Morto Charlie Gard, il piccolo avrebbe compiuto un anno il 4 agosto. Mamma e papà: “Addio, siamo fieri di te”

È morto il piccolo Charlie Gard che il 4 agosto avrebbe compiuto un anno di vita.
La lunga vicenda che ha accompagnato gli ultimi mesi di vita di questo bimbo nato con una rara malattia incurabile ha commosso il mondo intero.
Sono risultati inutili le tante battaglie combattute dai suoi giovani genitori che hanno tentato ogni strada per cercare una cura, arrivando a chiedere il trasferimento del bimbo in un altro Stato. Gli Stati Uniti e l’Italia si erano proposti e avevano attivato i loro canali per tentare l’impossibile ma si sono scontrati con le regole e la burocrazia dell’ospedale britannico dove era ricoverato.

s

Negli utlimi giorni la famiglia ha chiesto che potesse vivere qualche giorno in più, ma anche l’ultimo desiderio gli è stato negato.
I GENITORI: ‘NOSTRO BIMBO SE N’È ANDATO’ «Il nostro splendido bambino se n’è andato»: questo il lapidario annuncio dato dai genitori di Charlie Gard, il bambino britannico malato terminale che ha sollevato un dibattito mondiale. Lo riferisce il Daily Mail.
La morte del piccolo Charlie, di soli 11 mesi, era di fatto annunciata dopo che ieri l’Alta Corte di Londra ha ordinato che fosse trasferito dall’ospedale ad un hospice, dove non avrebbe più avuto il respiratore a tenerlo in vita.
La decisione è stata presa perché Connie Yates e Chris Gard, che chiedevano che morisse a casa, non sono riusciti a raggiungere un accordo con il Great Ormond Street Hospital, che chiedeva di continuare ad assisterlo negli ultimi giorni con i macchinari appropriati nelle sue strutture.
«Il nostro splendido bambino se n’è andato. Siamo veramente orgogliosi di Charlie», ha detto la madre Connie, chiudendo una battaglia legale durata mesi che ha diviso l’opinione pubblica e coinvolto anche figure di peso come Papa Francesco e Donald Trump.
PAPA FRANCESCO: “AFFIDO AL PADRE IL PICCOLO E PREGO PER I GENITORI” «Affido al Padre il piccolo Charlie e prego per i genitori e le persone che gli hanno voluto bene». Lo scrive su Twitter Papa Francesco, dopo la morte del bambino inglese.
VATICANO, “DIO NON STACCA LA SPINA” Preghiera e vicinanza sono stati espressi daÿmons. Vincenzo Paglia, presidente della Pontificia Accademia per la Vita, apprendendo la notizia della morte del piccolo Charlie. Mons. Paglia ha ribadito, a Radio Vaticana, la grandezza dell’Amore di Dio che «non stacca la spina».ÿQuesta vicenda – ha detto -ÿci spinge a «promuovereÿuna cultura dell’accompagnamento»ÿe «direÿtre grandi no: quello all’eutanasia, all’abbandono e all’accanimento terapeutico»ÿa favore di «grandi sì» come «l’accompagnamento, il progresso della scienza e il sì alla terapia del dolore».
MAY, “PROFONDAMENTE RATTRISTATA PER SUA MORTE” La premier britannica Theresa May si è detta «profondamente rattristata» per la morte di Charlie Gard, aggiungendo che «i suoi pensieri e le sue preghiere vanno ai genitori di Charlie». Lo scrive SkyNews Uk in un tweet.
MALATE LE ‘CENTRALI ELETTRICHE’ DELLE CELLULE Sindrome genetica da deperimento mitocondriale. È questo il nome della malattia genetica del piccolo Charlie Gard, diagnosticata otto settimane dopo la nascita, che lo ha portato in pochi mesi in terapia intensiva e oggi alla morte.
LA MALATTIA Sotto il nome di malattie mitocondriali vanno diverse patologie genetiche, che hanno in comune la caratteristica di colpire appunto i mitocondri, le ‘centrali energetichè delle cellule, addette alla loro respirazione. Quando questi non funzionano sono colpiti tutti gli organi con esito spesso fatale, in particolare a risentire di più sono il cervello, il cuore e gli altri muscoli e i polmoni. Nel caso, estremamente raro, di Charlie la mutazione è su un gene chiamato RRM2B, che a sua volta fa parte di un gruppo di geni che codifica la proteina p53, che ripara il Dna in caso di danneggiamenti o mutazioni. Il piccolo, nato ad agosto del 2016, ha avuto convulsioni continue fin dai primi mesi di vita, mentre nell’ultimo periodo gli è stata diagnosticata una encefalopatia, una lesione del tessuto cerebrale. La mutazione è stata trasmessa da entrambi i genitori, che sono portatori sani e che quindi in un caso su 4 danno vita a un figlio con la malattia. Al momento non ci sono terapie per questa malattia, e anche i test di laboratorio su potenziali cure sono stati condotti su una variante causata da una mutazione di un gene diverso.
IL PROTOCOLLO USA Un ospedale di New York associato alla Columbia University si era offerto di accogliere Charlie Gard per curarlo con un farmaco a base di desossinucleotidi monofosfati, delle molecole simili ai ‘mattonì che compongono il Dna. Gli stessi esperti hanno sottoposto alla terapia sperimentale un bambino di Baltimora, Art Estopinan, che soffre di una forma meno grave della malattia con cui è nato il bimbo britannico. Secondo il padre di Art la terapia è un trattamento dei sintomi e non una cura, ma ha dato comunque risultati apprezzabili.
IL PROTOCOLLO COORDINATO DAL BAMBINO GESÙ Anche i cinque esperti che hanno firmato la lettera dell’ospedale Bambino Gesù al tribunale britannico in cui si chiedeva di sottoporre Charlie al trattamento hanno elaborato un protocollo di terapia a base di desossinucleotidi. In particolare gli esperti avrebbero voluto usare la deossicitidina, che ha dato buoni risultati nei test di laboratorio su un’altra malattia mitocondriale, dovuta a un deficit non della proteina RRM2B ma di un’altra chiamata TK2.

LA LUNGA ODISSEA DI CHARLIE, TRA ETICA E LEGGE Non è riuscito, come tristemente preannunciato, a compiere un anno: il piccolo Charlie Gard si è spento oggi mettendo fine ad una vicenda dolorosa che ha colpito l’opinione pubblica mondiale, in un difficile intreccio tra etica e battaglie legali.

Ecco le principali tappe del caso:

– 3 marzo 2017: il tribunale inizia ad esaminare la vicenda. I genitori, Connie Yates e Chris, si erano rivolti alla Corte dopo che il Great Ormond Street Hospital aveva suggerito di staccare la spina al piccolo, affetto da una rara patologia.

– 11 aprile: L’Alta Corte stabilisce che i medici possono staccare la spina nonostante il parere contrario dei genitori.

– 3 maggio: i genitori di Charlie fanno ricorso in appello

– 25 maggio: I giudici della Corte d’appello rigettano il ricorso della coppia

– 8 giugno: I genitori perdono la loro battaglia anche in Cassazione

– 20 giugno: I legali della famiglia Gard presentano una richiesta alla Corte europea dei diritti dell’uomo

– 27 giugno: Strasburgo decide di non esprimersi sulla vicenda rinviando il caso alla giustizia inglese.

– 3 luglio: sul caso intervengono Papa Francesco e Donald Trump.

– 4 luglio: Il Bambino Gesù di Roma si offre di accoglierlo.

– 7 luglio: Il Great Ormond Street Hospital si rivolge all’Alta Corte per una nuova udienza «alla luce delle richieste relative a possibili altri trattamenti». «Ci sono evidenze» in laboratorio che il protocollo del Bambino Gesù può funzionare, scrive l’ospedale in una lettera inviata ai colleghi inglesi.

– 10 luglio: I genitori di Charlie tornano all’Alta Corte per chiedere il riesame del caso.

– 17 luglio: Il dottor Michio Hirano, neurologo Usa, va a Londra per valutare le condizioni del piccolo

– 21 luglio: Il Great Ormond Street rende noto che gli esami mostrano risultati «tristi».

– 24 luglio: I genitori decidono di porre fine alla loro battaglia legale ma sottolineano che se affrontata prima la vicenda avrebbe avuto esiti diversi.

– 27 luglio: Il giudice Francis decide che il piccolo sia trasferito in un hospice e di interrompere la terapia per tenerlo in vita artificialmente

– 28 luglio: «Il nostro splendido bimbo se n’è andato, siamo veramente orgogliosi di lui», annunciano i genitori. Venerdì prossimo avrebbe compiuto un anno.

Filippo Magnini e Federica Pellegrini, nozze annullate: “Si sono lasciati, è addio”

Federica Pellegrini e Filippo Magnini hanno passato un momento di crisi che sembrava risolto.
La coppia però ha di nuovo rimandato le agognate nozze e secondo i beninformati la decisione nasconderebbe la fine definitiva dell’amor fra i due nuotatori: “Ancora una volta i due campioni della nazionale di nuoto hanno “annullato” il matrimonio, come da anni ormai ci hanno abituato – racconta “Novella2000” – La loro lunga relazione è sempre stata caratterizzata da alti e bassi, da crisi epocali e poi nozze annunciate sempre poi smentite.

q43yh

E anche ora che si parlava di matrimonio, e sembrava la volta buona, tutto è clamorosamente crollato. Ci ha pensato Federica a smentirlo, dichiarando che è determinatissima a partecipare alle Olimpiadi di Tokyo del 2020, perché si sente ancora vincente e vuole chiudere la sua bellissima carriera con un’altra medaglia d’oro. Parole dette con fermezza, come a voler mandare un messaggio chiaro al fidanzato Filippo, che stranamente non è mai stato nominato nella lunga intervista da lei rilasciata per fare chiarezza.
Forse perché tra lei e Magnini questa volta è davvero finita, e chi li conosce bene è preoccupato che questa volta sarà dura ricucire le ferite del cuore. Soprattutto quelle di Filippo, che molto difficilmente sarà a Tokyo da atleta, e si sentiva pronto a creare una famiglia con la sua Fede, che invece non ne vuole e sentire parlare almeno per altro quattro anni. Che da aspettare, per uno tanto corteggiato come Magnini, sono davvero troppi”.

Amici, dopo l’addio di Morgan tornerà Emma a capo della squadra bianca

Emma sì, Emma no. Pare che alla fine l’ex coach di Amici sia pronta a tornare in panchina dopo l’abbandono del reality da parte di Morgan. Molti erano stati i nomi fatti per il nuovo leader della squadra bianca: Stash dei The Kolors, Ermal Meta, passando per Alessandra Amoroso, Annalisa e Paola Turci, ma pare che alla fine la scelta sia caduta sull’ex concorrente e vincitrice del talent, come riporta Tv Blog.

2383610_1824_emma_coach_amici_2017_740x340

La cantante aveva deciso di non partecipare quest’anno al reality, di prendersi una pausa per dedicarsi alla sua musica, ma pare che il piccolo incidente di percorso l’abbia portata a rivedere la sua scelta, probabilmente in nome anche dell’amicizia che la lega a Maria De Filippi. Pare quindi che Emma abbia iniziato a lavorare con i ragazzi, ma il tutto dovrebbe essere ufficializato domani quando verrà registrata la puntata che andrà in onda sabato prossimo. Il dubbio resta solo su un dettaglio: Emma resterà fino a fine programma o è solo una sostituzione temporanea?

Addio Brad e Angelina, vendono la loro cinquecentesca villa in Veneto

Brad Pitt e Angelina Jolie hanno venduto la lussuosa villa in Valpolicella, provincia di Verona nel cuore del Veneto, che avevano acquistato nel 2010. Lo riferisce la Proto Group Ltd, società che tra l’altro si occupa della compravendita di immobili di lusso e che aveva curato sei anni fa la vendita della prestigiosa villa cinquecentesca alla coppia.

figli-adottivi

«L’attore ci aveva commissionato la vendita della casa qualche settimana fa – spiega la Proto Group in una nota – il prezzo di vendita, 15 milioni di euro, è ben al di sotto della cifra pagata per l’acquisto, che era stata di 32 milioni di euro. Avevano fretta di vendere e noi lo abbiamo fatto», conclude la nota della società.

Taylor Swift, amore al capolinea con Calvin Harris

Dopo quindici mesi d’amore Taylor Swift e Calvin Harris si sono detti addio. Se le prime indiscrezioni parlavano di separazione affrontata in modo maturo, citando come causa troppi impegni di lavoro di entrambi, nuovi rumors sostengono che Calvin non riuscisse a gestire il successo della cantante… e qualche capriccio. Intanto su Twitter lui ribadisce che ciò che rimane tra loro è amore e rispetto.

Taylor-Swift-640x360

Difficile scoprire la verità quando si tratta di personaggi del calibro di Taylor Swift. Una fonte vicino alla cantante ha dichiarato a People Magazine che la storia sia finita perchè il dj era intimidito dai successi della compagna, motivo per cui non si è visto al suo fianco sia al Met Gala sia ai Grammy.
The Sun conferma che la coppia ha intrapreso strade differenti aggiungendo che il rapporto tra la cantante e il musicista si è concluso perché per lei era prematuro pensare al matrimonio e ad allargare la famiglia, mentre lui sognava un futuro a lungo termine insieme.
Per continuare, fonti sicure hanno affermato a E! News che Taylor sia rimasta molto delusa da Calvin e che il loro legame non stava proseguendo nel modo in cui lei lo aveva immaginato.
Di fronte a tutte queste versioni Calvin Harris rompe il silenzio sulla sua pagina Twitter con un post di poche parole: “The only truth here is that a relationship came to an end & what remains is a huge amount of love and respect”. Al momento Taylor tace.

Anna Tatangelo si infuria: “Non faccio la valletta”. Italia’s, addio alla Zilli arriva Malika

Anna Tatangelo torna in tv ma non ci sta a fare la semplice valletta. Il suo impegno sul palco di “I migliori anni” sembra stia mettendo un po’ in crisi il conduttore Carlo Conti: “Anna Tatangelo – si legge su “Oggi” – affiancherà Carlo Conti e Ubaldo Pantani ne “I migliori anni”.

9606_1256403767709066_4889699769521656289_n

Pare però che la cantante non voglia essere una semplice valletta. Conti starebbe facendo i salti mortali per assecondarla. Ci riuscirà? Ah saperlo…” Sempre in tema di tv, un cambio di guardia a “Italia’s”: “Nina Zilli ha deciso di lasciare la tv per dedicarsi solo alla musica. Non farà più la giurata a Italia’s got Talent. Pare che sarà Malika Ayane a sostituirla”.

Morta Karina Huff, il figlio Alessandro: “Una madre fantastica, un’amica speciale”

«E ‘ con grande dispiacere che devo scrivere questo post. Dopo anni di lotta che sembrava un flusso senza fine di cattive notizie, mia mamma, Carina Huff, la più bella, coraggiosa e persona intelligente che abbia mai conosciuto, e ‘ deceduta ieri».

6028_morta-karina-huff-le-parole-del-figlio-il-regalo-pi-grande-che-si-possa-avere

Con queste parole affidate a facebook, Alessandro Corona, figlio di Karina Huff, annuncia pubblicamente la morte della mamma. Un addio affidato a una serie di foto postate sul suo profilo che ripercorrono momenti importanti della vita dell’attrice. «A tutti quelli che la conoscevano e ci hanno sostenuto in questi tempi difficili – continua Corona – io offro il mio più grande grazie. E a tutti coloro che ricordano la gioia che lei ha portato in ogni vita che ha toccato, chiedo che la ricordino con affetto e nei suoi momenti migliori. A Carina: davvero una madre fantastica e un’amica speciale. Mi mancherà sempre. Grazie per avermi dato il regalo più grande che un figlio possa mai sperare di avere. Ti voglio bene».

Bettarini, dopo l’addio sull’altare è amore con la modella Alessandra D’Agruma

Dopo l’addio un passo dall’altare con Ilenia Iacono, con cui era andato a vivere in Florida, Stefano Bettarini ha un nuovo amore.

1570282_3

L’x calciatore ed ex marito di Simona Ventura ha infatti ritrovato il sorriso a fianco della nuova fidanzata, la modella romana Alessandra D’Agruma.Tra i due è stato colpo di fulmine e “Chi” li ha sopresi in atteggiamenti romantici, fra baci e coccole: “Io naufrago all’Isola con Simona Ventura?- ha spiegato Stefano alla rivista relativamente alla mancata partecipazione al reality – Perché no? Ma poi chi lo spiega ai miei figlioli che vado in vacanza con la loro mamma?”.

Stefano Bettarini in love con Marika Fruscio. Lui furioso su Twitter: “Bufale nuove da serie D”

Tempo fa Stefano Bettarini ha rilasciato un’intervista in cui descriveva l’addio dato dall’ex fidanzata Ilenia Iacono a un passo dall’altare.

stefano-bettarini-e-marika-fruscio-potrebbero-essere-la-prima-coppia-gossip-del-2016

Ora sembra però che l’ex di Simona Ventura abbia trovato una nuova compagna, la maggiorata Marika Fruscio: “E’ nata una tenera amicizia tra Stefano Bettarini e Marika Fruscio – scrive Alberto Dandolo per “Oggi” – I due sono diventati assai “intimi” e i loro incontri starebbero diventando via via più frequenti. L’ex calciatore si consola dalla separazione da Ilenia Iacono”.
Dal canto suo Stefano ha risposto da Twitter: “•

Ilary Blasi: “Il ritiro di Francesco? Ci siamo, ormai ha 40 anni…”

Nell’ultimo incontro avuto Pallotta prima delle feste natalizie Francesco Totti ha fatto chiaramente intendere al presidente della Roma di vedersi per un altro anno ancora con gli scarpini ai piedi, ma in famiglia c’è già chi pensa al momento del suo addio al calcio giocato. «Il ritiro di Francesco? Embè, ci siamo.

ilary-blasi-vacanze

L’anno prossimo compie 40 anni…» spiega la moglie del capitano giallorosso, Ilary Blasi, nel corso di una intervista al settimanale “Oggi”.«Ma visto? Ho dato l’addio prima io che lui, l’ho bruciato sul tempo – sottolinea quindi Ilary, che ha salutato il ruolo da conduttrice de Le Iene -. L’anno prossimo compie 40 anni… Dico che “ogni stagione ha il suo melone” e Francesco si è goduto tutto, al punto che ora penso abbia desiderio di altro. Ma rimarrà comunque nel mondo del pallone». Per Totti, d’altronde, è già pronto un contratto da dirigente nella Roma.