Ambra e Allegri di nuovo insieme a Milano, ma scoppiano i primi malumori

Dopo i primi scatti che li ritraevano insieme al mare Ambra Angiolini e Massimiliano Allegri sono stati immortalati di nuovo l’uno vicino all’altra. Quella che è ormai la coppia dell’estate è stata paparazzata dai fotografi del settimanale “Mio” in un ristorante milanese.

ambra-allegri_12160935 (1)

Secondo il settimanale però sembrano esserci già i primi malumori. “Mio” parla di una cena non proprio allegra, pare che l’allenatore fosse piuttosto imbronciato e di seguito Ambra avesse invece un sorriso ironico. La coppia dopo la cena è andava via insieme in auto verso l’hotel dove avrebbe alloggiato l’attrice.
Dopo gli scatti all’Argentario questo è la loro prima uscita pubblica, anche se nessuno dei due ha ancora detto nulla in merito al nuovo amore che sarebbe nato.

Vladimir Luxuria, scaricata… dalla sua auto!

L’auto si rompe e lei resta a piedi. Vladimir Luxuria in jeans, stivali, capelli raccolti e senza un filo di trucco viene pizzicata da Chi mentre chiede aiuto a un meccanico per sistemare il danno alla vettura. La fustigatrice de L’isola dei Famosi, lontana dai riflettori in versione acqua e sapone, si dirige verso il bancomat per prelevare e la sua espressione corrucciata la dice lunga..

C_2_articolo_3066641_upiImagepp

Capita a tutti una giornata no, anche all’ex politica Vladimir Luxuria. Abbandonata dalla sua auto in panne è costretta a chiedere aiuto a un meccanico senza distogliere lo sguardo dal suo cellulare. Se nello studio dell’Isola dei famosi il suo look era impeccabile, tra paillettes e trucco e parrucco perfetti, negli scatti pubblicati dal settimanale si intuisce che la giornata non è delle migliori. Ma Vladimir non fa una piega e si dirige verso il bancomat. Poi si allontana con i mezzi…

Guendalina Bernardini e Rafal Zarazinski morti in un tragico frontale. Auto irriconoscibili, tentativi inutili di rianimazione, alto Lazio sconvolto

Un tragico incidente su quella che nella zona viene chiamata la maledetta “strada delle buche” a Settevene Palo di Cerveteri, nell’alto Lazio. Due le vittime di un frontale tra una Citroen C1 e una Pegeout 208 in pieno rettilineo davanti a un supermercato. Si tratta di Guendalina Bernardini, 27 anni, Guenda per gli amici, bella come una modella, e il polacco Rafal Marcin Zarazinski, operaio 39enne.

guendalinabernardini5_06121906

Le immagini mostrano le due auto devastate dallo schianto avvenuto poco dopo le 22 di domenica ad alta velocità. Sulla dinamica stanno comunque ancora indagando polizia stradale e vigili accorsi subito sul posto.
Tentativi inutili. Drammatica la scena che si è presentata agli occhi dei soccorritori con i testimoni dell’incidente letteralmente disperati. Il personale del 118 ha lavorato più di mezz’ora in un estremo tentativo di rianimare i due giovani, estratti velocemente dalle lamiere contorte. A lungo è stato praticato il massaggio cardiaco su entrambi, ma non c’è stato nulla da fare.
Ragazza solare. Guenda Bernardini era conosciutissima in zona. Faceva infatti la barista ad Aranova e la sua bellezza non passava inosservata. Una ragazza solare, sorridente alla vita, e con una fede incrollabile nel futuro. Sul suo braccio un anno fa scrisse “il meglio deve ancora venire”.
Dolore anche per l’operaio polacco. Rafal era residente a Ladispoli e da poco era diventato papà.
Amici sgomenti. Oggi amici e parenti di Guenda Bernardini si sono dati appuntamento alle 14.30 presso la Capannina di Maccarese per un ultimo saluto. Il corteo funebre partirà alle ore 14.30 dal cimitero nuovo di Cerveteri ed arriverà allo stabilimento balneare la Capannina di Maccarese, dove avverrà una cerimonia laica. La sepoltura a Palidoro.

Cristian commuove l’Italia a “C’è posta per te”, per lui ora due belle sorprese

La storia di Cristian Badalementi, raccontata in una puntata di “C’è posta per te” commuove l’Italia e scuote il web. Cristian arriva in trasmissione con Lucy, una ragazza di 18 anni come lui, che, al momento della registrazione, aspettava un bimbo (che intanto è nato e oggi ha 4 mesi).

ceposta (1)

Da Napoli parte la solidarietà concreta. «La Forza delle Donne», associazione presieduta da Elisa Russo, entra in contatto con Cristian, gli trova un lavoro nella sua Sicilia e gli regala un’auto. «La forza delle Donne non nasce solo per seguire i casi di violenza sulle donne con un’equipe di avvocati, psicologi, ginecologi e con lezioni di Mga – racconta Elisa Russo – Tutti i casi in cui c’è bisogno di un sostegno concreto noi ci siamo. Sono mamma di tre ragazzi e non potevo girarmi dall’altra parte. Ho pensato a cosa potesse servire nell’immediato a un ragazzo di 18 anni, appena diventato papà di Ivan. Un lavoro e un’auto è ciò che ho potuto fare subito e l’idea non è tutta mia. Accanto a me in questa decisione, i miei figli Ciro, Alessandro e Roberto e un amico, Ciro Barone». «Mia madre è una donna che non puoi arginare – spiega Ciro Veneruso, il più grande dei tre – Devi solo seguirla e risolvere le questioni su cui lavora. Ogni giorno ci ricorda che esiste una metà del cielo molto meno fortunata di noi e che non possiamo assolutamente ignorarlo». Cristian Badalementi sarà a Napoli venerdì mattina alle 11.30, nel salone Auto Uno di via Antiniana, 34 per ritirare la sua nuova auto.

Auto travolge mamma e passeggino: neonato in fin di vita

Grave incidente questa mattina a Treviso. Un neonato è rimasto ferito, sembra in modo grave, da un’auto.

auto-travolge-mamma-e-passeggino-neonato-in-fin-di-vita-treviso-foto_31135218

Il piccolo era sul passeggino che, mentre la mamma attraversava la strada, è stato agganciato da un’auto. Il piccolo è ricoverato all’ospedale. Sul posto i vigili urbani e la Polstrada che dovranno ricostruire la dinamica dell’incidente.

“C’è una bimba abbandonata in auto”, poliziotto rompe il finestrino e fa una scoperta incredibile

Dopo aver ricevuto l’allarme telefonico di un cittadino, un agente di polizia si è subito recato nel parcheggio all’aperto di un centro commerciale per salvare la vita di una bimba rimasta chiusa dentro un’auto, sotto il sole rovente. Jason Short, questo il nome del poliziotto, che vive e lavora nella cittadina di Keene, nel New Hampshire, aveva raggiunto così la vettura ed aveva notato la bambina avvolta in una coperta con una bottiglietta d’acqua accanto.

bambola-b_22124352

Dopo aver rotto il vetro del finestrino, l’agente ha notato come la piccola fosse priva di conoscenza e per questo ha tentato di rianimarla. L’agente Short è un esperto di rianimazione, e nel tentativo di salvare la bimba ha subito notato che c’era qualcosa che non andava: «Ho messo il dito nella sua bocca e faceva completamente resistenza. Mi è venuto subito da pensare che fosse una bambola». Il poliziotto aveva visto giusto: si trattava di una bambola estremamente realistica, una cosiddetta ‘life-like doll’, ovvero di riproduzioni molto fedeli di bambini. Il loro prezzo può variare da poche decine di dollari fino ad alcune migliaia. La sua proprietaria è Carolynne Seiffert, una donna che utilizza quella bambola dal 2005, quando suo figlio morì per un male incurabile. Carolynne ha spiegato a Fox8.com: «Ho riso all’inizio, ma ero molto imbarazzata. Mi rendo conto che non tutti possano capire i vari modi in cui una persona può reagire alla perdita di un affetto familiare».  La polizia si è offerta di pagare alla donna le spese per la riparazione del vetro. Il capo della polizia, insieme all’agente Short, ha affermato: «Ogni volta che ci sarà un allarme del genere, non penseremo mai che si possa trattare di una bambola. Finché non ne abbiamo la certezza, interverremo tempestivamente con l’intento di salvare una vita umana».

Berlino choc, auto esplode per una bomba: panico in strada, morto il guidatore

Un uomo alla guida di un’auto a Berlino è rimasto ucciso a causa dell’esplosione della vettura: lo ha annunciato la polizia berlinese che ha provveduto a chiudere al traffico il quartiere. La polizia esclude che l’incidente sia dovuto all’esplosione di un serbatoio e parla di un probabile ordigno nella parte anteriore dell’auto, una Volkswagen Passat.È successo in centro, nel quartiere di Charlottenburg.

1612466_04

Non sono ancora note le generalità del guidatore. La polizia di Berlino ha reso noto che sono state completate le operazioni degli artificieri sull’auto su cui è avvenuta l’esplosione e che non sono stati trovati altri esplosivi. È quindi stato dato il cessato allarme e gli abitanti della strada, la Bismarkstrasse nel quartiere occidentale di Charlottenburg all’altezza del Teatro dell’Opera, sono stati invitati a riaprire le finestre.

“UN OMICIDIO” «Riteniamo che si possa trattare di un omicidio». Lo ha detto Martin Steltner, della procura di Berlino al Tagesspiegel, parlando dell’auto esplosa mentre attraversava il quartiere occidentale di Charlottenburg in direzione del centro a Berlino. La polizia ha confermato che l’esplosione è stata causata da «esplosivo probabilmente presente sull’auto».

Striscia, paura per l’inviata Stefania Petyx: una bomba carta esplode sotto la sua auto

Intimidazione all’inviata palermitana di Striscia la notizia, Stefania Petyx. Nella tarda serata di ieri ignoti hanno fatto esplodere un petardo sotto la sua auto, una Volvo, posteggiata nei pressi della sua abitazione, nel centro storico della città. Ad avvertire il 113 sono stati alcuni abitanti della zona che hanno sentito il boato.

1453122565_569ce69a22641-624x350

L’esplosione ha distrutto i vetri dell’auto, posteggiata in piazza dell’Origlione e divelto il cofano. Sul posto sono arrivati i Vigili del fuoco e la Polizia che ha fatto i rilievi. Gli investigatori hanno raccolto le registrazioni delle telecamere nella piazza per accertare gli autori del gesto. «Le minacce non fermeranno Stefania Petyx. Solidarietà e vicinanza da tutto il Parlamento siciliano». Lo scrive su Twitter il Presidente dell’Assemblea regionale siciliana, Giovanni Ardizzone, dopo l’intimidazione all’inviata palermitana di ‘Striscia la notizià, Stefania Petyx. Ieri sera ignoti hanno fatto esplodere un petardo sotto la sua auto, distruggendo i vetri e il cofano dell’auto. Sull’episodio indaga la Polizia.

L’ex top model Stephanie Seymour arrestata per guida in stato d’ebbrezza

Stephanie-Seymour_650x435Stephanie Seymour arrestata per guida in stato d’ebbrezza. La bella top model degli anni ’90, che molti ricorderanno per la partecipazione ai video dei Guns ‘n Roses (e per la storia con il cantante Axl Rose), è stata fermata dalla polizia di Greenwich dopo aver “parcheggiato” il suo Range Rover in mezzo a uno svincolo autostradale per poi fare retromarcia e tamponare l’auto dietro di lei.Stephanie si è rifiutata di sottoporti all’etilometro, ma pare che non ce ne fosse bisogno per capire che non era nel pieno delle proprie facoltà.