato con il carrello colmo di spesa.
Con un outfit total white impeccabile, secondo il settimanale la giornalista evidenzierebbe una linea più morbida del solito che farebbe ipotizzare a una nuova gravidanza. Fonti vicine al portiere confermerebbero che Ilaria sarebbe già oltre il terzo mese e aspetterebbe una femminuccia, la prima sia per Gigi sia per la giornalista. I due ancora non si pronunciano… ma segreti come questi non si possono nascondere a lungo.

Ilaria D’Amico, la storia con Buffon: “Con Alena la rabbia non ha avuto bisogno di esplodere”

“La nostra fortuna è stata che anche le loro vite si sono riorganizzate in un nuovo ordine sentimentale. Questo ha portato a rapporti distesi, dove la rabbia non ha trovato spazio o non ha avuto bisogno di esplodere. E’ stato un processo legato anche all’intelligenza di tutte le parti in causa”, Ilaria D’Amico, attuale comapgna di Gigi Buffon, racconta a “Il corriere della sera” come i rapporti fra i rispettivi ex si siano distesi.

ilaria-d-amico-e-alena-seredova-262114_w650

“Quando t’innamori da adulto – ha fatto sapere – l’idea di famiglia arriva molto presto. Io e Gigi, venendo da smarrimenti forti, dolorosi, avevamo il desiderio di costruire una dimensione solida. Abbiamo aspettato quasi un anno e mezzo prima che la maternità si trasformasse in un progetto solo perché dovevamo rodare le varie componenti: c’era bisogno che i bambini, i due suoi e il mio, s’integrassero con il nuovo nucleo e fra loro”. Ora i due hanno un figlio, che è stato ben accettato dalla famiglia allargata: “E’ andata liscia. Pietro e Dado hanno sei anni, Louis otto: un’età in cui si è più emancipati dal rapporto di dipendenza dai genitori, si hanno i propri interessi e amichetti, ed è più difficile vivere un neonato come un intruso”